La mamma morta a 32 anni per un virus letale

Una storia assurda quella delle povera Veronica. La donna, è stata uccisa a 32 anni dal virus dell’herpes.

 

 

Mamma Veronica è deceduta per le conseguenze di una encefalite erpetica. E’ la triste storia di  Veronica Costantini, la donna di 32 anni morta all’improvviso sabato scorso nel reparto di Rianimazione a Pescara.

Tutto questo è emerso nella giornata di mercoledì  dall’autopsia effettuata a Pescara dal medico legale Cristian D’Ovidio su incarico del pm Andrea Papalia, che sulla vicenda ha aperto un fascicolo, iscrivendo nel registro degli indagati quattro dottori del Santo Spirito con l’ipotesi di reato di omicidio colposo.

Secondo gli esami effettuati sul corpo senza vita della donna, a uccidere Veronica è stato in particolare un edema cerebrale massivo provocato da una encefalite da Herpes Simplex di tipo 1. Il classico virus da herpes che però le ha intaccato l’encefalo provocandole appunto una encefalite, non subito diagnosticata dal personale sanitario che l’hanno presa in carico.

Veronica Costantini (foto profilo facebook)

Durante l’esame autoptico, come si fa sempre in questi casi, sono stati effettuati tutta una serie di prelievi per avere una conferma scientifica di quanto impotizzato per capire l’entità dell’infezione, quanto fosse estesa e quindi se la 32enne poteva salvarsi se l’encefalite fosse stata scoperta in tempo. Fra 60 giorni, i risultati.

Lorenzo Grilli, marito della donna,  e i genitori Alvaro e Monica fin da subito hanno dato l’allarme tramite l’avvocato Anthony Hernest Aliano ed hanno presentato un dettagliato esposto alla procura. Sono affranti e arrabbiati, ma vogliono combattere perché secondo loro a “corretta diagnosi, facilmente riscontrabile” la donna forse ora sarebbe ancora in vita. Al momento ciò che è certo è che Veronica, madre di due bimbe di 9 e 3 anni, ha iniziato a stare male lunedì 1 aprile. Uno strano stato confusionale che ha portato la famiglia a rivolgersi al 118. Di qui il trasporto al pronto soccorso, dove la giovane mamma è stata sottoposta ai vari accertamenti e poi, in nottata, dimessa.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Da leggere