Home Curiosita

Detersivi fai da te per avere una casa sempre ecopulita

CONDIVIDI
come avere una casa splendente e pulita con i detersivi fai da te (Istock Photos)

Come avere una casa pulita rispettando l’ambiente con i detersivi fai da te. Gli ingredienti base per preparare il detersivo a casa, per una casa ecopulita

Come avere una casa pulita e splendente rispettando l’ambiente? Con i detersivi fai da te e le pulizie ecologiche. Oggi proponiamo gli ingredienti base per fare a casa propria il detersivo utile per pulire tutta casa rispettando l’ambiente, non inquinando e risparmiando anche soldi. Imparando a fare da se i propri detersivi per la casa, avrete la possibilità di avere superfici splendenti come i pavimenti di casa, ma anche detersivi per lavare i piatti e pulire gli specchi. Insomma, una casa ecopulita dove tutti i cattivi odori scompariranno in breve tempo, grazie a piccoli trucchi che potrete mettere in pratica fin da subito.

Le pulizie ecologiche sono contagiose. Dopo aver appreso le basi per prendervi cura della vostra casa risparmiando e rispettando l’ambiente, coinvolgerete la famiglia e gli amici nella vostra nuova avventura. Insegnerete loro come evitare l’acquisto di una quantità spropositata di detergenti, grazie alla possibilità di sfruttare pochi prodotti che si adatteranno a molte situazioni. Solo per fare un esempio, il semplice detersivo per i piatti sarà perfetto anche per la pulizia di vetri, specchi e pavimenti. Ridurre la quantità di detersivi acquistati significa non soltanto risparmiare denaro, ma anche diminuire il volume dei rifiuti prodotti nelle nostre case. L’autoproduzione non è tempo perso: preparare in casa il sapone può diventare l’occasione per un momento di ritrovo con gli amici. Occuparsi delle pulizie della casa talvolta può apparire noioso: trasformate il tempo speso a lavare i piatti o a rendere gli specchi di nuovo splendenti in un’occasione per rilassare la mente, scacciare i pensieri negativi e pianificare attività piacevoli per i momenti di tempo libero. Forse per qualcuno di voi, così come per me, le pulizie di casa sono parte di ricordi di famiglia felici, che risalgono a quando le nonne lucidavano il rame e l’ottone con il succo di limone, o lavavano le stoviglie a mano, con del semplice sapone. Tutto era bianco e splendente. La pazienza e l’impegno erano sempre premiati. La vostra casa ecopulita sarà splendente e perfetta quasi senza fatica e rifletterà il vostro stato di benessere interiore.

Potrebbe interessarti anche: Sapone di Marsiglia per il corpo: tutti i benefici del sapone – VIDEO

Grazie ai detersivi fai da te potremo conoscere esattamente gli ingredienti contenuti nei prodotti che utilizzeremo. Potremo preparare scorte di prodotti a lunga durata, come il sapone fatto in casa, a partire da materie prime e ingredienti ecocompatibili e sicuri.  Nel detersivo fatto in casa che proponiamo non sarà mai presente alcuna sostanza nociva per l’ambiente e per la vostra famiglia.  L’autoproduzione dei detersivi è parte di una vera e propria scelta di vita, basata sull’autosufficienza e sul distacco dalle logiche della pubblicità e dalla dipendenza da aziende che non operano nel vero rispetto per l’ambiente.

Potrebbe interessarti anche: Sapone di Marsiglia per il corpo: come farlo a casa

Gli ingredienti base per fare il detersivo a casa

detersivi fai da te per una casa ecopulita (Istock Photos)

Partiamo da una breve descrizione di quali ingredienti base vi serviranno per poter ottenere un detersivo per la vostra casa ecopulita. Tenete presente che per fare ottime pulizie di base basterebbe avere a disposizione bicarbonato di sodio, sapone fatto in casa o di Marsiglia e un buon panno in microfibra.

  • L’Acqua: insieme al sapone è il primo elemento che ci viene in mente quando pensiamo al pulito. L’acqua calda può essere d’aiuto per rimuovere meglio lo sporco dai piatti e dalle superfici. Tuttavia, i lavaggi in lavatrice a temperature troppo elevate potrebbero rovinare alcuni capi. Cerchiamo dunque di mantenere una temperatura di lavaggio media, in base all’intensità dello sporco e alle reali necessità del nostro bucato. L’acqua fredda ci aiuta a rimuovere alcuni tipi di macchie che potrebbero diventare difficili da eliminare a causa di un contatto diretto con l’acqua molto calda, come le macchie di sangue e di frutta. Per la preparazione dei detersivi fai da te possiamo utilizzare acqua di rubinetto o acqua distillata (magari recuperando quella filtrata dal deumidificatore). L’acqua distillata è del tutto priva di batteri e di residui calcarei. Ricordiamo sempre che l’acqua è preziosa, dunque utilizziamola nelle quantità di cui abbiamo bisogno per le pulizie e chiudiamo il rubinetto quando non è necessario che scorra.

 Potrebbe interessarti anche: Pastiglie per lavastoviglie naturali fai da te –  VIDEO

  • Acido citrico: è un acido debole che si presenta sotto forma di piccoli granuli trasparenti. Può essere disciolto in acqua e non lascia odori sulle superfici su cui viene usato come anticalcare o sugli abiti, per i quali viene impiegato come ammorbidente. Le dosi indicate si riferiscono ad un acido citrico anidro puro, che potete acquistare su Internet o in farmacia. Anche l’aceto di vino è efficiente come anticalcare e ammorbidente, ma ha un maggior impatto ambientale. Utilizzate l’acido citrico disciolto in acqua seguendo dosi bene precise. Per preparare un litro di soluzione al 15% in peso, pesate 150 grammi di acido citrico, versateli in un contenitore graduato e unite l’acqua fino a raggiungere la tacca che indica un litro. Mescolate fino allo scioglimento dei granuli. Per preparare un litro di soluzione al 20%, utilizzate 200 grammi di acido citrico; usate 100 grammi per una soluzione al 10% perfetta come ammorbidente. Utilizzate la soluzione al 15% come brillantante e per le normali pulizie della casa (piastrelle, vetri e specchi). La soluzione al 20% è utile per rimuovere il calcare da oggetti e superfici resistenti, oltre che come disincrostante per la lavatrice.
  • Argilla: l’argilla verde e bianca ci aiutano nelle pulizie ecologiche grazie alla loro capacità di assorbire i cattivi odori e di facilitare la rimozione dello sporco. Le potete utilizzare insieme al bicarbonato per creare deodoranti per ambienti, utili per prevenire gli odori sgradevoli. Le argille in polvere, invece, vi serviranno, insieme al bicarbonato, per creare creme e polveri pulenti adatte a rimuovere lo sporco dalle superfici resistenti. Potete acquistare l’argilla su Internet, in erboristeria, in farmacia o nei negozi di prodotti biologici.

Se vuoi restare sempre aggiornato su le novità e i consigli in fatto di bellezza, come creare saponi e detersivi a casa clicca qui!

  • Bicarbonato di sodio: è un sale di sodio dell’acido carbonico. Si tratta di una sostanza presente in natura o prodotta chimicamente, dal ridotto impatto ambientale. Le soluzioni di acqua e bicarbonato presentano un pH leggermente basico, che può risultare utile per contrastare la presenza di batteri e muffe che si sviluppano in ambiente acido. Il bicarbonato assorbe gli odori e aiuta a eliminarli dalle superfici e dai tessuti. Con il sapone liquido e i detersivo per i piatti è un ingrediente di base per preparare creme pulenti adatte a rimuovere lo sporco ostinato. Il comune bicarbonato di sodio è in vendita in qualsiasi supermercato o negozio di generi alimentari. Nei negozi del biologico potrete trovare bicarbonato di sodio purissimo di origine naturale e di provenienza italiana.
  • Carbonato di sodio: il carbonato di sodio è meglio noto come soda da bucato, soda per le pulizie o soda Solvay. Non va confuso con la soda caustica (idrossido di sodio). Si tratta di un detergente ecologico, economico e conveniente. Adatto per la pulizia delle superfici resistenti, il lavaggio ei piatti, dei vetri e dei pavimenti. Non utilizzatelo su oggetti e superfici in cotto, legno, alluminio, fibra di vetro, su mobili smaltati e delicati. Non è adatto per il lavaggio di capi delicati, lana e seta. Il carbonato di sodio non fa schiuma: ciò permette di non sprecare troppa acqua durante il risciacquo. Indossate sempre i guanti quando lo maneggiate.
  • Idrossido di sodio: noto come soda caustica, è una sostanza indispensabile per la preparazione casalinga del sapone, poiché rende possibile la reazione di saponificazione a partire dall’olio prescelto. Una volta terminato il processo di saponificazione, la soda scompare dal prodotto finale, regalandoci un prodotto ecologico e biodegradabile. La soda caustica non deve mai entrare in contatto con gli occhi. Nel maneggiarla indossate sempre i guanti, occhiali e mascherina. Arieggiate l’ambiente e non respirate i vapori che si sprigionano nel contatto tra la soda e l’acqua. La potete acquistare su Internet, nei negozi di ferramenta o di prodotti per le pulizie.

Potrebbe interessarti anche: Housekeeping: pulire i pavimenti in modo ecologico con i detersivi fai da te

  • Percarbonato di sodio: è uno sbiancante e igienizzante ecocompatibile, in polvere. Lo si trova in vendita puro o, ancora più facilmente, come ingrediente principali degli sbiancanti ecologici per il bucato. È utile per pretrattare e rimuovere le macchie e per mantenere viva la brillantezza dei capi bianchi. Il per carbonato di sodio puro agisce in modo ottimale durante il lavaggio a una temperatura di 50 °C, mentre alcuni prodotti a base di per carbonato di sodio sono già attivi a 30 °C e risultano utili in lavatrice e per pretrattare a lungo le macchie. Il per carbonato di sodio e gli sbiancanti e igienizzanti ecologici a base di questo ingrediente sono reperibili su Internet e nei negozi del biologico. Alcuni prodotti sono formulati per igienizzare sia il bucato che le stoviglie.
  • Oli essenziali: sono sostanze oleose e profumate estratte da fiori, foglie, cortecce, frutti, scorze e radici. Ogni olio essenziale ha le proprie peculiarità. Alcune essenze naturali presentano proprietà antibatteriche, antisettiche e antifungine. Si rivelano dunque utili per l’igiene di tessuti e superfici, oltre che contro le muffe. Arricchite i vostri detersivi fai da te con oli essenziali antibatterici prima di dedicarvi alla pulizia di pavimenti o dei sanitari. Ne bastano poche gocce: per profumare un ambiente è sufficiente versare nel bruciaessenze una goccia di olio essenziale per ogni metro quadrato. Gli oli essenziali naturali versati in piccole quantità nei bruciaessenze aiutano anche a purificare l’aria di casa. Eucalipto, lavanda e tea tree sono particolarmente adatti per disinfettare e profumare il bucato. Per la pulizia di pentole e piatti, versate alcune gocce di olio essenziale di limone sulla spugna insieme al detersivo, nell’acqua dell’ammollo o in lavastoviglie. Acquistate oli essenziali puri, realizzati con materie prime provenienti da agricoltura biologica e biodinamica. Li troverete in erboristeria e nei negozi di prodotti naturali.

Quale olio essenziale usare nel detersivo fai da te?

Esistono diverse profumazioni e usi alternativi a seconda di come volete usare gli oli essenziali. Di seguito una piccola guida da seguire in base agli usi che volete farne in casa e per la casa.

  • Oli essenziali antitarme: provate quelli a base di cannella, patchouli, lavanda e cedro;
  • Oli essenziali antibatterici: ottimi quelli a base di tea tree, lavanda, limone, timo, geranio e eucalipto
  • Oli essenziali antimuffa: chiodi di garofano, cannella, lavanda, manuka e tea tree;
  • Oli essenziali antisettici: limone, menta, geranio, lavanda, eucalipto, timo, tea tree;
  • Oli essenziali per profumare casa: arancio dolce, lavanda, limone, geranio e menta.

Potrebbe interessarti anche: Shampoo fai da te, 3 ricette naturali da fare a casa tua

Il sapone per il bucato e le pulizie fai da te

detersivi fai da te per una casa ecopulita sempre, il bucato (Istock Photos)

Per la preparazione del sapone per il bucato e le pulizie di casa, potete utilizzare oli meno pregiati di quello di olio d’oliva, ma fate attenzione alle dosi di acqua e di soda, che cambiano in base al tipo di olio prescelto. Quindi:

  • Per 1 kg di olio d’oliva: 134 grammi di soda caustica, 313 g di acqua.
  • Per un 1 kg di olio di girasole: 134 g di soda caustica, 313 g di acqua.
  • Per 1 kg di olio di soia: 135 g di soda caustica, 315 g di acqua.
  • Per 1 kg di olio di mais: 136 g di soda caustica, 318 g di acqua.
  • Per 1 kg di olio di arachidi: 136 g di soda caustica, 318 g di acqua.
  • Per 1 kg di olio di riso: 130 g di soda caustica, 304 g di acqua.

Per risparmiare, nella preparazione casalinga del sapone potete utilizzare anche l’olio di frittura: conservatelo in una bottiglia, dopo averlo filtrato più volte con un colino, fino al momento dell’impiego per la saponificazione, facendo attenzione a separare oli di diverso tipo. Si tratta di un modo intelligente per riutilizzare un prodotto di scarto molto inquinante. Ricordate di non gettare mai l’olio impiegato per la cottura e la frittura tra i rifiuti domestici, nel lavello o negli scarichi. Anche se non lo utilizzate per la saponificazione, dovete conservarlo in una bottiglietta o in un flacone con tappo e consegnarlo presso le isole ecologiche o i punti di raccolta presenti nel vostro comune.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore