Home Curiosita Gatti: l’oggetto comune in casa che rappresenta un pericolo di morte

Gatti: l’oggetto comune in casa che rappresenta un pericolo di morte

CONDIVIDI

I veterinari avvertono i proprietari di gatti contro un rischio mortale a casa

La lampada al sale dell’Himalaya è divenuta in pochi anni, molto popolare. Oltre ad essere un oggetto di decorazione d’interni, vanta anche molti benefici terapeutici. In effetti, secondo alcune credenze, purificherebbe i batteri dell’aria, riducendo odori e allergeni e aiutando a vivere serenamente. Tuttavia, secondo i veterinari, questa lampada potrebbe rappresentare un serio pericolo per la salute dei gatti.

Ecco il caso di Ruby, riportato dal quotidiano Metro, il gatto di un surfista che prova questo pericolo.

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Curiosità & Benessere  CLICCA QUI

La lampada al sale dell’Himalaya, pericoli per la salute del gatto

La lampada al sale dell’Himalaya è una gigantesca massa di cristalli di sale alimentare tagliato e contenente al suo interno una lampadina, come fonte di luce. Può sembrare incredibile, ma molte persone concordano sul fatto che questa lampada abbia molti benefici per la salute. In effetti, secondo alcune credenze, la lampada di sale dell’Himalaya rilascerebbe ioni negativi che neutralizzano l’inquinamento, gli odori, il fumo o lo stress, l’insonnia e la fatica, promuovendo così il rilassamento e migliorando la meditazione. Usiamo il termine credenze poichè secondo la rivista investigativa Snopes questi benefici sono del tutto infondati.

Tuttavia, per i seguaci di queste lampade, è necessario sapere che non si dovrebbero trascurare i suoi possibili pericoli per la salute dei gatti, come ci indica un chirurgo di rete neozelandese.

Il 26 giugno è una data che verrà sempre ricordata da Maddie Smith a causa di una orribile tragedia che ha colpito il suo gatto, Ruby. Ruby quella mattina apparve strano e feceva fatica a tenere la testa sulle spalle.

Pensando che Ruby fosse solo un pò raffreddato, lo coccolò e andò a lavorare. Ma al suo ritorno, Ruby era peggiorato, incapace di vedere, ascoltare o camminare perfettamente. Non riusciva a controllare la lingua ed era incapace di mangiare o bere.

Una diagnosi preoccupante:

Ruby aveva forti problemi neurologici molto inquietanti. Un esame del sangue aveva rivelato l’esistenza di un legame tra l’elevata quantità di sale nel sangue e i disturbi osservati.

La diagnosi? probabilmente un avvelenamento da sale che avrebbe potuto essere fatale se l’animale non fosse stato portato di corsa in ospedale. Ruby leccava la lampada al sale dell’Himalaya posizionata a scopo decorativo.

Fortunatamente, i veterinari sono stati in grado di ridurre e stabilizzare il livello di sodio e cloruro nel sangue di Ruby, con un trattamento endovenoso. Così, dopo alcuni giorni, il gatto di Maddie si riprese e potè tornare a casa.

Maddie dopo questa esperienza avverte i proprietari di animali domestici dei pericoli mortali della lampada al sale dell’Himalaya, una lampada da mettere fuori dalla portata dei gatti:

Per Maddie, “È un vero miracolo che Ruby sia ancora vivo oggi”. Va notato che le lampade al sale dell’Himalaya hanno un gusto molto gradevole per gli animali e possono portare a qualche dipendenza, quindi è consigliabile tenerle fuori dalla loro portata.

Avvelenamento da gatto con sale, mito o realtà?

Secondo un team di veterinari, l’avvelenamento da sale può manifestarsi con vomito, diarrea, letargia, andatura lenta, sete, minzione eccessiva, tremore o convulsioni e gonfiore del cervello.

Esistono alcuni studi che sono scettici sul pericolo del sale per gli animali, in particolare per i gatti. Secondo questo studio per esempio, sembra che un’alta assunzione cronica di sale non sia correlata ad un aumentato rischio di ipertensione o malattie cardiache in felini sani senza evidenza di ipertensione.

Dunque il caso di Ruby potrebbe essere un caso isolato, ma essere cauti sarebbe comunque meglio. Sarebbe ancora meglio tenere i nostri animali domestici lontani dal sale o abituarli a non mangiare troppo sale nel tempo.

Ti potrebbe interessare anche >>>

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI