Home Coppia Intimità Palline vaginali: rafforzano le fasce muscolari pelviche

Palline vaginali: rafforzano le fasce muscolari pelviche

CONDIVIDI

Le palline vaginali dette anche Geisha balls si usano per tonificare il pavimento pelvico. Scopriamo le origini, i benefici e i modelli commercializzati

Fonte: Istock-photos

Le palline vaginali, dette anche Geisha balls o palline cinesi, sono degli strumenti utilizzati e conosciuti per mantenere il tono del pavimento pelvico, per la ginnastica pelvica e per gli esercizi di Kegel. Il loro utilizzo permette alle donne di avere le pareti interne della vagina più sensibili e quindi  recepiscono un maggior piacere durante il rapporto sessuale.
Le geisha balls spesso vengono utilizzate  anche come sex toy, per raggiungere un orgasmo potente.
Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda la relazione, le dinamiche di coppia o come conquistare il tuo uomo CLICCA QUI!

Palline vaginali: l’origine delle sfere

Le palline vaginali hanno un’origine antica ed un pò misteriosa. Secondi alcuni le sue origini risalgono dalla Cina di 2000 anni fa perciò conosciute anche palline cinesi, altri dicono che siano state inventate in Giappone nel 500 d.C.

Sono nate come strumento di piacere, da usare durante un rapporto sessuale o durante i preliminari. Inoltre sono ottime per mantenere tonica la zona dei genitali, soprattutto dopo il parto.

Potrebbe interessarti anche: Le regole per tenere sempre vivo l’eros: consigli di coppia

In passato venivano realizzate con materiali privilegiati come la giada o metalli, così da permettere i giochi di peso e di temperatura.  Le palline vaginali si posso acquistare in qualsiasi sexy shop, oppure online.

 

Come si indossano

Le geisha balls sono formate da una sferetta o da due unite da un cordoncino per estrarle, come per gli assorbenti interni.

Le palline vanno inserite in vagina, la sfera deve collocarsi a i 2 cm di distanza dall’apertura vaginale, per evitare che fuoriescano dobbiamo contrarre la muscolatura pelvica.

Per rendere tutto più facile e veloce, facciamo un bel respiro e rilassiamoci, perchè se siamo tese non riusciremo mai ad inserirle. L’inserimento può essere velocizzato, se vorrete con un lubrificante.

 

Potrebbe interessarti anche: Tutto ciò che c’è da sapere sui lubrificanti rosa

Dopo aver inserito le palline vaginali dentro, possiamo svolgere le attività di ogni giorno, correre, fare sport, in modo da farle vibrare e così attivano la circolazione del sangue nella zona.

Si possono indossare anche per poco tempo ogni giorno, sono molto più efficaci se pratichiamo ogni giorno gli esercizi di Kegel, si chiamano così perchè l’ideatore è il ginecologo statunitense Arnold Kegel.

Questi esercizi sono semplici contrazioni volontarie dei muscoli del pavimento pelvico che sostengono l’uretra, l’utero, la vescica e il retto.

Come scegliere le palline ?

Le palline vaginali vanno scelte in base alla struttura fisica, acquistarle più leggere e grandi se il pavimento è poco tonico, più piccole e pesanti se l’obiettivo è il mantenimento della tonicità.

E’ consigliabile utilizzarle dopo i trent’anni, perchè il pavimento pelvico inizia lentamente a perdere tono.

Le palline vaginali si devono utilizzarle inizialmente con gradualità, cioè 30 minuti per un paio di volte alla settimana, mentre si svolgono tutte le attività in movimento.

Potrebbe interessarti anche: Il desiderio è stanco? Chiediti perchè: i motivi della noia in intimità

Quale materiale scegliere?

In passato venivano utilizzate in pietre preziose come la giada, o addirittura in metallo.

I materiali consigliati oggi sono in silicone medicale e ABS, sono facili da indossare e da pulire. Potete anche sperimentare materiali diversi, di acciaio o addirittura senza il cordoncino come le fanno le geishe.

 

I benefici della palline vaginali

nono mese di gravidanza Fonte: Istock Photos

Come già anticipato le palline vaginali servono per mantenere toniche le fasce muscolari del pavimento pelvico.

Vediamo quali sono i benefici dell’uso di palline vaginali:

  • prevenzione dell’incontinenza
  • migliore tenuta fisica durante gravidanza, parto e post parto
  • miglioramento dell’intensità dell’orgasmo

E’ giunto il momento di acquistarle? Ecco quali sono i modelli più famosi e più venduti.

Luna Beads LELO

Luna Beads LELO è una delle più famose geisha balls.

Sono realizzate in plastica ABS con una  superficie super liscia, e sono inserite in una struttura in silicone.

Al suo interno sono contenute delle sfere metalliche piccolissime  che oscillano ad ogni semplice movimento. Si vendono a kit con due coppie di palline di peso diverso.

Pearl Heavy by MOQQA

Queste palline vaginali sono indicate alle donne con il  pavimento pelvico più tonico. Le possono utilizzare anche le donne che hanno già utilizzato per molto tempo quelle più leggere. Le pearl heavy sono palline in silicone, che hanno un peso di 40 grammi, formano un corpo unico con il filo che serve per sfilarle. La superficie non è completamente sferica, ma sfaccettata.

 

Palline Lysio by SVARA

Anche queste palline vaginali sono indicate per le più esperte, hanno un peso di 95 grammi complessivamente.

A differenza delle altre, queste non sono estraibili, hanno una struttura unica in silicone, le due sfere sono molto unite tra di loro e formano un corpo oblungo.

Set di Palline Luvkis

Esistono quattro tipologie diverse, sono due sfere in un una che  formano un corpo unico di forma ovale.

Si vendono 4 in un’unica confezione, di diverso peso:

  • 45 grammi
  • 85 grammi
  • 105 grammi
  • 125 grammi

In questo modo ci si può allenare in modo graduale.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

 

Virgilia Panariello