Home Bellezza Pelle Come trattare la pelle con dermatite atopica al mare

Come trattare la pelle con dermatite atopica al mare

CONDIVIDI

La pelle colpita da dermatite atopica otterrà al mare moltissimi benefici, anche se con le giuste precauzioni.

dermatite atopica al mare

La dermatite atopica è una patologia che per lo più colpisce i bambini nei primi mesi di vita tendendo a scomparire con la crescita, ma in molti casi può persistere anche in età adulta e per questo, come per i bambini, anche gli adulti per vivere il mare e la spiaggia, dovranno avere delle particolari accortezze, dato per assunto che l’acqua di mare, in fase remissiva della patologia, è un vero toccasana per la pelle atopica.

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Crema solare, quanta ne metti conta più del fattore di protezione

La dermatite atopica è una patologia della pelle che si presenta con estrema secchezza, piccole bollicine pruriginose e che colpisce soprattutto nelle pieghe della pelle, sul collo, all’interno di gomiti e ginocchia ma anche su altre parti del corpo come schiena e tronco.

Se vuoi restare sempre aggiornato sulla categoria bellezza, clicca qui! 

Pelle atopica e sole, tutte i consigli per trattarla

Bellezza: come preparare la pelle del viso al sole

Chi soffre di dermatite atopica, non deve affatto rinunciare al mare, ma vivere questi momenti come terapeutici avendo però delle accortezze particolari. L’acqua di mare può solo far bene alla pelle, ma quando la patologia è in fase remissiva, quando cioè la pelle non presenta lesioni, rossori molto diffusi e bolle pruriginose. 

Il mare ed il sole, preso al mattino fino alle 10.30 e al pomeriggio dalle 16.30 in poi, sono una vera panacea per la pelle atopica che però dovrà essere molto idratata con prodotti specifici consigliati dal medico dermatologo, dovrà essere protetta con un filtro di protezione 50+ ed evitare di essere tenuta umida, tenendo per esempio un costume bagnato addosso. Dopo il bagno in mare o se si ha molta sabbia addosso, sarà bene fare una doccia di acqua dolce e riapplicare la protezione solare. Un cappello a tesa larga, provvederà a proteggere la pelle del corpo dall’azione diretta dei raggi solari, magari durante una passeggiata in riva al mare.

Prima di esporre la pelle colpita da dermatite atopica al sole, sarà una scelta giusta, sottoporsi ad una visita con un medico dermatologo che provvederà alla prescrizione di norme igieniche, e prodotti specifici per questo tipo di pelle.

->>>GUARDA ANCHE: 

Pelle: i rimedi naturali per l’eritema e la scottatura solare

Pelle: maschera dopo sole fai da te-VIDEO-

Bakuchiol, il botox vegetale che rivoluziona la cosmetica

Acque termali spray, cosa sono e a cosa servono

Latte di riso: scopri l’elisir di bellezza

5 gesti da evitare per sembrare più giovane più a lungo

Ginnastica facciale antirughe: 5 esercizi per combattere i segni del tempo

Siero viso antiage all’acido ialuronico fai da te-VIDEO-

La tua pelle è più bella con le mele

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI