I trucchi che dovresti conoscere per riuscire a meditare davvero

0
17

Meditare non fa per te? Ecco i consigli che cambiano tutto

È noto che la meditazione porta molti benefici al nostro corpo e alla nostra mente. Meditare può aiutarci a gestire meglio lo stress e a concentrarsi meglio. Quando meditiamo regolarmente, mobilitiamo parti del cervello che migliorano anche la memoria.

Sebbene i benefici legati alla meditazione siano noti, spesso non la pratichiamo perchè pensiamo che la meditazione sia qualcosa di troppo complicato, ma niente paura, con questi consigli potrai meditare facilmente.

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Curiosità & Benessere  CLICCA QUI

Meditazione, 3 metodi per meditare in tutta semplicità

Se immagini che la meditazione consista nel non pensare a nulla e che, in realtà, non sia per te perché la tua mente è molto affollata di pensieri multipli, preoccupazioni, riflessioni … allora questo articolo è quello che fa per te !

Meditare non vuol dire letteralmente svuotare la testa, ma concentrarsi solo sul momento presente.

Naturalmente, durante la sessione di meditazione, la tua mente sarà sempre devastata dai pensieri, si tratta solo di imparare a concentrarsi meglio su se stessi.

Quando meditare?

Il momento migliore per la meditazione è senza dubbio la mattina, prima diiniziare la giornata. E se vivi in ​​una casa con altri (famiglia, coinquilini …), prova ad alzarti 10 minuti prima di tutti per poter meditare in pace. Ma se senti che il momento migliore per te sia un’altro, per esempio quando rientri a casa dopo il lavoro, sfrutta questo momento per rilassarti e meditare.

Alcune persone riescono persino a meditare in metropolitana o a piedi, ma per iniziare, estraiti per 10 minuti, solo per te.

Come fare una sessione di meditazione?

Il comfort è la chiave. Questo comfort non significa disporre di una stanza con un bellissimo arredo e un divano, ma piuttosto trovare una posizione in cui non sarete distratti da alcun dolore, in un luogo tranquillo e accogliente. Questo può essere nella tua camera da letto, nel tuo salotto o persino in un angolo della natura in un giardino, su un prato, in una spiaggia, dove preferisci

La posizione migliore per meditare

Scegli di sederti su una sedia o una poltrona, con i piedi appoggiati a terra, le braccia penzolanti, le mani rilassate sui braccioli o sulle cosce e la schiena dritta; Oppure mettiti direttamente a terra, nella posizione del Loto se sei yogini e ti senti a tuo agio in questa posizione.

A terra, in modo che non ti tiri sulle cosce, posiziona un piccolo cuscino sotto i glutei: così la colonna rimarrà diritta e le tue braccia si posizioneranno in modo abbastanza naturale in modo rilassato.

Alcune persone preferiscono meditare sdraiati sulla schiena, con le gambe distese e le braccia ai lati (la posizione di Savasana nello yoga), ma bisogna fare attenzione a non addormentarsi! La meditazione è certamente rilassante, ma solo se è consapevole se trae beneficio.

3 metodi per meditare

Una volta che sei ben sistemato, chiudi gli occhi e inizia guidandoti in uno di questi tre semplici modi.

Metodo 1: Concentrati sulla respirazione

Soffia il naso prima di iniziare!
Inspira lentamente e profondamente e osserva cosa succede. La pancia si gonfia? O meglio la cassa toracica? Cerca di inalare con la pancia, fino alla fine, molto profondamente, attraverso il naso. Dobbiamo ispirare quanta più aria possibile e respingerla controllando. Espira attraverso la bocca.
Non si tratta di espirare con un sussulto, ma piuttosto allo stesso ritmo dell’ispirazione, delicatamente e profondamente, dosando l’aria che esce.
Una volta che hai raggiunto il ritmo di un buon respiro profondo, sii consapevole di ciò che provoca: solleva la pancia, il busto e senti la distensione nelle spalle!
Inspira ed espira otto volte in profondità, quindi prova a sentire il passaggio dell’aria attraverso il naso, la gola, ecc. Ripeti questo ciclo tutte le volte che puoi.

Metodo 2: Concentrati sul tuo corpo

Una volta che ti senti a tuo agio, ben sistemato, senza dolore, diventa consapevole del tuo corpo. Scansionalo mentalmente e accuratamente.
Inizia con le dita dei piedi e sali lungo i polpacci, le ginocchia, le cosce, i glutei, la pancia, l’ombelico, li senti sollevare durante le tue ispirazioni? Quindi continua la tua strada attraverso la schiena, i trapezi, le braccia, le mani, senti come queste parti del corpo si rilassano. Ritorna gradualmente al plesso, diventa consapevole della tua gola attraverso l’aria che circola, quindi scansiona il tuo viso mentalmente, allenta la tensione, specialmente nella fronte, negli occhi e la mascella.
Naturalmente non dimenticare di respirare delicatamente, profondamente.