Home Salute e Benessere Igiene intima femminile: abitudini da adottare ed errori da evitare

Igiene intima femminile: abitudini da adottare ed errori da evitare

CONDIVIDI

Scopriamo abitudini da adottare ed errori da evitare quando si tratta dell’igiene intima di noi donne. Spesso sbagliamo senza nemmeno accorgercene.

igiene intima

Per noi donne l’igiene intima è non solo questione importante ma anche assai delicata, una pratica fatta di piccoli gesti quotidiani ma anche di una serie di comportamenti utili da adottare per prevenire disturbi genitali di vario tipo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> 3 consigli geniali per eliminare i forti odori intimi

Oggi proveremo a indagare tutto ciò per acquisire maggior consapevolezza circa i comportamenti corretti da adottare e quelli invece da evitare a tutti i costi quando si parla di igiene intima femminile.

Prenderci cura di noi stesse è sempre l’obiettivo numero uno.

Se vuoi restare sempre aggiornato sulla cura della bellezza e della salute di noi donne, clicca qui! 

Igiene intima femminile: istruzioni per l’uso

Cattivo odore intimo, le cause e rimedi
Fonte foto: Istock

Quando si parla di igiene intima ci sono numerosi comportamenti che noi donne adottiamo tutti i giorni ma che sono altrettante cattive abitudini che portiamo avanti senza neanche rendercene conto.

Oggi proveremo a svelarle, così da poterle evitare in futuro, ma anche a conoscere le corrette misure da adottare da qui in avanti per un igiene intima semplicemente impeccabile.

Lavarsi troppo – Spesso si pensa che lavarsi ogni volta che si va in bagno sia il miglior modo per evitare che batteri prendano il sopravvento. Al contrario, soprattutto se vengono utilizzati saponi troppo aggressivi o non specifici per il pH vaginale, si possono provocare o aggravare problemi come cattivo odore, secchezza o infezioni ricorrenti, ad esempio la candidosi.

Svuotare la vescica dopo ogni rapporto sessuale – Grazie all’urina elimineremo infatti i batteri che potrebbero essersi introdotti nell’uretra durante il rapporto e che rischiano di causare problemi fastidiosi come al cistite

Tamponare da davanti verso dietro – Dopo ogni lavaggio sarà bene asciugare tamponando e non sfregando, muovendosi dall’alto verso il basso, così da evitare il trasferimento dei batteri dell’ano in vagina.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Secchezza vaginale: cause, sintomi e rimedi natuali

Scegliere i giusti assorbenti – Durante il ciclo mestruale ogni donna dovrebbe prestare particolare attenzione. Importante sarà infatti scegliere assorbenti lavabili, in cotone, che permettono la traspirazione ed impediscono la diffusione dei batteri, oppure la sempre più famosa coppetta mestruale che, essendo in silicone medicale, è igienica e pratica.

Ph – I detergenti utilizzati per l’igiene intima dovrebbero avere un pH intorno a 3,5 – 5,5. Spesso i saponi tradizionali sono leggermente alcalini (pH > 7), ecco perché si consiglia il ricorso a prodotti appositamente testati ed approvati per l’igiene intima.

Deodoranti – L’utilizzo in zone intime può essere molto controproducente, in primis causando irritazioni o reazioni allergiche, in secondo luogo occultando odori che invece andrebbero trattati.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

LEGGI ANCHE…

Igiene intima: 3 errori che probabilmente commetti ogni giorno

Igiene intima in estate: le precauzioni

5 falsi miti sull’igiene intima