Home Salute e Benessere

Pasqua: 6 avanzi di cibo che non vanno mai messi in frigo, diventano tossici

CONDIVIDI

Non riscaldare mai i resti di questi 6 alimenti, rischi di essere intossicato soprattutto con il quarto.

Abbiamo spesso l’abitudine di scaldare gli avanzi del cibo delle nostre festività pensando innocentemente di evitare lo spreco. Questo gesto, che può sembrare banale, può, in alcuni casi, mettere in pericolo la nostra salute.

Ci sono alcuni cibi che, una volta cotti non dovrebbero essere conservati in frigo per poi essere riscaldati; Ciò è dovuto principalmente al fatto che, una volta cotti, rilasciano composti che possono avere un impatto negativo sulla digestione o sviluppare malattie molto  gravi.

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Alimentazione & Benessere  CLICCA QUI

Scaldare gli avanzi di cibo, le conseguenze per la salute

Alcuni alimenti salutari per la nostra salute, possono diventare tossici per il corpo dopo essere stati sottoposti nuovamente a una temperatura più elevata.

Cibi a rischio:

Il Consiglio europeo per l’informazione sugli alimenti (EUFIC) ha stilato una lista nera di avanzi di cibi da non riscaldare mai, ecco quali sono i primi 6 cibi della lista:

Il pollo

Il pollo è ricco di proteine ​​ma riscaldandolo, la composizione delle sue proteine ​​cambia e può causare uno squilibrio digestivo. Inoltre, secondo uno studio dell’Università del Massachusetts, riscaldare il pollo a una temperatura superiore a 55 °, ridurrebbe significativamente il suo contenuto di ferro. Sarebbe meglio consumare la carne di pollo avanzata entro 2 giorni dopo la cottura. Lo stesso destino è riservato all’uovo le cui proteine si riducono proteine ​​dopo il riscaldamento e, a causa di questo, crea indigestione.

Soluzione: consumare pollo e uova avanzate fredde, per esempio in insalata.

Riso

Secondo la Food Standard Agency, il riso può presentare un pericolo quando viene riscaldato. Sappiamo che il riso è una buona fonte di energia e può prevenire molte malattie. Ma quando il riso rimane a lungo a temperatura ambiente, subisce una proliferazione di batteri. Inoltre, non è consigliabile riscaldarlo col rischio di subire avvelenamento.

Soluzione: sarebbe meglio congelare il riso avanzato invece di conservarlo in frigorifero. Meglio ancora, cuocere solo la quantità necessaria per evitare sprechi.

Verdure

Verdure come spinaci, lattuga, sedano o barbabietole sono piene di nitrati. I nitrati sono essenziali per il nostro corpo, tuttavia, il riscaldamento di queste verdure induce una conversione di nitrati in nitriti, una sostanza potenzialmente cancerogena. La cosa migliore sarebbe mangiare tutte le verdure che contengono nitrati crude. Il Consiglio europeo per le informazioni alimentari riferisce che il nitrato viene convertito in nitrosammine, che causano il cancro. Allo stesso modo potrebbe causare una malattia del sangue molto rara nei bambini, chiamata metemoglobinemia.

Soluzione: sarebbe meglio consumare le verdure fredde dopo la cottura e cuocerle in piccole quantità per non doverle conservare.

Olio vegetale

Gli alimenti cucinati con oli vegetali aumentano il rischio di malattie cardiovascolari e tumori. Di conseguenza, il riscaldamento di oli polinsaturi come girasole, mais, olio di canola rilascia 4-idrossi-trans-2-nonenale (HNE), che è una tossina di acidi grassi, causa di vari problemi di salute, tra cui tra cui il morbo di Alzheimer, la malattia di Huntington, le malattie cardiache, i problemi al fegato e alcuni tipi di cancro.

Funghi

È lo stesso per i funghi che vedono il loro contenuto proteico cambiare dopo il riscaldamento e possono causare, di conseguenza, complicazioni digestive.

Soluzione: consumali freddi dopo la cottura.

Patate

Le patate perdono tutto il loro valore nutrizionale riscaldandole, diventando tossiche.

Consigli e metodi di prevenzione

Secondo l’USDA (Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti), gli avanzi di cibo dovrebbero essere rapidamente congelati invece di stare in frigo. Il congelamento riduce il rischio di intossicazione proteggendo il cibo dai batteri che possono diffondersi rapidamente.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Pasquetta: come organizzare un pic nic: l’occorrente giusto e il menu completo

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI