Francesca Fioretti, dedica da brividi della compagna di Astori alla figlia

Francesca Fioretti torna su Instagram con una foto e una dedica da brividi della compagna di Astori alla figlia, la piccola Vittoria.

francesca fioretti addio a davide astori2

Francesca Fioretti è tornata su Instagram ad un anno dalla morte del compagno e padre di sua figlia, Davide Astori. Con una foto in cui stringe tra le braccia la piccola Vittoria, frutto del suo grande amore con Astori, Francesca Fioretti ha dedicato proprio alla sua bambina delle parole ricche d’amore.

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda il Grande Fratello e i suoi concorrenti CLICCA QUI!

Francesca Fioretti, dedica alla figlia Vittoria: “e poi continuerai…”

francesca fioretti e davide astori

Per Francesca Fioretti non è stato un anno semplice. Dopo la morte del compagno Astori, ha dovuto subito rialzarsi e riprendere in mano la propria vita per crescere la sua bambina, Vittoria, a cui sta dedicando tutta se stessa e che le ha dato la forza, sin dal primo giorno, di reagire. Proprio alla sua piccola, grande Vittoria, la Fioretti ha dedicato delle beissime parole: “e poi continuerai a guardare il mondo e ci saremo, sempre”.

Potrebbe interessarti anche—>Francesca Fioretti, l’addio al suo Davide Astori: “Sei il mio sole”

In una lunga intervista rilasciata ai microfoni di Vanity Fair, la Fioretti ha raccontato i dettagli dell’anno vissuto: “Mi è caduta addosso una tragedia, una disgrazia così grande da cambiare per sempre la mia prospettiva sulle cose. È stato un anno straziante, difficile e impegnativo. Non credevo di essere così forte” – ha raccontato Francesca che ha poi aggiunto – “Ognuno attraversa il dolore a modo proprio, ma non c’è un modo giusto per farlo. All’inizio, avevo paura di tutto. Per molti mesi non ho acceso la tv né ho dormito nella nostra stanza. Mi facevo accompagnare in bagno per lavarmi i denti, temevo di non essere più in grado di gestire mia figlia, ero terrorizzata dall’idea di volerle meno bene. Mi ha aiutato una psicologa infantile. Lei mi ha aiutato a capire che il 4 marzo era finita un’intera esistenza e che avrei dovuto cominciarne una completamente nuova: “Se ti fa stare bene”, mi ha detto, “manda via tutti”. Le ho dato retta. Ho rassicurato parenti e amici, li ho fatti andare a casa, mi sono isolata e tornando a fare le cose di sempre, lentamente, ho ricostruito la mia stabilità.”.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI