Inserimento all’asilo nido: i consigli per viverlo in serenità

0
30

Presto le scuole riapriranno e saranno molti i bambini che, per esigenze lavorative dei genitori, dovranno frequentare l’asilo nido. Ecco alcuni preziosi consigli su come vivere l’inserimento in modo sereno.

Asilo nido: consigli per inserimento

L‘asilo nido, il primo approccio con il mondo esterno senza mamma e papà. Molti i bambini che a Settembre entraranno in classe accompagnati da tantissime ansie vissute dai loro genitori. Per loro infatti, inizia una nuova avventura e un nuovo ciclo di vita, ma anche il primo grande distacco dalla figura genitoriale.

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Come aiutare tuo figlio ad essere autonomo: il metodo Montessori

Mamma e papà, dal canto loro, vivono questo momento con moltissima ansia e preoccupazione e la loro mente è spesso piena di domande e a volte sensi di colpa. Ma scopriamo come vivere l’inserimento all’asilo nido in modo sereno per bimbo e genitori.

Se vuoi restare sempre aggiornato sulla gategoria maternità, clicca qui! 

Inserimento all’asilo nido, i consigli fondamentali per viverlo in modo sereno

asilo

L’inserimento all’asilo nido, un momento davvero importante nella vita di un bambino e dei suoi genitori, in particolare della mamma, che vive il distacco dal proprio bambino con molta ansia. Ecco alcuni preziosi consigli su come preparare e vivere questo momento delicato in modo sereno. 

Preparare il bambino all’ asilo nido 

Parlare con il proprio figlio, raccontandogli che presto andrà in un luogo bellissimo dove potrà giocare e incontrare altri bambini.

Evitare sfoghi emotivi 

Vivere con serenità il momento dell’inserimento è doveroso da parte dei genitori. Evitare sfoghi emotivi e ansie è fondamentale per regalare al bimbo un passaggio sereno in questa nuova avventura. I bambini infatti sono spugne che assorbono anche le ansie dei genitori e ne percepiscono i sentimenti più intimi.

Creare un piccolo rituale personale con i bambini

Il distacco è la fonte di ogni ansia e preoccupazione per mamma e bambino, per questo creare un piccolo rituale in cui prima di uscire di casa, mamma regala al bimbo un ‘pezzetto di se’ da portare in classe, sarà un modo per rendere la separazione più dolce. Una delle pratiche più consigliate può essere quella di legare al polso del piccolo e a quello della mamma un filo di cotone, simbolo di unione.

Preferire un inserimento lento 

Il distacco tra genitori e figli, sarà vissuto più serenamente se lento e graduale. Dovrà durare minimo 15 giorni. Ma un mese sarebbe davvero perfetto come tempo.

Lasciare al bimbo il suo pupazzo preferito 

Ogni bimbo ha un giocattolo, un orsetto del cuore che tiene con se, soprattutto durante la notte. Il così detto ‘oggetto transizionale’. Sarà bene lasciarglielo portare con se, per regalargli sicurezza.

Rassicurare sempre il bambino 

Sottolineare spesso che ‘mamma torna’ è fondamentale per rendere il piccolo sicuro e sereno durante le ore vissute al nido.

->>>GUARDA ANCHE: 

Desideri ‘mangiare di baci’ il tuo bambino? I motivi della scienza

Bimbi dimenticati in auto: slitta l’obbligo dei sistemi anti abbandono

I tuoi figli non dovrebbero mai più sedersi in questa posizione

I figli fanno invecchiare il Dna delle madri di 11 anni

Cestino dei tesori montessoriano, cosa è e come realizzarlo

Aggressività nei bambini piccoli: fattori di influenza e comportamenti

Come curare la dermatite da pannolino al neonato: cause e rimedi

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI