Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Ravanello: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarlo

Ravanello: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarlo

CONDIVIDI

Il ravanello è un alimento prezioso tipico della bella stagione. Scopriamo insieme perché fa così bene, le eventuali controindicazioni e tutte le curiosità che lo riguardano.

ravanelli
Fonte: Istock

Il ravanello è una radice molto diffusa ma ancora poco conosciuta, almeno per quanto riguarda le sue numerose proprietà. Caratteristico per via del suo colore rosso all’esterno e bianco all’interno è più utilizzato da chi è a dieta e questo per via del sapore particolare e delle poche calorie che contiene. Ricco di vitamine e sali minerali è un alimento che è consigliabile inserire nell’alimentazione di tutti i giorni. Ciò nonostante può avere degli effetti collaterali. Scopriamo quindi tutto quello che c’è da sapere sul ravanello, partendo dai valori nutrizionali per proseguire con i benefici, le curiosità e i modi di usarlo in cucina.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Limone: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarlo

Se vuoi restare aggiornata sulle proprietà degli alimenti e sui rimedi naturali CLICCA QUI!

Tutto sul ravanello: proprietà, controindicazioni, curiosità e ricette

ravanelli
Fonte: Istock

Il ravanello (il cui nome è raphanus sativus) è un ortaggio appartenente alla famiglia delle Crucifere e così ricco di proprietà da essere usato anche in campo fitoterapico. Riconosciuto fin dall’antichità per via delle sue proprietà curative, è noto anche nella medicina orientale dove viene impiegato per guarire infezioni della pelle, ulcere, etc… In genere non c’è una dose giornaliera consigliata ma come per ogni alimento, il consiglio è quello di inserirlo nell’alimentazione di tutti i giorni senza mai eccedere.

Calorie e valori nutrizionali
In media, 100 grammi di ravanello hanno 11 calorie, rendendo questo alimento un vero e proprio amico di chi è a dieta. Del tutto privo di colesterolo, apporta una piccola percentuale di fibre mentre è ricco di potassio (240 mg), sodio (59 mg), fosforo (29 mg) e calcio (39 mg). Contiene inoltre molta vitamina C (18 mg) e tracce di vitamina A e del gruppo B.

Proprietà e benefici

Il ravanello vanta diverse proprietà benefiche che lo rendono un toccasana per l’organismo. Tra queste, le più note sono le seguenti:

  • Essendo ipocalorico è utile per chi è a dieta e vuole perdere peso
  • Ha proprietà depurative
  • Contrasta i radicali liberi
  • Evita la formazione di parassiti nell’intestino
  • Stimola la digestione
  • Funge da diuretico naturale
  • È un antibatterico naturale
  • Aiuta a prevenire e controllare gli spasmi
  • Ha effetti lassativi
  • Contrasta la ritenzione dei liquidi
  • Contribuisce ad abbassare la pressione alta
  • Aiuta fegato e reni a depurarsi
  • Ha proprietà rilassanti per il sistema nervoso
  • Aiuta a sedare la tosse
  • Vanta un basso indice glicemico
  • Applicato su morsi di insetto aiuta a lenire il prurito

Controindicazioni
Il ravanello se consumato ad alte dosi può irritare le pareti gastriche portando dolori. Il consumo è quindi sconsigliato a chi soffre di colite, gastrite, colon irritabile o reflusso. Se è un alimento che fa già parte dell’alimentazione quotidiana, il consiglio è quello di sentire il proprio medico curante prima di iniziare a mangiarlo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Radicchio: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarlo

ravanelli
Fonte: Istock

Come assumere il ravanello e curiosità

L’uso più comune che si fa del ravanello è nelle insalate. Questo ortaggio molto buono anche come spezza fame dona infatti un sapore molto particolare alle verdure alle quali si accompagna. Ottimo anche nel pinzimonio si presta ad usi alternativi come quello di una cottura in forno per realizzare delle gustosissime chips. Frullato con altre verdure può infine dare proprietà disintossicanti per renderle più efficaci ed esaltarne il sapore.

Andando alle curiosità

  • In Giappone esiste un ravanello molto simile a questo ma con ancor più proprietà ed il suo nome è il daikon.
  • Nel nostro paese si trovano tipi di ravanelli più piccoli del comune e il più diffuso è la radicola.
  • Il ravanello può essere coltivato anche in vaso. La sua semina va da Febbraio ad Ottobre ed è sempre meglio evitare i mesi più freddi dell’anno.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Leggi anche -> Songino: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarlo
Leggi anche ->
Cicoria: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarla
Leggi anche ->
Patate dolci: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarle