Home Attualità Amazzonia in fiamme: Bolsonaro rifiuta l’aiuto del G7

Amazzonia in fiamme: Bolsonaro rifiuta l’aiuto del G7

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:12
CONDIVIDI

Il governo brasiliano ha rifiutato l’offerta di aiuto dei paesi del G7, anche se in precedenza lo stesso ministro dell’ambiente brasiliano aveva affermato che un aiuto da parte dell’Europa sarebbe stato il benvenuto.

Amazzonia in famme: bolsonaro rifiuta i 20 milioni di euro offerti Post di Jair Bolsonaro su Twitter

Il presidente del governo brasiliano, Jair Bolsonaro, ha rifiutato i 20 milioni di dollari offerti dai leader del G7 per far fronte ai devastanti incendi che da settimane stanno colpendo la foresta amazzonica, conosciuta anche come il polmone del nostro pianeta.

“Vi ringrazio ma questi fondi vi saranno più utili per la riforestazione dell’Europa”, commenta il leader brasiliano su Twitter.

Se vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie di cronaca dal mondo CLICCA QUI!

Bolsonaro rifiuta l’aiuto dei paesi dei G7 disposti a donare 20 milioni di dollari

Bolsonaro lascia bruciare la foresta amazzonica

Da settimane ormai le fiamme stanno distruggendo la foresta Amazzonica, mettendo così fine a migliaia di vite animali e vegetali. Nonostante il fatto che, poco a poco, il polmone del mondo si stia trasformando in un enorme area desolata di cenere e CO2, il presidente Bolsonaro ha deciso di rifiutare l’offerta dell’Europa per i seguenti motivi: stando a quanto detto dallo stesso presidente, gli incendi nell’Amazzonia sono sotto controllo e non hanno alcun bisogno di aiuto estero.

Inoltre il presidente aggiunge:

“Il Brasile è un Paese democratico e libero che non ha mai avuto pratiche colonialiste e imperialiste, che è forse l’obiettivo del presidente francese Macron”

Bolsonaro mette dunque in dubbio la gravità degli incendi che stanno avvenendo nell’Amazzonia ormai da diverse settimane, aggiungendo inoltre che la stampa internazionale stia ingigantendo il problema.

La realtà è che, invece, nelle ultime 24 ore gli incendi nella foresta amazzonica si sono intensificati, e l’esercito brasiliano non sembra in grado di fermarli. Per questo motivo i paesi coinvolti nel G7 riunitosi a Biarritz, in Francia, hanno deciso di offrire i 20 milioni di dollari al governo brasiliano, in modo da inviare canadair e altri aiuti fino in Brasile.

Il capo di gabinetto brasiliano, Onyx Lorenzoni, ha scritto sul blog del portale di informazione G1:

«Macron non è riuscito nemmeno a evitare un incendio prevedibile in una chiesa che fa parte del Patrimonio mondiale dell’umanità, e vuol dare lezioni al nostro Paese?». 

Purtroppo le fiamme che stanno annientando milioni di ettari della foresta amazzonica non sono un problema solo per il Brasile ma per l’intero pianeta.
Con l’aumentare degli incendi stanno aumentando anche le emissioni di gas serra, provocando così l’innalzamento della temperatura globale, a causa del quale si verificheranno eventi meteorologici sempre più estremi che metteranno in pericolo la vita di milioni di persone.

Scritto da: LUCIA SCHETTINO

Leggi anche:

Perché gli incendi boschivi in Amazzonia sono una minaccia per l’umanità?

Visto su Instagram: le foto più sorprendenti degli incendi in Amazzonia

L’Amazzonia va a fuoco: mai così tanti incendi – video

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI