Home Salute e Benessere

Stanchezza surrenale: cos’è? ecco i sintomi e come curarla

CONDIVIDI

Le ghiandole surrenali sono ghiandole che producono diversi ormoni e quando non funzionano correttamente, appaiono molti disturbi che sembrano innocui, ecco quali sono.

Stanchezza

Sei costantemente stanco anche dopo aver dormito 8 ore di fila? Hai vertigini e giramenti senza una ragione apparente? Hai spesso raffreddori o frequenti reazioni allergiche? Se la risposta è sì a ogni domanda, probabilmente soffri di affaticamento surrenalico. Ecco alcune indizi di questo male silenzioso e sui sintomi associati.

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Curiosità & Benessere  CLICCA QUI

Stanchezza surrenale: cos’è e come si cura

stress da esami
Fonte: Istock

Chiamata anche iposurrenia, l’affaticamento surrenale è una disfunzione della ghiandola con lo stesso nome che causa un rallentamento della produzione di ormoni. Le ghiandole surrenali sono una coppia di ghiandole di dimensioni di noce situate appena sopra ogni rene.

Le ghiandole surrenali sono ghiandole che producono diversi ormoni e quando non funzionano correttamente, appaiono molti disturbi come affaticamento, pressione bassa, disidratazione, ecc.

Un’interruzione della ghiandola surrenale comporta il declino della produzione di tre ormoni: il cortisolo che regola il livello di zucchero nel sangue; Aldosterone, un ormone che assorbe il sale e trattiene l’acqua per mantenere un buon livello di idratazione del corpo; e infine, androgeni, che sono ormoni sessuali che svolgono un ruolo nella crescita dei capelli e nella produzione di estrogeni. In caso di malattie che colpiscono le ghiandole surrenali, la produzione di questi ormoni può essere completamente interrotta.

La stanchezza surrenale non è una malattia, ma piuttosto una serie di sintomi che avverte che le ghiandole surrenali non funzionano correttamente.

Stress: un fattore di esaurimento delle ghiandole surrenali

Lo stress provoca una reazione chimica nel corpo che mette in allerta. Rilascia adrenalina, norepinefrina e cortisolo, ormoni che restituiscono il sangue dal centro del corpo ai muscoli per preparare il corpo a un potenziale attacco. Le reazioni fisiologiche sono le seguenti: dilatazione delle pupille, stato di maggiore vigilanza, accelerazione cardiaca. Una volta cancellata la minaccia, il corpo ritorna al suo stato di omeostasi fisiologica, interrompendo il rilascio di ormoni.

Siamo permanentemente condizionati a resistere allo stress nella nostra vita di tutti i giorni. Questo stato di stress rende i nostri recettori del cortisolo ipotalamici meno efficaci, il che causa un’eccessiva produzione di cortisolo, da qui i disturbi di salute che sono correlati a un’interruzione delle ghiandole surrenali. Lo stress impedisce quindi al corpo di recuperare e fornire una risposta appropriata a questo disturbo.

Quando le ghiandole sono sovrasfruttate, causano una serie di sintomi che alterano la salute generale come una grande stanchezza che neanche il consumo eccessivo di caffè e altre bevande eccitanti riesce a combattere.

Questo esaurimento delle ghiandole può favorire l’insorgenza di condizioni come l’asma, le allergie, le condizioni respiratorie, la fibromialgia e altri problemi immuno-correlati come la malattia di Addison, una malattia autoimmune che colpisce 4 su 100.000 persone che sono anche collegate a una carenza delle ghiandole surrenali.

I principali sintomi di affaticamento surrenale:

• libido assente
• Sensazione di stanchezza permanente
• Voglia di cibi salati e dolci
• Frequenti vertigini e mal di testa
• Per le donne, sindrome premestruale accentuata
• Peggioramento dei sintomi legati alla menopausa
• cambiamenti di umore, irascibilità
• Squilibrio ormonale e / o esaurimento
• Problemi di memoria
• Tensione cronica dei muscoli che causa alta pressione sanguigna
• frequenti raffreddori
• Reazioni allergiche

Se soffri di affaticamento surrenale, devi apportare alcune modifiche al tuo stile di vita per trattare questi sintomi. Ecco un elenco di suggerimenti per aiutare a prevenire questa condizione.

7 consigli per evitare l’affaticamento surrenale:

• Dormire almeno 8 ore al giorno
• Dare priorità a una dieta sana ed equilibrata (frutta e verdura biologica)
• Esercizio fisico
• Limitare le situazioni di stress
• Assumere integratori di vitamina B
• Prendi l’estratto di liquirizia
• Aggiungi sale marino o dell’Himalaya alla tua dieta abituale

Infatti, per garantire il corretto funzionamento delle ghiandole surrenali, il corpo deve essere supportato nutrizionalmente, con cambiamenti nelle abitudini alimentari che miglioreranno il loro “recupero”. Nutrizione di qualità, sport regolare, attività  divertenti e attività ricreative che promuovono il benessere e uno stile di vita che promuove il riposo contribuiranno a preservare le ghiandole surrenali forti e sane.

Benefici dell’estratto di liquirizia:

La liquirizia ha molti benefici per la salute: aiuta a mantenersi in forma e a sostenere il funzionamento della ghiandola surrenale. Secondo Sebastian Polo, che ha scritto il libro medicina ayurvedica, la liquirizia avrebbe effetti simili al cortisolo e può aiutare a ridurre i sintomi della malattia di Addison (malattia autoimmune).

Infatti, riproduce alcune funzioni delle ghiandole surrenali ed è anche molto efficace nel trattamento della sindrome da stanchezza cronica. I suoi benefici non sono stati dimostrati da alcuno studio scientifico; è stato dimostrato solo il suo uso nel tempo. È necessario consumarlo sotto controllo medico e chiedere il parere del medico.

Ti potrebbe interessare anche >>>

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

 

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore