I semi e i loro benefici nella dieta: ecco quali sono

semi benefici
Semi, Getty Images

Papavero, lino, chia e girasole: questi sono solo alcuni dei semi che, se aggiunti alla nostra dieta, possono portare benefici inaspettati. Scopri perché..

semi benefici
Semi, Getty Images 

Ce ne sono un’infinità, sono di tipologie diverse, con diversi utilizzi e diverso gusto, ma ciononostante, i semi possono rivelarsi un vero alleato per restare in forma e in salute se introdotti in maniera stabile nella nostra dieta.

Nonostante questi non siano tipici della nostra tradizione culinaria, sono da sempre utilizzati efficacemente in altre zone del mondo, e proprio negli ultimi anni se ne è scoperto e adottato l’utilizzo anche nel nostro Paese.

I loro promettenti benefici sono infatti noti: i semi infatti, in particolare quelli oleosi, contengono una parte ricca di nutrienti, proteine, vitamine, acidi grassi essenziali e minerali. Proprio per questo non possono mancare in un’alimentazione che possa definirsi completa a tutti gli effetti.

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle notizie di dieta, alimentazione, salute e benessere, CLICCA QUI!

I semi dai benefici sorprendenti: ecco quali sono e perché fanno bene

semi benefici
Semi, Getty Images

Tra i semi dai benefici portentosi troviamo sicuramente quelli di papavero, che contengono molto calcio, magnesio e potassio. Alto è anche l’apporto di vitamina E, che ha promettenti proprietà antiossidanti e proprio per questo si rivela utile per tenere a bada i radicali liberi e combattere l’invecchiamento delle cellule.

Sono diventati gettonatissimi, soprattutto negli ultimi anni, i semi di chia: ricchi di acidi grassi, di cui molti omega3, si rivelano per questo fondamentali per tenere sotto controllo il colesterolo. Sono diversi da altri semi, in quanto contengono molti più carboidrati rispetto alla media ma mantengono comunque un basso valore glicemico.

Tra i semi ricchi di omega3 troviamo però anche quelli di lino, che però contengono anche lignani, ovvero dei fitoestrogeni fondamentali per la prevenzione di alcune patologie.

Ultimi, ma non per importanza, i semi di girasole, che permettono di assumere un alto contenuto di vitamina E, utile a prevenire l’invecchiamento e le malattie degenerative. Ma non solo: al loro interno troviamo anche vitamina B1, B3 e B6, folati e selenio, utilissimo per il buon funzionamento del metabolismo.

Da ragusanews.com

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

LEGGI ANCHE:

Semi di girasole: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarli.

Semi di lino, come sfruttarli per pelle, capelli e chili di troppo!

Video ricetta: Chia pudding, budino con semi di chia