Home Attualità Una ragazza stava facendo jogging, poi l’inizio dell’incubo

Una ragazza stava facendo jogging, poi l’inizio dell’incubo

CONDIVIDI

Voleva solo fare una corsetta come tutte le mattina. E’ stato l’inizio dell’incubo per una donna toscana

Un uomo di 36 anni, che vive nella provincia di Empoli, ha letteralmente fatto un agguato ad una donna, verso le 6 del mattino, mentre era andata a fare una corsetta, affiancandola e colpendola con una violenta spallata, facendola scivolare in un fosso di scolo che si trova vicino alla  pista ciclabile.

Questa persona, che è stata inchiodata dagli inquirenti, a quel punto le si è buttato addosso per bloccarla, cercando di levarle i pantaloni e mettendole le mani sulla bocca per impedirle di urlare. Facendo questa vile mossa è riuscita ad abusare della donna.

La violenza sessuale è accaduta il 27 aprile scorso lungo la pista ciclabile che collega Limite sull’Arno a Capraia Fiorentina, nella provincia di Firenze.

Il commissariato di Empoli, al termine delle indagini preliminari,  ha identificato e rintracciato e l’uomo e in data odierna, è stata eseguita l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Firenze su richiesta della Procura.

Leggi anche —> ROMA: nuovo centro TRONY Ponte Milvio, traffico paralizzato

Il violentatore, si sarebbe dileguato dopo pochi minuti, forse anche a causa della resistenza della donna, fuggendo con la sua vettura. A seguito dell’aggressione, la donna ha riportato contusioni multiple giudicate guaribili in dieci giorni dal personale  sanitario dell’ospedale San Giuseppe. La ragazza in stato di forte choc,  si è recata prima a casa e poi si è fatta accompagnare dal padre nel nosocomio più vicino.

Dopo il tragico fatto  è scattata la denuncia con le indagini. Le indagini da parte della procura, compiute sulla base di elementi difficile da mettere insieme  riferiti in commissariato dalla vittima, si sono sviluppate nei giorni seguenti analizzando le immagini di video sorveglianza di una vasta zona. Gli inquirenti sono così risaliti al 36enne, che, tra l’altro, annovera a proprio carico altri precedenti di polizia per fatti analoghi, reati di violenza sessuale, commessi in Italia ed anche all’estero. Questa persona ora è dietro le sbarre nella prigione di Sollicciano

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI