Home Attualità

Contro Greta Thunberg si schiera Izabella Jarvandi: ecco chi è

CONDIVIDI

Ecco chi è Izabella Nilsson Jarvandi, la 15enne svedese schierata contro Greta Thunberg.

Izabella Nilsson Jarvandi (Fonte: Twitter)

Occhi scuri e capelli neri, lunghissimi. Izabella Nilsson Jarvandi è svedese, ha 15 anni, e sui social (ma non solo) si schiera quotidianamente contro le idee e le battaglie portate avanti da Greta Thunberg. Izabella ha deciso di “lottare” anche contro l’immigrazione e l’ideologia di gender; possono sembrare battaglie contro i mulini a vento, ma Izabella sembra essere davvero convinta di quello che dice. La 15enne sul suo profilo Twitter si definisce “una giovane attivista politica contro il globalismo, che cerca la verità e la giustizia per la sua amata Svezia”. Izabella, come Greta, ha tenuto qualche comizio pubblico davanti ai palazzi del governo svedesi, ma il suo successo sembra deriderla più che acclamarla.

Leggi anche –> Greta Thunberg: chi è la sedicenne che vuole cambiare il mondo

Izabella Jarvandi e il “genocidio del popolo svedese”

Izabella Nilsson Jarvandi (Fonte: Twitter)

Izabella, come parecchi politici anche molto più vecchi di lei, sembra avercela in particolar modo con gli immigrati in Svezia: ha definito le politiche liberali del suo paese l’inizio del “genocidio del popolo svedese”, ottenendo così la benedizione del premier ungherese Viktor Orban, il quale pare essere d’accordo con le idee un po’ campate in aria della 15enne svedese (in Svezia gli immigrati costituiscono solo il 12% della popolazione nazionale), e ha deciso di chiudere ai migranti tutte le frontiere dell’Ungheria (in ogni caso, gli immigrati in Ungheria sono sempre stati pochissimi: solo il 3% della popolazione).

Izabella Jarvandi, contraria all’immigrazione, è invece favorevole alle politiche “per la famiglia tradizionale”: su Twitter attacca chiunque sostenga la parità di gender, i matrimoni tra persone omosessuali, e altri diritti umani simili. A Marzo scorso Izabella è stata protagonista di un forte dibattito su Twitter: la ragazza si è schierata contro “l’indottrinamento gender nelle scuole svedesi”, scrivendo vere assurdità. Gli acerrimi nemici di Izabella sono gli intellettuali liberali, coloro che sostengono l’ideologia del politically correct: per questo la quindicenne è diventata particolarmente popolare negli ambienti di destra sovranista, e in quelli integralisti cristiani; tutto il resto del mondo, però, sembra ignorare la sua esistenza e le sue posizioni poco argomentate.

Leggi anche –> Il discorso di Greta Thunberg alla COP24 ha fatto il giro del mondo

Izabella Jarvandi ha parlato male anche di Greta Thunberg: “Se non sei nemmeno abbastanza uomo o donna per difendere la tua gente, allora come diavolo dovresti essere lì per il resto del mondo?” ha scritto sui social. Nonostante le critiche a Greta, però, la popolarità di Izabella non è aumentata: sul suo profilo Twitter Izabella è seguita solo da 4.500 persone, mentre Greta ha più di 475mila followers.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI