Home Ricette Succo di frutta fatto in casa, sano e nutriente

Succo di frutta fatto in casa, sano e nutriente

CONDIVIDI

Il succo di frutta preparato in casa ha tanti punti a suo favore ed è molto più facile di quello che potete immaginare. Una classica ricetta tanta resa-poca spesa per tutte le stagioni.

Succo di frutta fai da te (iStock)

Ci sono molti motivi per produrre il succo di frutta in casa invece di andarselo a compare al supermercato o in un negozio di alimentari.

Al di là del prezzo, che pure conta, c’è la soddisfazione personale, c’è la certezza di quello che si mette nel bicchiere dei nostri bambini, che beviamo noi o che diamo anche a persone anziane e si consuma un prodotto molto più naturale, senza zuccheri e additivi aggiunti. E ottenere un bel risultato finale è davvero semplice se si seguono due o tre regole di base da seguire.

Se vuoi rimanere aggiornato giorno per giorno su tutte le notizie riguardanti le categorie salute e benessere, dieta e alimentazione, CLICCA QUI!

Succo di frutta fatto in casa, perché ci piace

Succo di frutta (iStock)

Il succo di frutta preparato in casa ha davvero un altro sapore rispetto a quello industriale. Rispetta perfettamente il nostro regime alimentare quotidiano ed è un modo diverso di consumare frutta. Rende anche più facile farla mangiare dai bambini che altrimenti farebbero storie, dalle persone anziane che hanno problemi di masticazione e ha un contenuto di materia prima nettamente più alto rispetto a quello che compriamo già fatto.

Ma non dimentichiamo un’altra cosa importante. Molto spesso la frutta che viene usata per la produzione dei succhi è quella di scarto o comunque non di primissima scelta. E poi c’è la lavorazione: in uno stabilimento la frutta viene messa in una potente centrifuga che separa la polpa e il succo, con un processo che riduce di molto le proprietà nutrienti della materia prima. Infine, per la conservazione vengono aggiunti zuccheri, edulcoranti, aromi, vitamine sintetiche che non devono nemmeno essere citate sulle etichette.

Quindi dateci retta, meglio fare i succhi di frutta in casa, perché non c’è bisogno nemmeno di strumenti particolari come gli estrattori. Prepararli è quasi una passeggiata e potere anche farlo con i vostri bambini, così impareranno il valore degli alimenti.

Succo alla pesca fatto in casa

Succo alla pescha (iStock)

Ingredienti
1 kg pesche mature
300 g zucchero
1 l acqua
1 succo di limone

Per il succo vanno bene tutti i tipi di pesche, non necessariamente quelle molto zuccherate. Lavatele molto bene, sbucciatele e tagliatele a pezzetti mettendole in una ciotola. In una pentola sufficientemente grande versate l’acqua e lo zucchero, mescolando fino a quando lo zucchero non si sarà sciolto completamente. A quel punto aggiungete le pesche e dopo che l’acqua bolle lasciate ancora cuocere per 3-4 minuti, aggiungendo il succo di un limone.

Una volta cotto, frullate tutto bene con un mini-pimer senza nemmeno togliere dalla pentola fino a quando il composto non diventa completamente liquido. Potete già imbottigliare quando è ancora caldo e chiudete con un tappo ermetico o con le classiche capsule che si usano per le bottiglie di birra o di vino.

Per creare il sottovuoto, girate le bottiglie a testa in giù e lasciatele raffreddare. A quel punto si può tenere in frigo per almeno una settimana, oppure sterilizzare le bottiglie in acqua calda per conservarlo ancora più a lungo.

Potrebbe anche interessarti :Pesca: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarla

Per il succo di frutta concentrato servono:

Pesche (iStock)

800 g di pesche biologiche
100 g di zucchero

Lavate bene e sbucciate le pesche, poi tagliatele a pezzetti. Mettete i pezzetti in
una pentola facendoli cuocere insieme allo zucchero per circa 10-12 minuti e versate il composto ottenuto in un frullatore da cucina. Poi frullate fino a quando non sarà ridotto in polpa. Se risultasse troppo denso sarà sufficiente aggiungere un po’ di acqua bollente.
Potete berlo così, oppure conservarlo in frigo per almeno una settimana.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI