Home Bellezza Instagram, (ri)toccata e fuga: errori evidenti nelle foto dei vip

Instagram, (ri)toccata e fuga: errori evidenti nelle foto dei vip

CONDIVIDI

Foto ritoccate dei vip su Instagram, ecco come accorgersene. Intanto alcuni personaggi rispondono alla polemica sui presunti aggiustamenti estetici.

Alessia Marcuzzi e i ritocchi
Alessia Marcuzzi, showgirl

Con la bella stagione, aumentano anche le foto. Ne sanno qualcosa i vip, e non solo loro, intenti a postare dettagli sempre più particolari delle loro vacanze. Instagram, non da oggi, è la bacheca delle cartoline digitali: se un tempo si catturavano albe e tramonti, oggi si bada a spiagge, bikini provocanti e costumi all’ultima moda.

É la dottrina dei social media: conta quel che sembra, quindi se Belen va in vacanza in barca con la famiglia, facendosi immortalare in pose mozzafiato, anche la casalinga di Voghera ha il diritto di ritrarsi sul pedalò a Capocotta spacciandolo per un soggiorno incredibile alle Hawaii. Come fare? Merito dei filtri, altra innovazione crossmediale: fino a poco tempo fa conoscevamo soltanto quelli delle sigarette, adesso invece sono anche – e soprattutto – espedienti estetici.

Leggi anche –> Chirurgia estetica: quando la trasformazione diventa estrema

Infatti, se oggi sentite vostra figlia dire: “Mi serve un filtro migliore”, non pensate sia una viziosa ma collegate subito l’affermazione ad un possibile post su Instagram: è dipendenza anche questa, intendiamoci. Diversa, ogni epoca ha le proprie. Attenendoci all’attualità possiamo notare come qualche tempo fa sia uscita una polemica in merito ai presunti scatti ritoccati delle celebrità.

Già perché nell’era in cui tutto – o quasi – è in bacheca (o in vetrina, fate voi) c’è chi ama nascondere quel dettaglio pessimo o quel particolare antiestetico: senza contare che la perfezione, per certi versi, ha un po’ stufato. Ma vaglielo a spiegare ad una modella, costantemente sottoposta alla pressione mediatica e al clamore del proprio fisico.

Instagram, celebrità sotto accusa: “Vi ritoccate le foto”

Ad ogni modo, gli utenti sono sbottati: “Basta ritoccarvi le foto, non siete un buon esempio per i giovani”, allora le varie Elisabetta Canalis, Alessia Marcuzzi, Miriam Leone e tante altre si sono divertite a scherzarci sopra ritoccando esageratamente alcune fotografie per poi condividerle sul social: “Così almeno avete un motivo per prendervela”, il tormentone fa il giro del Web. Un modo come un altro per spegnere una polemica.

Ma come accorgersi se una foto è ritoccata? Un primo indizio va ricercato nei colori: una foto i cui contrasti sono stati modificati palesemente è stata probabilmente alterata e merita un’indagine più approfondita. Ecco spiegato il boom di effetti seppia, e non c’entra Montale: lui si faceva bastare gli ossi.

Se vuoi rimanere aggiornato sulle principali notizie di gossip e glamour CLICCA QUI

L’altro indizio è la presenza di linee rette accanto al corpo della persona inquadrata: aiuta a capire se sono state accentuate alcune curve della figura, poiché probabilmente – proprio in corrispondenza del profilo del soggetto – anche porte e pareti presenteranno sinuosità anomale.

Belen Rodriguez, alcuni suoi post sono finiti sotto accusa

Instagram, gli errori più frequenti: proporzioni sballate

Infine c’è la questione legata alle proporzioni delle gambe, in particolare alla lunghezza tra il ginocchio e il piede. Uno stinco eccessivamente lungo, a meno che non siamo su un barbecue a Ferragosto, è sintomo di anomalia. Dunque l’unico motivo plausibile è la presenza di un ritocco. Stesso dicasi per mani e piedi: improvvisamente potremmo notare dita eccessivamente affusolate, da fare invidia a Mr Fantastic dei Fantastici 4. Soltanto che nessuno di noi, perlomeno fino ad ora, è mai stato così elastico. Quindi, occhio a quello che vedete o che non vedete: famoso è il capezzolo di Belen, sparito improvvisamente da una foto in bianco e nero. Ha fatto la storia quasi quanto la protesi esplosa in volo di Carmen Di Pietro, in quel caso era colpa del chirurgo. Nell’altro sotto accusa finì il grafico.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio Google News, se vuoi rimanere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

La bellezza è un nome proprio, si dice. E i nomi propri non si scelgono, mai. Ma un buon programma di grafica sì, giusto per essere consapevoli che l’artificio esiste ed esisterà sempre. Basta solo non diventarne schiavi.