Home Maternità Salute Bambini: strategie anticaldo

Bambini: strategie anticaldo

CONDIVIDI

Il cuore dell’estate sta regalando giornate da bollino rosso per quel che riguarda il caldo, ecco come proteggere i nostri bambini dalle alte temperature.

strategie anticaldo per i bambini

L’estate si sta facendo decisamente sentire e anche i bambini come gli adulti soffrono il caldo, anzi, come gli anziani, sono una categoria molto delicata che va protetta dalle alte temperature con alcune accortezze da non sottovalutare mai.

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Capricci a tavola: 8 consigli per evitarli

Uno dei momenti più delicati per i bambini è quello del trasporto in auto che con le alte temperature può mettere alla prova la loro resistenza, per questo meglio evitare spostamenti nelle ore più calde anche se si è dotati di climatizzatore a bordo, ma scopriamo le altre strategie anti caldo per i più piccoli. 

Se vuoi restare sempre aggiornato sulla categoria maternità, clicca qui! 

Caldo: strategie per affrontarlo con i bambini

Il bagno al mare dopo mangiato non fa male ai bambini

L’estate regala moltissimi momenti di svago e divertimento ai bambini, soprattutto in seguito alla chiusura delle scuole, ma questa stagione e le sue alte temperature nascondono molti pericoli per i più piccoli che dovrebbero essere protetti dal caldo con alcuni semplici accorgimenti.

Una cosa molto importante riguarda l’idratazione, i bambini superata l’età neonatale in cui con il latte materno hanno tutta l’idratazione di cui necessitano, hanno bisogno di bere acqua durante il giorno, per questo sarà bene portare sempre con se un biberon o una bottiglietta di acqua naturale pronta da consumare.

I pasti dovranno essere freschi e leggeri ma soprattutto ricchi di frutta e verdura, essenziali per idratare l’organismo e riempirlo dei sali minerali utili per la salute. Via libera a frullati, estratti, verdure crude e cotte a vapore, accompagnate da proteine leggere i digeribili come quelle del pesce, delle uova e delle carni bianche.

Per quanto rigurda l’abbigliamento, bandite tutte le fibre sintetiche, preferire invece tessuti naturali come il cotone ed il lino che lasciano respirare la pelle e mantengono freschi tutto il giorno.

Gli spostamenti in auto, dovranno essere brevi e preferibilmente in orari più freschi, il climatizzatore in macchina potrà essere utilizzato ma assolutamente da evitare le temperature troppo basse.

Importantissimo, proteggere il bambino quando si entra in negozi, centri commerciali e luoghi con aria condizionata. Portare sempre con se una felpa leggera o un piccolo cardigan in cotone da far indossare prima di entrare in questi luoghi. La differenza di temperatura dall’esterno molto caldo all’interno molto freddo, potrebbe provocare congestioni e sindromi da raffreddamento.

Al mare, si potranno rinfrescare i più piccoli bagnando loro manine, viso e piedini, evitando le ore centrali del giorno e regalando loro dei bagni in mare, lontano dai pasti.

->>GUARDA ANCHE: 

Desideri ‘mangiare di baci’ il tuo bambino? I motivi della scienza

Bimbi dimenticati in auto: slitta l’obbligo dei sistemi anti abbandono

I tuoi figli non dovrebbero mai più sedersi in questa posizione

I figli fanno invecchiare il Dna delle madri di 11 anni

Cestino dei tesori montessoriano, cosa è e come realizzarlo

Aggressività nei bambini piccoli: fattori di influenza e comportamenti

Come curare la dermatite da pannolino al neonato: cause e rimedi

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI