Home Personaggi Uomini Pelé chi è: età, altezza, carriera, vita privata e Instagram

Pelé chi è: età, altezza, carriera, vita privata e Instagram

CONDIVIDI

Una biografia completa per ripercorrere carriera e vita privata di Pelé, vera e propria intramontabile leggenda del mondo del calcio.

  • Data di nascita: 23 ottobre 1940
  • Età: 78 anni
  • Segno zodiacale: Scorpione
  • Professione: Calciatore
  • Luogo di nascita: Três Corações, Brasile
  • Altezza: 173cm
  • Peso: 75 kg

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda i personaggi più celebri di oggi e di ieri CLICCA QUI!

Pelé età e biografia

Photo by Keystone/Getty Images

Edison Arantes do Nascimento, meglio conosciuto come Pelè, viene considerato insieme a Maradona il più grande giocatore di tutti i tempi.

I suoi numeri parlano per lui, prima tra tutti il numero di goal e il primato in fatto di Coppe del Mondo conquistate con la propria nazionale: Pelè ha segnato in carriera più di 1200 reti, stabilendo un record difficilmente attaccabile (in pratica, è quasi la media di un gol a partita) ed è inoltre stato l’unico giocatore ad aver vinto tre campionati del mondo (disputandone in totale quattro), precisamente nel 1958, nel 1962 e nel 1970.

Il lungo cammino nel mondo del pallone inizia per Pelé nel 1956 quando fu notato Waldemar de Brito che lo accompagnò a San Paolo del Brasile per un provino per il Santos.

Il suo debutto da professionista è datato 7 settembre 1956, con tanto di gol all’esordio e inizio di un percorso che in appena un anno gli consentì di conquistare un posto in nazionale. Una carriera strabiliante per un sedicenne.

Grazie alle brillanti prestazioni del campione, la nazionale Brasiliana da terza del Sud America ascese rapidamente, tanto che nel 1958 vinse il campionato del mondo disputato in Svezia, occasione che fece conoscere al mondo intero il talento di Pelé. Fu  forgiato qui il suo più celebre soprannome, “La perla nera”.

Meno fortunato per Pelé il suo secondo mondiale, quello del Cile nel 1962, dove si infortunò nella seconda partita, contro la Cecoslovacchia, dovendo così abbandonare il torneo. Si rifarà però ai Campionati del mondo del 1966 in Inghilterra (che non si concluse brillantemente) e a quello del Messico del 1970, che vide il Brasile ancora una volta in vetta alla classifica, a spese proprio dell’Italia, sconfitta per 4-1 con contributo fondamentale di Pelè.

Nel 1975, dopo diciotto anni trascorsi nel Santos, Pelé passò alla squadra New York Cosmos, dove militò tre anni conquistando il titolo North American Soccer League nel 1977.

L’addio al calcio di Pelé arrivò nel medesimo anno in un’emozionante partita svoltasi il 1 ottobre 1977, di fronte a 75.646 tifosi allo Giants Stadium: in quell’occasione Pelé giocò il primo tempo tra le fila del Cosmos e il secondo tempo tra le fila della sua storica squadra, il Santos.

Finita la carriera da giocatore, Pelé continuo a dare il suo contributo al mondo dello sport, divenendo anche ministro straordinario per lo Sport in Brasile l’1 gennaio 1995, incarico da cui si è poi dimesso nell’aprile 1998. E’ stato anche attore e autore di cinque libri, di cui uno è stato trasformato in film.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Mondiali di calcio: i cinque inni più belli cantati da donne

Pelé vita privata

Photo credit should read RALPH GATTI/AFP/Getty Images

Nato il 23 ottobre del 1940 a Tres Coracoes in Brasile, Pelè è figlio di João Ramos do Nascimento, o Dondinho (come era conosciuto nel mondo del calcio), anche lui giocatore professionista, considerato uno dei migliori colpitori di testa dell’epoca. La madre invece Celeste pare sia stata una straordinaria donna di casa, dedita interamente alla cura della famiglia.

Le donne in generale hanno del resto giocato un ruolo chiave nella vita del calciatore. Il 21 febbraio 1966 Pelé sposa Rosemeri dos Reis Cholbi. Dalla loro relazione nasceranno tre figli e la storia d’amore si concluderà nel 1982 quando i due divorzieranno.

Tra il 1981 e il 1986 è stato poi legato a Maria da Graça Meneghel, conosciuta con lo pseudonimo Xuxa, conduttrice televisiva, attrice, cantante e imprenditrice brasiliana.

A 53 anni, il 30 aprile 1994, Pelé con la psicologa e cantante gospel Assiria Seixas Lemos, 34 anni. Anche qui però arriverà poi la separazione.

Dal 2010 Pelé è sentimentalmente legato a Marcia Cibele Aoki (41 anni), un’importatrice giapponese-brasiliana di attrezzature mediche incontrata a New York. I due si sono sposati nel 2016.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Il Giappone saluta i mondiali con un messaggio di civiltà

Pelé figli

Photo by Keystone Features/Hulton Archive/Getty Images

“Non sono stato un buon padre. Forse perché lavoravo troppo non mi sono mai reso conto di quello che succedeva vicino a me”

Così ha parlato Pelé dopo l’arresto di uno dei figli, Edson “Edinho” Cholbi do Nascimento, nel 2005.

Nonostante questa vita impegnata, il calciatore ha avuto ben sette figli, probabilmente in virtù di una vita sentimentale particolarmente avventurosa. Con Rosemeri Cholbi ebbe due figlie Cristina e Jennifer Kelly e un figlio, l’ex portiere Edinho, dalla seconda moglie, la psicologa Assiria Seixas Lemos, ha invece avuto due gemelli Joshua e Celeste, ora 17enni. Un’altra figlia, Sandra Arantes, è purtroppo scomparsa nel 2006: era nata dalla relazione con la sua ex collaboratrice domestica Anizia Machado. Anche la settimana figlia è nata al di fuori del matrimonio: Flávia Christina Kurtz Nascimento è infatti figlia del calciatore e di Lenita Kurtz, giornalista.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Mondiali 2018: le peggiori pettinature dei calciatori

Pelé film

Photo by Kevin Winter/Getty Images for AFI

Ben cinque sono i film realizzati negli anni sulla figura di Pelé (ultimo dei quasi scirtto e diretto nel 2016 dai fratelli Jeff e Michael Zimbalist con cammeo del vero Pelé) e anche quest’ultimo vanta una mini-carriera da attore in altre sei pellicole, tra cui quello con Sylvester Stallone, Victory.

Pelé malattia

Photo credit should read ISSOUF SANOGO/AFP/Getty Images +ù

A partire dal 2014, la salute di Pelé ha iniziato a preoccupare il Brasile.

Il 12 novembre 2014 la stella brasiliana viene ricoverata in ospedale a causa di calcoli renali presenti nell’uretra e nella vescica e di un’infezione urinaria. Curato in emodialisi viene poi dimesso il 9 dicembre. Nel maggio dell’anno seguente viene operato alla prostata all’ospedale Albert Einstein di San Paolo ma sarà nel mese di luglio che la preoccupazione dei brasiliani salirà alle stelle, quando si rivelerà necessario un intervento chirurgico alla colonna vertebrale per una vecchia compressione che stava privando Pelé dell’uso delle gambe. La situazione però si è poi risolta nel migliore dei modi.

Nel 2016 le sue condizioni di salute gli impedirono di accendere la torcia Olimpica durante le Olimpiadi di Rio e, dopo una serie di interventi a anca, femore e affini, sembrava finalmente stare meglio quando invece, a inizio 2019, è arrivato un nuovo ricovero in quel di Parigi, a seguito di un malore accusato nella sua stanza d’albergo. In preda a febbre alta e spasmi, l’ex calciatore è stato trattenuto per precauzione prima del ritorno in Brasile.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Mondiali 2018: lo slip vibrante che indigna il web, VIDEO

Pelé gol

Photo credit should read STAFF/AFP/Getty Images

Pelè ha segnato in carriera oltre 1200 reti, in pratica quasi la media di un gol a partita. Si tratta senza dubbio di un record difficilmente attaccabile.

In particolare, nella sua carriera, Pelé ha segnato complessivamente 97 goal per il Brasile, durante competizioni internazionali, e ben 1088 militando nella squadra del Santos, che grazie a lui vinse nove campionati.

Tra tutte queste perle è stato lo stesso Pelé ad eleggere la migliore: il calciatore ha definito come il suo più bel gol quello segnato alla Juventus paulista nel trionfo per 4-2 del 2 agosto del 1959, quando ha saltato tre difensori toccando la palla sopra di loro ed ha fatto lo stesso con il portiere per poi segnare a porta vuota. Purtroppo dell’azione clamorosa non rimane nessun video, anche se una società ha tentato di ricrearla attraverso il computer.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI