Home Curiosita Barbie umana stanca di essere una bambola, ecco com’è ora

Barbie umana stanca di essere una bambola, ecco com’è ora

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:08
CONDIVIDI

Barbie umana, dopo infiniti interventi per assomigliare al suo idolo ora è stanca e si mostra così

Le operazioni di chirurgia estetica sono all’ordine del giorno. Scendere per strada e imbattersi in qualcuno che ha optato per qualche ritocco è il minimo che ci possa capitare. Ci sono persone che ricorrono alla chirurgia per eliminare qualche imperfezione che le attanaglia, altre che farebbero di tutto per assomigliare ad un loro idolo.

Se si dispone dei mezzi finanziari adeguati si può diventare chiunque si desideri, eliminare qualunque complesso, migliorare l’autostima e con essa l’atteggiamento con cui affrontiamo il quotidiano, ma quando questi interventi diventano un’ossessione, il risultato potrebbe non essere così positivo.

Basta pensare alla donna bianca che voleva diventare africana e alla sua incredibile trasformazione per comprendere quanto la chirurgia non metta freni allafantasia.

Per non parlare dell’uomo che voleva essere il nuovo Mickael Jackson e molti altri.

Un’altro esempio è quello di Valeria Lukyanova che ha modificato il suo aspetto fisico per assomigliare ad una bambola Barbie.

Valeria, la Barbie umana

Valeria è nata nel 1985, i suoi genitori hanno accolto la loro bellissima figlia e si sono sforzati di darle un’istruzione ordinaria, dignitosa nella loro città natale, Tiraspol, in Moldavia, che a quel tempo faceva parte dell’Unione Sovietica.

Valeria era una bambina bellissima, con le sue lunghe ciocche bionde e i suoi grandi occhi da bambola. Tuttavia, i suoi genitori non avevano idea di quanto avrebbe interiorizzato il termine “bambola” e quanto lontano si sarebbe spinta per difenderlo.

A 33 anni Valeria era una vera Barbie umana, grazie alla chirurgia estetica.

Da bambina, Valeria aveva una vasta collezione di bambole Barbie; il suo passatempo preferito era vestire ognuna di loro con abiti alla moda. Un comportamento ordinario, tipico della maggior parte delle ragazze dellasuaetà. Tuttavia, la differenza tra Valeria e le altre ragazze era che mostrava troppo interesse per le sue Barbie: era affascinata dal loro perfetto aspetto plastico, dimensioni simmetriche e aspetto generale. Nel tempo è diventata una vera e propria ossessione

Sono stati necessari milioni di dollari e tantissimi interventi affinchè questa ragazza potesse realizzare il suo sogno di assomigliare ad una bambola.

Nessuno poteva immaginare che quel comportamento avrebbe portato alla sua drastica trasformazione.

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Curiosità & Benessere  CLICCA QUI

L’ossessione per la chirurgia

Questa sua ossessione è stata il motivo trainante per ottenere successo nella vita. I suoi genitori per sopravvivere e crescere i loro figli facevano molti sacrifici e non avrebbero potuto pagare gli interventi per lei. Ecco perché, sin dalla tenera età, si è prodigata per ottenere il denaro necessario. A 16 anni, si è trasferita a Odessa, in Ucraina, per laurearsi in architettura all’Accademia statale delle costruzioni nell’area.

Valeria ha lavorato come modella e cheerleader in Ucraina, poi, nel 2014, scoppiò una guerra nel Donbass, che costrinse la ragazza a trasferirsi a Mosca, in Russia, anche se quella decisione alla fine l’avrebbe portata in un posto un pò più esotico poco dopo.

La sua bellezza non passava inosservata: nel 2007 ha partecipato al concorso “Miss Diamond Crown of the World e ha vinto il primo premio affascinando i giudici con le sue labbra carnose, i suoi grandi occhi e i suoi capelli biondi. Lukyanova ha battuto 299 concorrenti, quindi è stata la “crème de la crème” in termini di standard di bellezza.

Le regole della competizione non proibivano la modifica del corpo o il ricorso alla chirurgia plastica, ma la sua bellezza naturale sembrava andare oltre. Per lei è stato un nuovo inizio fatto di servizi fotografici, anche erotici, e interviste pubblicate su media russi.

Sfortunatamente, tutto ciò non era abbastanza per lei che voleva portare il suo aspetto a nuove vette.

Valeria sapeva di essere bella, ma era tutt’altro che soddisfatta, voleva il look perfetto, quello che solo le bambole Barbie avevano …

Ovviamente, ciò significava che avrebbe dovuto prendere misure drastiche per emulare quelle proporzioni “perfette” e innaturali.

Fondamentalmente, Valeria Lukyanova voleva diventare una bambola nella vita reale, quindi, in primo luogo, si sottopose ad un aumento del seno poi seguirono molti altri interventi.

La donna è sposata con Dmitry Shkrabov, un uomo d’affari ucraino con cui erano amici sin da piccoli.

Pian piano i cambiamenti per assomigliare ad una bambola erano sempre più evidenti. Una volta che la ragazza ha raggiunto l’obiettivo che stava cercando, ha reso note tutte le procedure chirurgiche alle quali si è sottoposta. Ecco cosa è accaduto dopo.