Home Matrimonio Lista degli invitati al matrimonio: segui tutti i consigli

Lista degli invitati al matrimonio: segui tutti i consigli

CONDIVIDI

Lista degli invitati: chi invitare al matrimonio? Come decidere chi presenzierà al vostro matrimonio in modo da non avere rimpianti? Ecco i nostri consigli

Uno dei primi impegni che vi terrà occupati durante la preparazione delle vostre nozze sarà la lista degli invitati a cui inviare le partecipazioni.
Preparare la lista degli invitati è in teoria un bel momento, ma in pratica diventa  una corsa ad ostacoli tra incertezze varie. E’  fondamentale fare una cernita dei parenti, amici e conoscenti per capire chi invitare e non  ad un’occasione davvero speciale.
Della lista degli invitati se ne parla ancora prima dell’abito da sposa e ancora prima di scegliere la location.
Non è sempre semplice farne una che non necessiti di essere  vista e rivista molte volte per raggiungere il numero di persone desiderato.

Ecco allora, qualche consiglio utile per poter fare le scelte giuste, per valutare accuratamente senza ripensamenti postumi.

Se vuoi essere sempre aggiornata su tutte le novità e i consigli utili in tema di amore e vita di coppia CLICCA QUI!

Decidere un numero massimo di invitati

i

Prima di iniziare a stilare la lista degli invitati, sedetevi insieme al vostro partner, decidete un numero massimo, anche approssimativo di invitati. Il numero massimo sarà dettato da tre parametri che andranno stabiliti a priori:

  • budget a disposizione.
  • capienza della sala della cerimonia
  • tipo di banchetto

Sicuramente  è importante valutare numeri adeguati sia tra i parenti sia tra gli amici. Quindi il consiglio è stabilire in anticipo se non un numero preciso, almeno un range abbastanza ristretto.

Quali parenti invitare?

Iniziare a scrivere qualche nome iniziando proprio dalla famiglia e dai parenti più vicini di entrambi. Avrete senza dubbio l’occasione di invitare anche parenti che vivono lontano da voi e soprattutto, per coloro che hanno famiglie allargate.

Cercate di rendere partecipe il maggior numero di persone vicine a voi e al vostro partner. Inoltre la decisione di invitare un parente e lasciarne fuori un altro, potrebbe portare a malumori all’interno della famiglia.

Potrebbe interessarti anche: Come organizzare un matrimonio in 6 mesi: la lista delle priorità

Un buon metodo per non offendere nessuno è definire gli inviti a livello gerarchico, quindi genitori, zii primi, nonni e cugini,  fino ai parenti di secondo grado. La scelta sicuramente è personale, il tutto dipende dalle possibilità economiche e il desiderio degli sposi.

Amici, quali invitare?

Se ci si vuole attenere ad un numero modico di ospiti, vi consigliamo di invitare i figli degli amici più stretti, ed evitare di farlo con quelli più lontani. Le amicizie di una vita non si possono escludere, persone con cui sono state condivise scelte e esperienze importanti. Nella lista vanno inseriti quelli che vi hanno invitato alle loro cerimonie: oltretutto, è questione di educazione e buon senso.

Amici quali vanno esclusi

Escludere qualche amico dalla propria festa di matrimonio è sempre poco gradito. Per ovviare a questo motivo, se si hanno problemi di spazio, di budget o di altro genere e si devono ridurre al minimo gli invitati, si può preparare un piccolo rinfresco vicino la Chiesa subito dopo la cerimonia.

In questo modo si potranno invitare tutti gli ospiti che non parteciperanno al vero e proprio pranzo, in una location ovviamente diversa da quella dei festeggiamenti. In questo caso, sull’invito si scriverà “Siete invitati al rinfresco dopo la cerimonia, in location specifica. Vi aspettiamo!”

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda la relazione, le dinamiche di coppia e come organizzare il tuo matrimonio CLICCA QUI!

Bisogna stare attenti qualora si prendesse questa decisione perchè qualcuno potrebbe sentirsi un “ospite di serie B” e potrebbe sicuramente offendersi o trovarlo poco delicato.

Evitare di invitare al proprio matrimonio ex fidanzati, capi e colleghi di lavoro se non sono tra gli amici, parenti lontani che abbiamo visto da piccini o forse nemmeno li conosciamo, d’altronde lo cita anche il Galateo.

Il Galateo prescrive di non invitare i colleghi di lavoro, l’invito può essere esteso a qualche collega con cui si è instaurato un vero rapporto di amicizia che esula dal lavoro, quindi non c’è motivo di non invitarlo. Ad ogni modo può essere utile regolarsi su quanto hanno fatto altri colleghi che si sono precedentemente sposati in ufficio.

Potrebbe interessarti anche: Le prove dell’abito da sposa: cosa devi sapere per essere serena

Fidanzati e figli degli invitati si devono invitare?

La scelta di invitare fidanzati e figli degli invitati è sicuramente personale. Quando si invita un’ amica o un amico, è giusto estendere l’invito anche al fidanzato o al coniuge e ai figli della coppia.

In questo modo si evitano disagi e soprattutto malcontenti ed imbarazzi. Se non si conosce il nome dell’altro, sull’invito è consigliabile scrivere “Famiglia Verdi”, “Matteo e Signora” “Ginevra e Compagno”. In questo modo, sicuramente tutti saranno accontentati e non ci saranno malintesi.

I figli degli invitati a nozze, si possono escludere dall’invito solo nel caso in cui la cerimonia fosse poco consona ad accogliere i bambini oppure è troppo formale o in una location inadeguata.  In questo caso è meglio specificare la coppia sull’invito “Sig.e sig.ra Verdi” “Matteo Verdi e Ginevra Bianchi” e così via, per evitare inutili fraintendimenti.

Troppi invitati: cosa fare?

Se la situazione vi è sfuggita di mano e avete superato abbondantemente il numero preventivato, allora è il caso di rivedere la lista. Si procede con un’adeguata scrematura, assicurati che i parenti invitati siano tutti conosciuti, senza arrivare alla prozia del Messico, mai vista né sentita.

In tal caso, depenna qualcuno, nessuno ne risentirà.

Per gli amici che non vedete da anni e che non rientrano nella vostra quotidianità, o anche colleghi di lavoro che non frequentate al di fuori dell’ufficio, sono da eliminare sicuramente.

Lo stesso discorso vale per gli “amici degli amici” o fidanzati e fidanzate del momento, e vedrete che con questi piccoli accorgimenti riuscirete a raggiungere il numero che avevate pensato inizialmente!

App per la lista degli invitati

La lista degli invitati si può digitalizzare sullo smartphone, installando una delle tante app per matrimoni e utilizzare la parte inerente alla “lista invitati”. Ecco un elenco delle più disponibili.

  • Matrimonio.com: ci permette di stilare una lista di invitati e  pianificare allo stesso tempo i tavoli con forma e ubicazione.
  • MiaSposa: una app che permetterà di annotare quanto necessario all’evento e che darà modo di stilare una lista di invitati con di dati e conferma o addirittura il declino dell’invito.
  • Event Planner: un app molto pratica che ricorda lo stile blocco note, permette di organizzare l’evento e pianificare con elenco invitati con grafici chiari ed esaustivi degli ospiti totali, confermati e quelli ancora in attesa.
  • MyWed: ci permette di concentrare gli invitati a nozze in un lungo elenco al quale poter aggiungere appunti e postille, fare gruppi per i tavoli e gestire gli invitati.
  • Guest List: una app specifica unicamente per gli invitati al matrimonio nella quale appuntare uno per uno i nomi dei relativi contatti e-mail, invito accettato, declinato o stato incerto.

Potrebbe interessarti anche: Matrimonio fai da te: bomboniera Shabby Chic in vetro

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Virgilia Panariello