Home Ricette Secondi Piatti Polpette, che goduria. Tre ricette ottime da gustare

Polpette, che goduria. Tre ricette ottime da gustare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:57
CONDIVIDI

Tutti amano le polpette perché sono un piatto che richiama la nostra infanzia. Un piatto poca spesa-tanta resa che non richiede un’abilità particolare, ma solo tanta passione.

 

Polpette (iStock)

Le ricette sono uno di quei piatti che unisce l’Italia. Centinaia di ricette, diverse da regione a regione, ma anche da paesi a pochi chilometri di distanza.

Ma un unico sapore, perché l’idea è quella di un piatto di recupero, buono per fare mangiare la carne (ma anche le verdure) ai bambini, Un classico ‘svuotafrigo’ che si adatta a tutte le stagioni e accontenta i gusti di tutti. Tanto a fare la differenza sono le materie prime.

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda le nuove ricette, come organizzare una cena o un pranzo oppure creare magnifiche torte CLICCA QUI!

Polpette, tre ricette stuzzicanti che vanno bene per tutti

Ricette Polpette (iStock)

Quando ci sono poche idee in cucina o poco tempo per preparare, le polpette risolvono. L’impasto infatti potete prepararlo anche la sera prima e poi tenerlo in frigo prima di friggerle. E d’estate, perché non portarle in spiaggia con voi? Ecco tre ricette alle quali non si può resistere.

Polpette alla sorrentina

300 g carne macinata di bovino
300 g carne macinata di suino
1 uovo
1 patata lessa
800 g polpa di pomodoro
350 mozzarella
40 g pangrattato
1 spicchio d’aglio
basilico
sale
olio extravergine d’oliva

In una ciotola mescolate le due carni macinate, l’uovo, la patata lessa già schiacciata, il pangrattato, poi aggiustate di sale e pepe. Formate delle polpette di medie dimensioni e rosolatele in padella con un po’ d’olio extravergine fino a quando non diventano dorate.
Quando sono cotte, aggiungete in padella il sugo di pomodoro, qualche foglia di basilico e cuocete a fiamma bassa, con un coperchio, per circa 15 minuti. Poi aggiungete la mozzarella tagliata a dadini e cuocete altri cinque minuti tenendo il coperchio per farla sciogliere. Queste polpette vanno servite calde.

LEGGI ANCHE: Polpette di patate: come realizzare la ricetta gustosa ma leggera

Polpette al sugo con patate

500 g carne macinata di manzo
2 fette di pancarrè
400 g polpa di pomodoro
1 uovo
3 patate
2 cucchiai di prezzemolo tritato
2 cucchiai di parmigiano (o grana) grattugiato
latte
1 cipolla
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
rosmarino
sale e pepe

Ammorbidite le fette di pancarrè con un po’ di latte. Poi strizzatele e unitele in una ciotola assieme alla carne macinata, l’uovo, il parmigiano, il prezzemolo tritato, sale e pepe. Impastate bene e formate delle polpette di dimensioni piccole.
A parte tritate la cipolla e soffriggetela in una padella con 2 cucchiai d’olio d’oliva, poi pelate le patate e tagliatele a dadini. Quando la cipolla è imbiondita aggiungete la polpa di pomodoro e il rosmarino.
Fate raggiungere il bollore alla salsa e poi mettete polpette e patate nella padella. Allungate con mezzo bicchiere d’acqua calda, coprite con un coperchio e abbassate il fuoco. Cuocete le polpette per 35-40 minuti girandole di tanto in tanto. E assaggiare per capire se dovete aggiustare con sale e pepe
A cottura ultimata scoperchiate e fate rapprendere il sugo. Anche in questo caso vanno servite calde
Servite queste polpette ben calde.

Polpette di maiale, speck e ricotta

600 g polpa di maiale macinata
150 g ricotta vaccina
100 g fettine di speck
3 uova
30 g pangrattato
farina 0
prezzemolo
olio di semi di arachide
olio extravergine d’oliva
sale e pepe

In una ciotola, condite la polpa di maiale con un cucchiaio di olio extravergine e lo speck tritato finemente. Mescolate bene, poi mettete il preparato in una pirofila e infornate a 190 °C per 12′-13′. Quando il composto è pronto, sfornatelo e frullatelo con un robot da cucina.
Mescolate il composto ottenuto con la ricotta, un uovo, il pangrattato, un ciuffo di prezzemolo tritato, sale e pepe. Quindi formate delle polpette di medie dimensioni, passatele nella farina, nelle uova battute e infine nel pangrattato.
Friggetele nell’olio di arachidi mettendone poche alla volta per non far scendere la temperatura dell’olio che deve essere bollente. Quando sono dorate, scolatele sulla carta da cucina e servitele calde o tiepide.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI