Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Controllare l’indice glicemico con la frutta: ecco come

Controllare l’indice glicemico con la frutta: ecco come

CONDIVIDI

E’ risaputo che una buona salute passa anche dall’alimentazione, ma chi sa che anche l’indice glicemico può essere controllato con la frutta? Ecco come..

indice glicemico frutta
Banco della frutta, IStock

Mantenersi in salute e in forma è possibile spesso anche solo per mezzo di un’alimentazione corretta: è bene infatti inserire, nella nostra dieta, tutti gli apporti nutritivi essenziali per il nostro organismo.

L’alimentazione però, può rivelarsi un’ottima alleata anche in caso si soffra di alcune patologie specifiche: nella fattispecie, inserire strategicamente alcuni cibi nella nostra quotidianità potrebbe rivelarsi un rimedio naturale, che ci permette di non ricorrere (o di ricorrere meno) all’utilizzo dei farmaci.

Questo è il caso dell’indice glicemico, che può risultare in squilibrio specialmente per coloro che soffrono di alcune malattie specifiche, come il diabete: grazie all’inserimento costante della frutta nella propria dieta, è possibile riequilibrare il livello di glucosio nel sangue.

Tra i frutti sicuramente più indicati per questo scopo c’è l’avocado: è uno dei migliori, poiché ha un valore glicemico molto basso, e inoltre è ricco di antiossidanti. Unica controindicazione è il suo contenuto di grassi, caratteristica da tenere in considerazione per non abusarne.

Se vuoi rimanere aggiornato giorno per giorno su tutte le notizie riguardanti le categorie salute e benessere, dieta e alimentazione, CLICCA QUI!

Tenere a bada l’indice glicemico è possibile, basta mangiare la frutta: ecco quale

indice glicemico frutta
Banco della frutta, IStock

A seguire c’è poi la frutta secca, che riempie ed è anche ricca di omega-3, vitamine e magnesio. Con la bella stagione che si avvicina si possono mangiare anche le ciliegie: qui flavonoidi e antocianine riescono eccellentemente a tenere l’indice glicemico in equilibrio.

Altri antiossidanti sono il pompelmo e le fragole, anche questi frutti di stagione: il primo è buono nelle spremute e riduce anche il livello di colesterolo nel sangue, le seconde aiutano il metabolismo nelle sue funzioni principali.

Tra gli evergreen troviamo poi pere e mele, immancabili in tavola: frutti perfetti per chi soffre di diabeta, ma anche in questo questo caso è bene non esagerare.

Ultimi, ma non per importanza, sono albicocche e prugne: entrambe, se mangiate fresche e intere, danno un buon apporto di energia e hanno un effetto detossinante per l’organismo. Secondo alcuni studi inoltre, le priugne riescono ad abbassare il rischio di diabete di tipo 2 fino al 18%.

Da DiLei

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

LEGGI ANCHE:

La frutta secca combatte la pressione alta: ecco come

Cosa cucino oggi? Menu completo di pranzo e cena a basso indice glicemico

Prevenire il diabete e l’infarto con la dieta della frutta secca