Paura per Tinto Brass, ricoverato in terapia intensiva

Tinto Brass da lunedì sera è in Terapia Intensiva per un malore accusato a Roma mentre stava per cenare. Il regista, molto popolare per i suoi film ad alto tasso erotico, è grave ma fa progressi.

Tinto Brass (google im)

Sono ore di grande ansia per la salute di Tinto Brass. Il famoso regista, oggi 86enne, è stato infatti ricoverato lunedì sera in un ospedale romano, in condizioni critiche anche se a distanza di quasi due giorni sembra filtrare un po’ di ottimismo.

Ma dopo il grave ictus che l’aveva colpito nel 2010, ogni ricovero per lui rappresenta quasi una scommessa.

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda gossip, programmi tv e reality e i suoi concorrenti CLICCA QUI!

Tinto Brass in ospedale, gli ultimi aggiornamenti sulla sua salute

Tinto Brass ( google im)

I fans di Tinto Brass, il regista milanese di nascita e romano ora di adozione, stanno facendo tutti il tifo per lui. Da un paio di giorni infatti è in Terapia Intensiva all’ospedale Sant’Andrea di Roma. Tutto è cominciato lunedì sera nella villa romana in cui vive da diversi anni e che adesso condivide con la seconda moglie, Caterina Varzi.

É stata proprio lei a raccontare al ‘Corriere della Sera’ cosa è successo. Lunedì, dopo aver lavorato tutto il giorno all’allestimento di alcune mostre che gli stanno a cuore, Tinto Brass si stava preparando per cenare. All’improvviso però ha accusato un malore e la febbre gli è salita di molto. Così la sua compagna ha chiamato subito il 118 ed è scattato il ricovero in ospedale.

Potrebbe interessarti anche: Serena Grandi: ricoverata all’ospedale Santarcangelo. Svelato il motivo

La paura è stata molta anche perché è ancora fresco il ricordo di quanto era successo a Tinto Brass nel 2010. Il famoso regista, diventato un’icona del cinema erotico negli anni ’80 e ’90, improvvisamente era stato colpito da un ictus. Dopo il ricovero si era scoperto che la malattia  gli aveva provocato anche la cancellazione di tutti i ricordi e della memoria.

Poi però grazie ad una terapia era tornato in pieno possesso delle sua facoltà.
Ad aiutarlo, oggi come nove anni fa, Caterina Varzi. Ex avvocatessa e ricercatrice all’università, è stata la sua musa in un cortometraggio ma soprattutto è diventata la sua compagna prima e sua moglie di anni fa, aprendo anche una fase conflittuale con i figli di Brass che nel 2018 l’hanno portato in tribunale perché temevano che potesse disperdere il suo patrimonio.

Le prime notizie sul ricovero e la degenza di Tinto Brass sono arrivate proprio da lei: i primi momenti sono statoi di terrore vero, ma ora sembra che le cose vadano meglio e il marito l’ha anche riconosciuta mentre gli stava accanto. Rimane comunque in Terapia Intensiva e decisive saranno le prossime ore, ma tutti fanno il tifo per lui.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Da leggere