Home Attualità Malore mentre nuota in apnea: muore giovane ragazzo

Malore mentre nuota in apnea: muore giovane ragazzo

CONDIVIDI

C’è stata una tragedia vicino a Venezia nella giornata di oggi. E’ morto un giovane nuotatore di 19 anni.

Pietro Passarella, un giovane ragazzo residente a Rovereto ,paese alle porte di Trento, è deceduto nella giornata di domenica all’ospedale Dell’Angelo di Mestre in seguito a un malore accusato il giorno prima in una vasca in piscina. Il giovane che studiava all’università di Padova, si sarebbe sentito male mentre nuotava nella vasca di via Circonvallazione, nella cittadina alle porte di Venezia.

Il ragazzo, che stava studiando matematica all’Università di Padova, si stava allenando facendo apnea a fondo vasca quando i bagnini in servizio si sono accorti che non stava più respirando.

Ad accorgersi per primi che non era risalito e che stava annegando sono stati i tre bagnini del posto, che lo hanno soccorso e hanno cominciato le manovre di rianimazione. Gli addetti al salvataggio hanno utilizzato anche il defibrillatore prima di affidarlo agli esperti del Suem, che lo hanno rianimato per circa mezz’ora prima di accompagnarlo al nosocomio più vicino. Qui, il giorno successivo, il ragazzo è deceduto

Pietro, avrebbe compito vent’anni il prossimo 21 maggio. Lui, era un ragazzo molto sportivo ed aveva praticato per dieci anni judo, e gli mancava pochissimo per ottenere la cintura nera. Aveva iniziato a nuotare a 4 anni, e l’acqua era il suo elemento. Faceva lunghissime camminate in montagna, suonava diversi strumenti, tra tutti il pianoforte e il basso elettrico, e amava comporre musica. Anzi, in futuro, quella era una delle strade che avrebbe voluto percorrere. «Quello che mi piaceva di lui – ammette il padre – era la voglia di fare sempre qualcosa di nuovo, era curioso e brillante». «Era un ragazzo dotato di una grande profondità e generosità» aggiunge la madre. Ed un tema delicato come quello della donazione degli organi era già stato affrontato in famiglia, tanto che lo stesso Pietro, già iscritto anche nei registri dell’Associazione midollo osseo, aveva fatto sua questa scelta

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI