Home Moda & Abbigliamento Victoria’s Secret cancella lo show degli angeli

Victoria’s Secret cancella lo show degli angeli

CONDIVIDI

Victoria’s Secret: per la prima volta dopo 23 anni di tradizione, quest’anno non si terrà la sfilata dei famosi “angeli” del brand.

Gizele Oliveira 2018 (Photo by Dimitrios Kambouris/Getty Images)

Victoria’s Secret ha cancellato il famosissimo show degli angeli, l’appuntamento autunnale di fama mondiale con cui il brand di lingerie presentava tutti gli anni la nuova collezione. La sfilata era una tradizione che si ripeteva ogni anno da 23 anni, ma quest’anno il sipario non si aprirà. E’ stata la modella australiana Shanina Shaik, 28 anni, a lanciare per prima la notizia bomba: “Sfortunatamente quest’anno non ci sarà uno show. Sono un po’ delusa perché non è qualcosa a cui sono abituata. Di solito durante questo periodo faccio le prove come angelo”.

Potrebbe interessarti anche –> Prima modella transessuale per Victoria’s Secret: ecco chi è

Dal 1995, anno in cui per la prima volta gli angeli della lingerie hanno inaugurato il loro show, trasmesso in diretta televisiva in tutti gli Stati Uniti, Victoria’s Secret ha steso il tappeto rosa sotto ai piedi di top model come Heidi Klum, Miranda Kerr, Alessandra Ambrosio e Adriana Lima.

Potrebbe interessarti anche –> I termini del sessismo in Italia e nel mondo

Ecco perchè Victoria’s Secret cancella lo show degli angeli

Ming Xi, Grace Elizabeth, Cindy Bruna, Gigi Hadid, Kendall Jenner, and Alexina Graham 2018 (Photo by Dimitrios Kambouris/Getty Images)

E’ sempre Shanina Shaik a parlare per prima delle possibili ragioni che hanno portato Victoria’s Secret alla presa di questa decisione: la modella australiana ipotizza che il brand sia cercando di ridefinirsi, di crearsi una nuova identità. Victoria’s Secret, però, non ha ancora rilasciato nessun commento ufficiale sulla questione.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Victoria’s Secret e il movimento #MeToo

Devon Windsor 2018 (Photo by Dimitrios Kambouris/Getty Images)

L’ultima crisi per l’azienda di Victoria’s Secret è esplosa con la recente brutta storia che vede coinvolto Les Wexner, il proprietario del gruppo L Brands di cui fa parte anche Victoria’s Secret, con il miliardario Jeffrey Epstein, attualmente in carcere a New York con le accuse di traffico sessuale e associazione a delinquere finalizzata al traffico sessuale. Si ipotizza che Epstein sfruttasse il brand per adescare ragazze che sognavano di diventare modelle.

Potrebbe interessarti anche –> Violenza sulle donne: parole da evitare quando se ne parla

Dall’esplosione del movimento femminista #MeToo il brand di Victoria’s Secret e il suo show degli angeli è stato spesso oggetto di molte e diverse controversie. Tantissime donne, famose e non, si sono espresse pubblicamente in disaccordo con l’immagine di donna amata dal brand, che per anni ha promosso capi di lingerie minuscoli su modelle magrissime. Poco prima della grande sfilata del 2018, in un’intervista a Vogue, il chief marketing officer di Victoria’s Secret Ed Razek si era gettato la zappa sui piedi affermando che lo show degli angeli non era rivolto alla comunità LGBTQ+ o alle donne formose. Alla domanda sul perché sulle passerelle di Victoria’s Secret non si siano mai viste modelle LGBT o taglie forti, Razek aveva risposto che le due categorie non rappresentavano la ‘fantasia’ che Victoria’s Secret cerca di vendere alle sue clienti: “Dovremmo avere transessuali nello show? No, non credo […] Perchè lo show è una fantasia, è un speciale di intrattenimento di 42 minuti e basta”. Dopo questa dichiarazione, il boicottaggio del brand da parte di moltissime donne è stato inevitabile.

Potrebbe interessarti anche –> Greta Thunberg: chi è la sedicenne che vuole cambiare il mondo

Il boicottaggio di Victoria’s Secret

Barbara Palvin, Yasmin Wijnaldum, Winnie Harlow, Gigi Hadid, Kendall Jenner, and Alexina Graham 2018 (Photo by Dimitrios Kambouris/Getty Images)

Lo shopping natalizio del 2018 non ha portato i ricavi previsti a Victoria’s Secret, e il 2019 non è partito sotto i migliori auspici: a inizio anno è stata annunciata la chiusura di 53 punti vendita, spinta anche dalla concorrenza di Amazon e di diverse aziende sportive. Ad abbandonare Victoria’s Secret, infatti, sono state soprattutto le millennials: nel 2018 le ragazze più giovani hanno preferito spendere in reggiseni sportivi, piuttosto che pizzi e merletti.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI