Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Cibo e buonumore, cosa mangiamo d’estate?

Cibo e buonumore, cosa mangiamo d’estate?

CONDIVIDI

Il cibo e le diete sono strettamente collegati anche al buonumore. D’estate facciamo il pieno di alimenti sani, ne tratteremo beneficio tutto l’anno.

Buonumore
Fonte: Pixabay

Il cibo e l’umore sono strettamente collegati. Non è un argomento nuovo, perché da anni ci sono studi specifici sulla materia.

Ma lo diventa per noi, perché non sempre associamo il nostro stato d’animo anche a cosa mangiamo. E invece in parte la nostra felicità, la voglia di fare, la gioia da sprizzare dipendono da questo.

Anche in vacanza, quando vogliamo passare ore rilassanti con la famiglia, gli amici o semplicemente da sole.

Se vuoi restare sempre aggiornata su tutto ciò che riguarda le diete e le strategie per mantenerti in forma CLICCA QUI!

Cibo e umore, qualche consiglio per la dieta

frutta e verdura

Come aiutare quindi l’umore buono con la dieta? Diverse ricerche scientifiche sulla materia hanno dimostrato uno stretto legame legame tra cibo cervello. I risultati sono chiari: alle persone che non hanno grossi problemi di salute e non devono necessariamente perdere chili non serve un regime alimentare specifico per essere di buonumore, anche perché spesso le diete deprimono e fanno montare il nervoso.

Al contrario però un regime alimentare ricco di elementi nutrienti, di verdure e fibre, associato alla riduzione dei cibi a preparazione rapida e degli zuccheri raffinati, contribuisce ad evitare gli effetti potenzialmente negativi sul nostro cervello prodotti da una dieta ricca di cibi pesanti e poco nutrienti, come spesso siamo portati a mangiare in vacanza.

LEGGI ANCHE : Rimedi naturali: la tisana del buonumore

Quali sono quindi gli alimenti per essere sempre di buonumore? Anzitutto quelli ricchi di vitamine del gruppo B: In particolare la cobalamina, la tiamina e la niacina lavorano nel metabolismo energetico e se mancano possiamo sentire di più la stanchezza, essere maggiormente irritabili, nervosi. Sono vitamine presenti nelle verdure a foglia scura oltre che nei sottoprodotti di origine animale.

Fondamentale anche la Vitamina D contenuta nei pesci grassi, oli di fegato di pesce e cibi arricchiti. Nel caso, bastano gli integratori. Esistono poi grassi anti-infiammatori ricavati da olio d’oliva, avocado e pesci grassi che riducono l’infiammazione e migliorano l’umore. Allo stesso modo puntiamo su pesce e crostacei, verdure comprese le alghe, frutta, noci e semi.

Probiotici e prebiotici sono fondamentali, se ancora non ne facciamo uso meglio cominciare. In particolare i probiotici si trovano nei cibi fermentati come il kefir, il miso, ma anche i crauti ricavati dal cavolo cappuccio. Invece i prebiotici sani sono nei broccoli, nell’aglio, nelle lenticchie e nei carciofi.
Importante è anche il livello di serotonina e qui servono alimenti ricchi di triptofano. Come spinaci, pollo, salmone ma anche semi.
Ultimo consiglio: non dimenticate mai l’acqua, almeno 1,5 litri al giorno. Specialmente d’estate il rischio della disidratazione è forte e incide sia sull’umore che sui livelli di energia. Bevete, bevete tanto.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Leggi anche -> Sei triste? Ecco cosa mangiare
Leggi anche -> Cosa mangiare per ridurre il senso di fame
Leggi anche -> Cinque errori che commettiamo senza accorgercene e che ci fanno ingrassare