Tanabata la famosa festa delle stelle innamorate

Tanabata, che cos’è e come si festeggia, anche in Italia.

Tanabata
Fonte: Istock

In molti avranno sentito parlare di Tanabata, la famosa notte delle stelle innamorate. Si tratta di una festività di origini cinese che ha preso piede anche in Giappone e che negli ultimi anni, grazie anche alla passione crescente per il paese del Sol levante, sta diffondendosi anche da noi.
Durante questa notte, che in Giappone si celebra il settimo giorno del settimo mese, secondo il calendario moderno ha una data che cambia di continuo e che in genere tende a cadere più nel mese di Agosto che in quello di Luglio. La celebrazione è molto particolare e prevede anche l’esaudirsi dei desideri.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Il Giappone ha annunciato il nome della nuova era

Se vuoi restare aggiornata sulle tradizioni giapponesi e su tutto ciò che riguarda feste e folklore CLICCA QUI!

Tanabata, origini della leggenda e come festeggiarlo

Tanabata
Fonte: Istock

Oggi, è il sette Luglio e in Giappone si sta già festeggiando il Tanabata. In tanti avranno notato come in molte città italiane siano in corso dei festeggiamenti studiati ad hoc, scopriamo quindi come celebrare questa giornata.
Per prima cosa iniziamo con qualche informazione generica sul Tanabata.

Un tempo sulle sponde del Fiume Celeste (la via lattea) viveva Tentei, sovrano di tutti gli Dei.
Tentai aveva una figlia di nome Orihime (Vega), il cui ruolo era quello di tessere splendidi abiti per le divinità. La sua vita si incentrava solo su questo ed il tempo per pensare a se stessa era davvero esiguo. Così la giovane donna, non aveva amici né tanto meno una persona da amare. Preoccupato per la sua sorte, Tentei decise quindi di trovarle un marito e tra tutti scelse un giovane mandriano di nome Hikoboshi (Altair), che proprio come la Orihime viveva solo per il suo lavoro. Come per ogni matrimonio combinati, i due giovani si conobbero solo giorno del matrimonio.
Tra i due, però, scattò subito l’amore e ciò fece si che le nozze furono particolarmente felici. Purtroppo la passione che li unì da subito li portà a dimenticare i propri doveri e questo spinse Tentei ad andare su tutte le furie fino a separarli, confinandoli dalle parti opposte della via lattea. Senza più potersi vedere i due giovani caddero in una profonda depressione che spinse Tentei a dar loro modo di vedersi almeno una volta l’anno ovvero il settimo giorno del settimo mese lunisolare.

La leggenda vuole, quindi, che ogni anno, nel settimo giorno del settimo mese i due siano felicissimi di incontrarsi e che questa sia una notte fortunata.
Tanabata è quindi una festa che parla d’amore e che soprattutto in Giappone si festeggia esprimendo dei desideri. L’incontro delle due stelle viene infatti celebrato nelle strade che per l’occasione vengono adornate con lampade di carta. Inoltre vengono decorati gli alberi di bambù con i tanzaku, delle strisce di carta colorata che stanno a simboleggiare i fili intrecciati da Orihime e dove vanno scritti i desideri.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dodici cose che non sai sul Giappone e i giapponesi

In Giappone ogni regione tende a celebrare questa festività in giorni diversi con modalità che cambiano da luogo a luogo. In Italia è arrivata come festività fissa del 7 Luglio, tanto che oggi in molte città si tende a festeggiare in vari modi. Tanabata è una festa che si può celebrare anche a casa, appendendo i kantasu ad aberelli di bambù o osservando le stelle in cielo. In questa notte speciale, infatti, se il tempo lo consente, le stelle di Vega e Altair sono particolarmente visibili.
Buon Tanabata a tutti/e, quindi e che i vostri desideri si esaudiscano.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Leggi anche -> Solitudine? In Giappone puoi risolverla affittando i parenti
Leggi anche -> Tatuaggi ispirati al mondo degli anime giapponesi
Leggi anche -> Tatuaggi giapponesi, scopriamone i significati

Da leggere