Home Dieta e Alimentazione

Pesca: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarla

CONDIVIDI

La pesca è uno dei frutti estivi più amati tra tutti. Scopriamone insieme le proprietà, le eventuali controindicazioni e tutte le curiosità che la riguardano.

proprietà pesca
Fonte: Istock

La pesca è un frutto che comprende diverse varietà. Amatissima per il suo sapore dolce e per la consistenza croccante è uno dei frutti più gettonati del periodo estivo.
Con un colore allegro e vivace, la pesca è ricca di carotenoidi e di sostanze nutritive che fanno bene all’organismo. Come tutti gli alimenti, però, può avere degli effetti collaterali. Approfondiamo quindi la sua conoscenza, cercando di scoprire tutte le proprietà di questo frutto, iniziando dai valori nutrizionali e proseguendo con i benefici ed i modi migliori per mangiarla.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Pesche: dissetanti e ricche di fibre

Se vuoi saperne di più sulle proprietà degli alimenti e sui vari rimedi naturali CLICCA QUI!

Tutto sulla pesca: proprietà, controindicazioni, curiosità e ricette

Fonte: Istock

La pesca ha origini cinesi ed è da sempre un simbolo di immortalità. In natura ci sono diverse varietà come la classica pesca tonda che tutti conosciamo, la tabacchiera, la pesca noce o la percoca.
Ricca di proprietà benefiche, la pesca è un alimento prezioso in quanto aiuta il nostro organismo a svolgere meglio molte delle sue funzioni. Ricca di antiossidanti, fa bene alla vista e funge da stimolante per il sistema immunitario. Ottima anche come rimedio di bellezza, non ha una dose consigliata ma in media si pensa che mangiarne una al giorno basti per trarne tutti i benefici.

Calorie e valori nutrizionali
In media, una pesca ha circa 40 calorie per 100 grammi, dato che può cambiare in base alla varietà.
Ricca di minerali come fosforo, calcio, ferro e magnesio, raggiunge i 190 mg di potassio in soli 100 grammi di prodotto. Contiene inoltre vitamine come la C, la E e quelle del gruppo B. È inoltre ricca di luteina e zeaxantina e di beta carotene.

Proprietà e benefici

La pesca apporta diverse proprietà benefiche. Tra queste le più note sono:

  • È un frutto idratante e dissetante
  • È diuretica
  • È un ottimo antiossidante
  • È un cibo che aiuta a disintossicarsi
  • Purifica la pelle rendendola più sana e più bella
  • Contribuisce anche alla bellezza dei capelli
  • Riduce la pressione arteriosa
  • Contribuisce a ridurre il colesterolo cattivo
  • Stimola e rafforza il sistema immunitario
  • Ha proprietà antitumorali
  • Protegge gli occhi e li mantiene in salute
  • Aiuta a stimolare il transito intestinale
  • Prima dei pasti aiuta a digerire

La pesca può essere mangiata anche con la buccia. Questa, però, avendo una lieve peluria, potrebbe trattenere più facilmente eventuali residui di pesticidi. Per questo motivo è preferibile sceglierla sempre di tipo biologico e lavarla con cura prima di mangiarla.

Controindicazioni
La pesca non presenta grandi controindicazioni. Si tratta però di un frutto al quale si può risultare fortemente allergici. Qualora non se ne fosse mai mangiata una, prima di farlo, è bene fare attenzione e procedere con moderazione, specie si si è già allergici ad altri alimenti.
In alcuni soggetti, ai pasti, può risultare pesante per via della fermentazione che può provocare.
È bene ricordare che il nocciolo della pesca è altamente tossico.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Perdi 5 kg in una settimana con la dieta della pesca

Fonte: Istock

Come assumere la pesca e curiosità

  • La pesca è un alimento che si può consumare come spuntino per via della sua consistenza croccante e succosa. Ottima da impiegare nei dolci, si presta benissimo per confetture, torte, crostate e dolci di qualunque tipo. Molto famosa è anche la versione sciroppata.
    Chi ama i salati può usarla a spicchi nelle insalate o mescolata ad alcune verdure, per dare al piatto una nota esotica.
  • Per godere a pieno delle proprietà benefiche della pesca è bene consumarla sempre fresca, biologica ed entro 3 o 4 giorni.
  • Secondo il galateo, la pesca andrebbe sbucciata in un modo particolare. Adagiata sul piatto, va tenuta ferma con la forchetta e tagliata in spicchi con il coltello.
  • Se si desidera mangiarla senza buccia, è invece molto famoso il metodo Okada che arriva dal Giappone. In pratica si immerge la pesca in acqua calda per venti secondi e, subito dopo, per cinque minuti in acqua fredda. In questo modo, per via dello shock termico si potrà eliminare la buccia semplicemente sfregandola con il pollici.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Guarda anche: Mela: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarla
Limone: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarlo
Pistacchi: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarli