Ansia: l’esposizione alla violenza emotiva potrebbe esserne la causa

È stato scoperto che lo stress avvertito da piccoli ha un profondo effetto sul sistema nervoso centrale e che può avere ripercussioni nell’età adulta.

11 cose che fai a causa dell'ansia e le persone non capisconoL’ansia è uno dei disturbi mentali più comuni, tuttavia, nella maggior parte dei casi, gli specialisti non la considerano una malattia mentale, ma piuttosto una reazione codificata in noi che ci aiuta a individuare e gestire le minacce. È l’ansia che ha permesso all’umanità di sopravvivere negli ambienti più ostili e imprevedibili.

Al giorno d’oggi, l’ansia è considerata una sensazione inspiegabile di disagio e preoccupazione. Come si spiega il fatto che veniamo ancora colpiti da questo stato di disturbo psichico nonostante l’ambiente in cui viviamo oggi sia molto diverso da quello dei nostri antenati?

Gran parte della letteratura collega gli attuali disturbi d’ansia a una forma di abuso emotivo anche se sperimentato durante l’infanzia. È stato scoperto che lo stress avvertito da piccoli ha un profondo effetto sul sistema nervoso centrale e che può avere ripercussioni nell’età adulta.

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Curiosità & Benessere  CLICCA QUI

L’abuso emotivo è dannoso quanto la violenza fisica

relazioni pericolose
Relazioni di coppia pericolose, i segnali (Istock Photos)

Secondo uno studio di Erika Lawrence, una dottoressa in psicologia, l’abuso psicologico è dannoso quanto la violenza fisica. Il suo studio ha concluso che la vittimizzazione psicologica può avere conseguenze più dannose della vittimizzazione fisica.

I bambini che sono stati vittime di abusi emotivi non sviluppano necessariamente ansia nelle loro vite. Tuttavia, sperimentare eventi traumatici mentre il cervello si sviluppa provoca un disturbo delle risposte neuroendocrine allo stress. Ciò significa che qualsiasi ulteriore stress causato da abusi mentali o fisici comporta un alto rischio di innescare disturbi psicologici come ansia e grave depressione.

Cos’è l’abuso narcisistico?

I narcisisti applicano un principio basato sui propri sentimenti e dolore che proiettano su una vittima.

Un narcisista sembra ammirare se stesso, pur mantenendo un dialogo interno profondamente imperfetto in cui percepisce costantemente uno squarcio tra la personalità che nasconde in lui e la facciata che mostra al mondo.

Per sentirsi meglio e colmare le sue carenze psicologiche, il narcisista manifesta meccanismi di difesa distruttiva per danneggiare coloro che si prendono cura di lui, distrugge le relazioni e infligge intenzionalmente profonde ferite psicologiche.

Alcune forme di violenza narcisistica includono:

Manipolazione: influenza indirettamente il comportamento della vittima
Abuso verbale: sminuisce, umilia, biasima la vittima
Confusione: introduce dubbi sulla percezione della realtà della vittima
Sabotaggio: intervenire intenzionalmente per causare interruzioni del rapporto tra la vittima e il suo mondo esterno
Sfruttamento: si approfitta della vittima per ottenere un ritorno personale

L’abuso narcisistico è una delle forme più dannose di violenza psichica. Rende la vittima incapace di pensare e ragionare chiaramente a causa di un aumento dello stress e dell’affaticamento surrenale. In questo caso, la vittima è soggetta a sviluppare ansia sociale estrema, malattia da stress invasiva, disturbo dissociativo dell’identità e sintomi di depressione grave.

Un narcisista può distruggere la psicologia di chiunque, ma preferisce trovare qualcuno che sia già stato vittima di abusi psicologici o fisici. Proverà a prendere il controllo della sua vita, a infrangere la fiducia in se stesso e a infondere in lei il dubbio.

Gli obiettivi più comuni per i narcisisti sono persone empatiche e compassionevoli che scelgono di vedere il meglio negli altri. Questo tipo di persona sceglierà di comprendere il narcisista e si fiderà di lui.

È così che questo manipolatore inizia gradualmente a tessere la sua rete attorno alla sua vittima e usa ogni mezzo necessario per farlo sentire sempre più dipendente da lui. Col passare del tempo, il narcisista farà credere alla sua vittima che sta diventando pazza. Questo sotto la sua influenza, perderà tutta la fiducia in lei e metterà in dubbio la sua sanità mentale.

Più narcisisti esercitano la presa sulle loro vittime, più entrano in uno stato mentale completamente isterico. Le vittime di abusi psicologici soffrono e preferiscono isolarsi e allontanarsi dal resto del mondo. Ancora peggio, ogni vittima di un narcisista pensa di essere l’unica responsabile di tutto ciò che le accade.

Come liberarsi da un narcisista?

– Parla con uno psicologo per identificare e confermare la natura della violenza

– Scappa dalla situazione abusiva

– Ricostruisci la tua salute mentale e l’autostima

– Sviluppa strumenti per riconoscere e prevenire futuri abusi

Fonte: Santè+

Ti potrebbe interessare anche >>>

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

 

Da leggere