Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Ecco come mangiare e non ingrassare a Ferragosto

Ecco come mangiare e non ingrassare a Ferragosto

CONDIVIDI

Scopri i trucchi da seguire per mangiare bene a Ferragosto senza prendere peso.

donna mangia felice Fonte: IStock

Ferragosto si avvicina e con esso anche la possibilità di pranzi o cene in compagnia. Una prospettiva che se da un lato è più che allettante, dall’altro mette una certa tensione in chi dopo una primavera trascorsa a lottare per la famosa prova costume teme di riprendere i chili persi con tanta fatica. Ebbene, la verità è che mangiare a Ferragosto senza compromettere la linea è una cosa fattibilissima. Ciò che conta è seguire alcune semplici regole che messe in pratica risulteranno più leggere di quanto possa sembrare, garantendo la possibilità di trascorrere la giornata in tutta spensieratezza senza doversi sentire in colpa il giorno dopo. Scopriamo quindi come mangiare bene e restare in forma anche a Ferragosto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> I carboidrati giusti per dimagrire

Se vuoi restare sempre aggiornata sulle diete e sulle strategie per mantenerti sempre in forma CLICCA QUI!

Ferragosto: come mangiare bene senza prendere peso

Fonte: Istock

Prima di tutto è bene tenere a mente che quando ci si concede degli stravizi, il giorno dopo è più che normale pesare uno o anche due chili in più. Ciò dipende da cosa si è mangiato e da quanta acqua si sta trattenendo. Quando si arriva da un’alimentazione sana e controllata, infatti, un pasto abbondante e probabilmente più salato del solito, porta a trattenere diversi liquidi che non sono da considerare come un aumento di peso reale in quanto basta tornare all’alimentazione di tutti i giorni per smaltirli nel giro di uno o due giorni. Detto ciò, per far si che ai liquidi non si aggiungano anche grassi, più difficili da smaltire, è necessario mettere in pratica alcune piccole strategie che, tutte insieme, sono in grado di fare la differenza.

Non arrivare affamati. Che si tratti di un pranzo o di una cena, la prima regola da seguire per non prendere peso è quella di non arrivare affamati. In tal caso, infatti, scegliere gli alimenti giusti da mangiare potrebbe diventare un problema. Se ad attenderci c’è un pranzo è quindi opportuno fare una bella colazione in grado di farci giungere all’evento abbastanza sazi e quindi in grado di decidere con calma che pietanze assaggiare. Se ad attenderci c’è una cena si può optare per una colazione normale, un pranzo leggero ed una merenda che avrà lo stesso scopo della colazione.

Evitare gli stuzzichini. Che si tratti di un pasto da consumare al tavolo o a buffet, uno dei segreti per non rischiare di prendere peso è quello di evitare di tuffarsi sugli stuzzichini. Meglio lasciar perdere quindi patatine, salatini e tartine e se proprio si ha voglia di mangiare qualcosa, tentare con un pezzetto di formaggio in modo da usufruire della proteina che spesso, a meno che non si stia per partecipare ad una grigliata, tende ad essere carente.

Non esagerare con il pane. Se un pezzetto di pane può andar bene è meglio ricordarsi sempre di non esagerare. Sazia meno di quanto si pensi ma contiene le sue calorie e, ovviamente i carboidrati che, uniti a quelli di pasta, eventuali alcolici e dolci, rischiano di diventare un po’ troppi.

Scegliere gli alimenti più sani. Se si ha modo di scegliere tra vari alimenti, il trucco sta nell’optare sempre per quelli più sani e cucinati nel modo più leggero. Meglio evitare i fritti, i piatti troppo conditi e ricchi di grassi ed optare per primi leggeri e per secondi a base di carne o pesce cotti alla griglia o al vapore. Ovviamente se la scelta è solo tra alimenti di un certo tipo, si dovrà fare buon viso a cattivo gioco, cercando di limitare i danni scegliendo i cibi all’apparenza meno dannosi.

Seguire la regola del piatto. Se si mangia al ristorante o ci sono varie portate, si può ovviare al problema assaggiando tutto e scegliendo con discrezione se terminare o meno il piatto. Se il primo è semplice lo si potrà mangiare evitando poi il pane, altrimenti se ne potrà assaggiare solo una parte, mangiando poi il secondo e accompagnandolo ad un pezzetto di pane. Se ci si trova ad un buffet basta riempirsi il piatto una sola volta inserendo una piccola dose di carboidrati raffinati, tante verdure ed una porzione abbondante di secondo. Mangiare in modo bilanciato, in fondo, è possibile in quasi ogni situazione.

Non esagerare con gli alcolici. Se un bicchiere di vino può andar bene, è importante ricordare che anche l’alcol ha le sue calorie e che stimola direttamente l’innalzamento della glicemia. Per risolvere il tutto basta limitarsi, bevendo soprattutto acqua in modo da saziarsi da un lato e da non eccedere dall’altro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Gli errori da non fare mai prima di pesarsi

Non abbondare con i dolci. Visto che è festa una porzione di dolce ci sta tutta. Anche qui, se la scelta non esiste, ci si può rilassare e mangiare la propria porzione, magari chiedendone una piccola sin da subito, in modo da non cadere in tentazione. In caso di buffet si può scegliere quello che sembra meno carico di grassi e zuccheri o optare per tre mini assaggi. L’importante è godersi questo momento senza troppi sensi di colpi, bilanciandosi in modo da gustarsi il pasto senza però strafare.

Seguendo queste semplici regole, mangiare normalmente nel giorno di Ferragosto sarà possibile senza rovinare i sacrifici del mesi scorsi. Dopotutto, consumare qualche caloria in più, di tanto in tanto, aiuta anche ad allenare il metabolismo, portando ad un rapido dimagrimento subito dopo, ovvero una volta rientrati nella propria routine di pasti sani abbinati ad un buon esercizio fisico. In questo modo anche Ferragosto sarà salvo e potrà essere vissuto in pieno relax e con tanto gusto

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Leggi anche -> Cosa mangiare per ridurre il senso di fame
Leggi anche -> Estate: i cibi da scegliere per far bene all’umore
Leggi anche -> Colazione estiva: cosa è meglio mangiare