Home Attualità Il volo Sharm El Sheikh – Napoli costretto ad un atterraggio di...

Il volo Sharm El Sheikh – Napoli costretto ad un atterraggio di emergenza

CONDIVIDI

Grande paura per i 122 passeggeri italiani che questo martedì stavano rientrando a casa dalle vacanze con un volo da Sharm El Sheikh.

Il volo charter diretto a Napoli da una delle principali mete turistiche dell’Egitto è stato obbligato ad un atterraggio di emergenza all’aeroporto del Cairo a causa di un guasto tecnico.

Per conoscere tutte le news dall’Italia e dal mondo cliccate qui 

Paura sul volo Sharm El Sheikh – Napoli Capodichino

Fonte, Il Mattino

Come riportato da fonti aeroportuali, il Boeing 737 della AMC Airlines avrebbe dovuto atterrare nel capoluogo campano alle 14.30 ed invece pochi minuti dopo il decollo è giunto un avviso alla torre di controllo del Cairo.

Cosa è successo – Il problema potrebbe essere stato un vetro incrinato, in ogni caso il comandante per sicurezza ha preferito chiedere di poter effettuare una deviazione e atterrare sulla pista della capitale egiziana. A quel punto i 122 passeggeri italiani sono quindi stati fatti sbarcare in attesa di poter ripartire. Imbarcati su un altro velivolo hanno poco dopo potuto riprendere il loro viaggio verso Capodichino.

Il timore dei famigliari  – Numerosi ovviamente i parenti dei passeggeri in apprensione accorsi allo scalo napoletano non appena appresa la notizia. “Mia figlia non mi ha detto nulla dell’atterraggio di emergenza. L’ho saputo dai TG mi veniva da piangere e sono corso qui all’aeroporto“, la testimonianza di Umberto, genitore di una dei passeggeri del volo finalmente arrivato alle 20.45.

Un altro famigliare ha voluto condividere con gli altri un messaggio vocale inviatogli da Emanuele, uno dei viaggiatori. “Ci hanno spiegato che l’aereo quando stava per decollare è stato investito da uno stormo uccelli e si è rotto un cristallo nella parte anteriore. Per questo siamo dovuti atterrare al primo aeroporto per un problema a un motore“, la voce registrata che di fatto ha raccontato l’accaduto.

Per evitare di gettare i propri cari nello sconforto, molti viaggiatori hanno preferito comunicare soltanto il ritardo e non quanto stava succedendo. “Mio figlio Roberto è con la fidanzata. Mi ha chiamato oggi, ma mi ha detto solo che avrebbero ritardato per non farmi spaventare“, ha affermato papà Pasquale. “Quando ho sentito i TG, mi sono agitato e sono venuto subito all’aeroporto. Per fortuna è andato tutto bene“.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI