Home Dieta e Alimentazione

Semi di girasole: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarli.

CONDIVIDI

I semi di girasole sono utilizzati in cucina e in cosmetica per le loro proprietà benefiche. Integrarli nella propria dieta è un’ottima idea, ma bisogna fare attenzione alle controindicazioni.

semi di girasole proprietà
Fonte Pixabay

Come tanti altri semi, i semi di girasole sono un prezioso alleato per la salute e la bellezza di corpo e capelli: economici, facili da reperire in ogni stagione dell’anno, ottima fonte di sostanze nutritive e rimedio naturale per la prevenzione e la risoluzione di tanti problemi di salute, vale la pena conoscere meglio questo alimento così importante per il nostro organismo.

Tanti scelgono di integrare i semi di girasole nella propria alimentazione, aggiungendoli a diverse ricette in cucina oppure mangiandoli come salutare snack spezzafame: questi semi sono adatti anche a una dieta ipocalorica, purché si scelga un prodotto di qualità e con poco sale.

Prodotto della pianta Helianthus Annuus, questi semi oleosi si trovano facilmente in commercio anche da agricoltura biologica in tre differenti varietà: semi di girasole bianchi, semi di girasole neri e semi di tipo striato.

CALORIE E VALORI NUTRIZIONALI

I semi di girasole hanno un apporto calorico pari a 584 calorie per 100 grammi e sono un’importante fonte di fibre, magnesio, potassio, fosforo, selenio, zinco, manganese. Ottimo anche il contenuto di vitamine, in particolare vitamine del gruppo B e vitamina E.

Rispetto ad altri semi oleosi, sono meno calorici e la loro composizione prevede il 45% di grassi, il 25% circa di proteine e il 23% di carboidrati.
Tra gli acidi grassi più importanti, troviamo nei semi di girasole buoni livelli di acido folico e acido linoleico.

Se vuoi essere sempre aggiornata su tutte le proprietà benefiche e le controindicazioni degli alimenti CLICCA QUI!

Tutto sui semi di girasole: proprietà, controindicazioni, curiosità e ricette

semi oleosi dieta
Fonte Pixabay

PROPRIETA’ E BENEFICI

Ciascuna varietà di semi di girasole vanta delle proprietà benefiche specifiche per l’organismo:

– Semi di girasole bianchi > prevengono i tumori, l’arteriosclerosi e il diabete. Favoriscono l’aumento della massa magra rispetto alla massa grassa.

– Semi di girasole neri > migliorano il metabolismo dei grassi, aumentano il senso di sazietà e sono alleati preziosi per la regolarità intestinale.

– Semi di girasole striati > hanno ottimi effetti sul regolare funzionamento dell’intestino.

– Tutti i semi di girasole > sono alleati per la salute del cuore, funzionano come alimento anti-stress, prevengono le malattie cardiovascolari, fanno parte dei migliori alimenti per abbassare i livelli di colesterolo. Infine, sono amici delle donne perché alleviano i disturbi della menopausa e integrano il fabbisogno di acidi grassi in gravidanza e in allattamento.

CONTROINDICAZIONI

Anche se si tratta di un alimento molto nutriente e ricco di proprietà benefiche, i semi di girasole hanno anche delle controindicazioni legate soprattutto al consumo eccessivo: possono causare aumento di peso perchè molto calorici, possono peggiorare la situazione in caso di diarrea e sono sconsigliati nei bambini di età inferiore ai 5 anni.

Inoltre, è meglio evitarne il consumo se si soffre di diverticolosi e, naturalmente, in caso di allergie non soltanto specifiche ai semi di girasole, ma anche ad altri alimenti (attenzione se si è allergici alle noci!).

COME ASSUMERLI E CURIOSITA’

Ci sono vari modi per integrare i semi di girasole nella propria dieta abituale: possono essere aggiunti all’impasto di pane, focacce, grissini e crackers oppure mescolati a insalate, pasta e risotti.

Se non si sceglie la versione salata, questi semi sono adatti anche per preparazioni dolci o come aggiunta al muesli, da utilizzare per dare più gusto e croccantezza e macedonia, yogurt e gelato.

Se si vuole esaltare al massimo il sapore dei semi di girasole è bene tostarli in padella antiaderente o nel forno (temperatura al di sotto dei 160°) per alcuni minuti: in fase di tostatura si può aggiungere anche un pizzico di sale, ma dipende dal vostro gusto e dall’utilizzo che volete farne.

VIDEO RICETTA – CRACKERS CON SEMI DI GIRASOLE

Potrebbe interessarti anche:

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI