Come vivere senza rimpianti

depressione post partum
maternità mancanza di sonno (Istock Photos)

Vivere senza rimpianti si può ed è tutta questione di testa. Scopri tre piccoli segreti per ripensare al passato senza soffrire.

donna depressa
Fonte: Istock

Avere dei rimpianti è una condizione che prima o poi capita a tutti. Ci si trova a rimpiangere un amore lasciato andare, un’occasione lavorativa non colta al volo o delle amicizie finite senza un vero motivo. Qualunque sia la ragione si tratta di un processo doloroso che va a ripescare nel passato storie o situazioni ormai perse portandone le ceneri nel presente. Una situazione quasi tossica che porta chi la vive a soffrire per ciò che non è stato e a pensare, spesso erroneamente che agendo in modo diverso oggi la vita sarebbe più bella.
In realtà, a meno che non si tratti dei propri cari che non ci sono più e che è bene ricordare con affetto, proiettarsi sul passato alla ricerca degli errori commessi è decisamente sbagliato e soprattutto inutile. In nessun caso, infatti, si potrà tornare a rivivere determinate situazioni, prima di tutto perché anche riuscendoci i protagonisti sarebbero comunque diversi (ogni istante siamo diversi da quello precedente) e subito dopo perché la vita è un viaggio proiettato verso il futuro e che va vissuto nel presente. La conseguenza, altrimenti, è quella di non vivere. E allora si che un domani ci sarà qualcosa da rimpiangere.
Ma come fare a mettere a freno questa tendenza spesso istintiva e difficile da controllare? La risposta risiede spesso nella forza di volontà che può essere aiutata da alcune modalità di pensiero e da semplici modi di fare da rendere automatici ed attivare senza pensarci troppo ogni qualcosa ci si scopre a perdersi sul viale dei rimpianti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Tristezza: come affrontarla e superarla

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda la psiche e le strategie per vivere al meglio la tua vita CLICCA QUI!

Tre metodi per non soffrire a causa dei rimpianti

Fonte Istock

Fare pace con il passato. Tutto ciò che è accaduto in passato, scelte sbagliate comprese, è accaduto in circostanze diverse, mentre si era diversi e senza avere la visione d’insieme che si ha oggi. Giudicare scelte o azioni commesse è quindi inutile e poco utile perché fuorviante in quanto fuori dal contesto. Per questo motivo, al fine di vivere una vita piena e senza rimpianti, è indispensabile riuscire a far pace con le scelte di allora, perdonandosi per eventuali errori e accettando l’idea che tanti in quel momento erano imprescindibili. Fatto ciò è importante prendere spunto da quanto accaduto per rafforzarsi, capire la lezione di allora e chiudere per sempre quella porta, decisi a procedere nel proprio presente che di sicuro avrà ancora tante occasioni da offrire seppure diverse da allora.

Non vivere nei ricordi. A volte capita di avere dei ricordi del proprio passato che superano in bellezza l’attuale presente. Quando accade, la voglia di tornare a quei tempi e di cambiare le scelte che hanno portato ad oggi può essere tanta. Bisogna però tenere sempre a mente che nessuno saprà mai a cosa avrebbero portato decisioni diverse e che facendole, forse, oggi si vivrebbe una situazione addirittura peggiore e magari priva di bei ricordi ai quali aggrapparsi. Ciò che si deve fare con i ricordi è serbarli nel cuore e riviverli per qualche momento in modo da trarne coraggio o conforto. Rivivere ciò che è stato più e più volte, disperandosi per quel che non c’è più è solo un modo per rovinare il bei ricordi, compromettendo anche il proprio presente e, ancor peggio, il futuro.

Vivere il qui e ora. Rimpiangere vuol dire fermarsi mentre la vita continua a scorrere e se non ci si vuole scontrare con una realtà ancora più dura di quella che si pensa di vivere al momento è necessario ripartire per il lungo viaggio che è la vita. Dopotutto nessuno persa una svolta mentre è in viaggio inchioderebbe con l’auto in autostrada, no? L’unica cosa da fare in questi casi è proseguire e cambiare percorso o tentare alla prossima uscita disponibile. Ebbene, funziona così anche nella vita. Il viaggio va proseguito e va fatto ora perché è solo vivendo il presente che ci si potrà assicurare di non avere più rimpianti, dimostrandosi di aver appreso le lezioni passate e di poter fare tesoro del proprio passato, rendendolo un trampolino di lancio per il proprio futuro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Queste cinque abitudini fanno male al tuo cervello

Queste tre regole sono solo la base per una lotta ai rimpianti ma sono anche i primi passi da compiere per mettere da parte la sofferenza. Qualora non ci si riuscisse, però, è sempre bene prendere in considerazione l’idea di chiedere aiuto ad un professionista in modo da tracciare insieme un percorso da compiere e trovare delle strategie personalizzate che sappiano dare una mano nel vivere il presente e nell’accettare il passato senza più lacrime. Ciò che conta è darsi da fare per riprendere in mano la propria vita perché il più grande rimpianto che si può avere è quello di aver smesso di vivere per qualcosa che, comunque, non si poteva cambiare.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

GUARDA ANCHE:
Voglia di cambiare vita? le 5 dritte da seguire
Ecco tre modi di fare che ti renderanno felice
Ecco qual è la vera chiave per la felicità