Home Capelli

Eliminare le doppie punte senza tagliare i capelli: 5 trucchi da provare

CONDIVIDI

Per eliminare le odiate doppie punte e donare nuova vita ai nostri capelli a volte un bel colpo di forbici può risultare indispensabile, altre volte invece qualche mossa astuta extra può evitare di darci un taglio. Scoprile qui su CheDonna.it.

doppie punte
Foto da Pixabay

Tutte le abbiamo e tutte le odiamo. Di che cosa stiamo parlando? Ma delle doppie punte naturalmente, flagello sia dei capelli lunghi che di più corti a, soprattutto, un vero e proprio scoglio su cui prima o poi ogni donna sembra costretta a naufragare.

Non importa quanto ci prendiamo cura della nostra chioma, l’eccelsa qualità dei prodotti che scegliamo e l’impegno costante o la pazienza che ci mettiamo: le doppie punte prima o poi arrivano e a noi non resta che cercare di porvi rimedio nel modo migliore possibile.

In molte penseranno: “esiste un solo modo per combattere le doppie punte: un bel colpo di forbici” e forse hanno ragione. Ciò non vuol dire però che non ci sono altre vie che possono essere tentate prima di arrenderci.

Oggi CheDonna.it ve ne propone cinque, tentativi da testare assolutamente prima di dire addio alle nostre amate lunghezze.

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda la bellezza ed il benessere dei tuoi capelli CLICCA QUI!

Doppie punte addio senza doverci dare un taglio

Per arginare il problema doppie punte occorrerebbe in primis conoscerne al meglio le cause, così da evitare quei passi falsi banali ma dannosi in cui tutte prima o poi scivoliamo.

Spesso infatti la causa di questo inestetismo è da ricercare in comprtamenti sbagliati che tendiamo a replicare giorno dopo giorno: usare la spazzola sbagliata, ad esempio, (clicca qui per sapere come scegliere la giusta spazzola in base al tipo di capelli) o impiegare il calore di phon e affini in modo scorretto o, ancora, tenere i capelli troppo a lungo costretti in trecce e code di cavallo.

Evitare tutto ciò però potrebbe non bastare. Sarà allora bene imparare come intervenire non solo per prevenire le doppie punte ma anche per dbeellarle al momento giusto. Ecco 5 mosse vincenti da provare:

Hair Dusting – Si tratta di un metodo di taglio ideato negli USA per eliminare solo la parte di capelli danneggiata, senza andare ad intaccare lunghezza e densità della chioma. Si procede sui capelli lisci e asciutti, in modo che le doppie punte risultino ben visibili: la lama della forbice, scorrendo su tutte le lunghezze, catturerà le doppie punte che escono fuori eliminandole. Una tecnica dunque certo non fai da te ma che, se utilizzata da un parrucchiere esperto, può rivelarsi la vera chiave di volta al problema doppie punte.

La piastra – Già proprio  lei, quella che con il suo calore eccessivo rischia di essere la prima causa delle doppie punte. Una sua parente appena nata, nota come “Eliminator” o “Split Ender”, ha invece proprio l’obbiettivo di far sparire questo inestetismo dai nostri capelli. Non si tratta certo di un supporto a basso costo ma a mali estremi…

Il metodo della candela – Si tratta di un metodo un po’ pazzo proveniente dal Brasile per liberarsi delle doppie punte. Una volta divisa la chioma in piccole ciocche le si arrotola su loro stesse così che le punte rovinate si posizionino spontaneamente verso l’esterno. Si impugna poi una candela e la si muove dall’alto verso il basso, su tutte le lunghezze. La fiamma dovrebbe così bruciare solo la parte rovinata dei capelli. Decisamente non una tecnica da provare a casa ma sappiate che moti saloni potrebbero farvela sperimentare.

Tinta all’henné neutro – Si tratta di una colorazione che letteralmente cura le doppie punte. 100% naturale e trasparente, questa tinta nutre i capelli, eliminando così la secchezzal’effetto crespo e le doppie punte naturalmente. L’hennè si lega infatti alla cheratina, riempiendo le squame dei capelli che, di conseguenza, risulteranno più corposi. Qui la soluzione può esser benissimo anche fai da te: basterà mischiare l’hennè con dello yogurt bianco e dell’olio di oliva creando un impacco da lasciare in posa almeno 1 ora. Ripetete poi l’operazione una volta al mese.

Shampoo non su tutti i capelli – Lo shampoo per sua natura tende ad “aggredire” il capello per eliminare lo sporco e il sebo in eccesso. Ecco perché andrebbe massaggiato solo sulla cute: le lunghezze si laveranno così di conseguenza senza però venire intaccate dal prodotto.

Fonte: blog.cliomakeup.com

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

LEGGI ANCHE…

Dai nuova vita ai tuoi capelli con la salvia

Capelli più lucidi con tre rimedi naturali

Capelli grassi: cause e rimedi (anche grazie alla dieta)