Home Salute e Benessere Stitichezza: gli alimenti giusti per contrastarla

Stitichezza: gli alimenti giusti per contrastarla

CONDIVIDI

Scopri quali alimenti è meglio mangiare per sconfiggere in modo naturale la stitichezza.

Avere l’intestino pigro e soffrire di stitichezza è un problema che solo chi ci è passato almeno una volta può dire di conoscere. La sensazione di non liberarsi mai completamente, i mal di pancia ed il senso di gonfiore e di intossicazione che si provano quando l’intestino non funziona correttamente, sono molto più fastidiosi di quanto non si pensi e quando diventano una costante rappresentano persino un problema che andrebbe affrontato con il proprio medico.
Ma come porre rimedio, per casi di intestino pigro occasionale? La prima regola da seguire è quella di rendere la propria alimentazione ricca di fibre. A queste andrà aggiunta una buona idratazione e possibilmente dell’attività fisica come, ad esempio, una camminata di circa mezz’ora tutti i giorni.
Ma quali sono gli alimenti che aiutano l’intestino a liberarsi e a restare in salute?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Zenzero e aloe vera contro la stitichezza

Se vuoi restare sempre aggiornata sulle ultime novità in fatto di salute CLICCA QUI!

Stitichezza: cosa mangiare per contrastarla

La crusca d’avena. Questo alimento, specie se mangiato a colazione, è l’ideale per aiutare l’intestino. Oltre alla crusca d’avena vanno bene anche i cereali di tipo integrale come la segale o la farina, appunto, integrale. In caso di cereali da colazione è bene sceglierli sempre senza zuccheri aggiunti.

Il kefir. Si tratta di un alimento probiotico ricco di fermenti lattici vivi e aiuta l’intestino a trovare la sua regolarità e che, tra le altre cose, lo cura. In commercio si trovano sia il kefir di latte che quello a base di acqua. Sembra però che il più efficace di tutti sia quello da realizzare a partire dai grani e che è così ricco di fermenti da far bene all’organismo. Basta cercare un po’ in rete per trovare gruppi di persone che lo offrono gratuitamente spiegando anche come utilizzarlo. Il kefir andrebbe scelto sempre nella versione al naturale e quindi senza aggiunta di zuccheri.

Le mele. Antico rimedio della nonna, se cotte sono un purgante naturale. Ciò avviene grazie alle fibre che contengono e all’inulina, uno zucchero che tra le sue proprietà vanta quella di regolare proprio il transito intestinale.

Il kiwi. Un altro frutto noto per le sue proprietà lassative, se mangiato ogni giorno garantisce un transito intestinale più regolare. Perfetto se consumato al mattino durante la colazione.

Le prugne. Altro rimedio della nonna, le prugne sono da sempre considerate uno dei migliori purganti in caso di stitichezza. Ricche di fibre e di acqua aiutano infatti ad ammorbidire le feci.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Rimedi naturali: sette nemici della stitichezza

Ovviamente ci sono molti altri alimenti che possono aiutare l’intestino come, ad esempio, i broccoli o i cachi. In questi casi la soluzione migliore è sempre quella di provarli in modo da capire quale funziona meglio. Nel farlo è bene prestare attenzione anche ad eventuali intolleranze e allergie. Chi è allergico al nichel, ad esempio, deve prestare attenzione ad alimenti integrali così come all prugne, puntando più sul kefir e su alimenti che non contengano questo materiale pesante.
Se il problema della stitichezza persiste o si presenta da subito ostinato è meglio consultare subito il proprio medico curante in modo da capire eventuali cause e trovare insieme le soluzioni più adatte.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Leggi anche -> Kefir: cosa accade al tuo organismo se lo bevi ogni giorno
Leggi anche -> Kefir di latte: proprietà, benefici, controindicazioni e come consumarlo
Leggi anche ->Latte: proprietà, benefici, controindicazioni e come consumarlo