Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Pesce azzurro: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarlo

Pesce azzurro: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarlo

CONDIVIDI

Il pesce azzurro dovrebbe essere sempre presente nella nostra dieta per tutte le proprietà benefiche che lo caratterizzano: scopri quali sono i suoi effetti.

pesce azzurro proprietà
Fonte Pixabay

Uno degli alimenti principi in una dieta sana ed equilibrata è senza dubbio il pesce azzurro: una varietà ittica in cui rientrano varie specie tutte accomunate da alcune caratteristiche di natura fisica e nutrizionale.

Il pesce azzurro è economico, sano e facilmente reperibile sul mercato tutto l’anno: tra le specie che ne fanno parte ritroviamo le alici o acciughe, le aringhe, la ricciola, le sardine, i bianchetti, lo sgombro, il tonno, il pesce spada e tante altre varietà.

Il merluzzo e il salmone non fanno parte del pesce azzurro ma vengono spesso accomunati a esso in quanto ricchi di acidi omega3. Gli acidi grassi sono infatti una delle sostanze maggiormente presenti in queste specie ittiche, che si caratterizzano anche per essere dotate di squame blu sul dorso e argentee sulla pancia.

CALORIE E VALORI NUTRIZIONALI

I pesci di questa categoria sono ricchi non soltanto di grassi buoni, ma anche di proteine e sali minerali tra cui ferro, fosforo, calcio e iodio.
Il loro apporto calorico medio è di circa 130 calorie ogni 100 grammi di prodotto, ma bisogna fare attenzione al metodo di cottura utilizzato che potrebbe incidere pesantemente su questo valore.

Se vuoi essere sempre aggiornata su tutte le proprietà benefiche e le ricette facili e veloci da preparare con qualsiasi ingrediente CLICCA QUI!

Tutto sul pesce azzurro: proprietà, controindicazioni, curiosità e ricette

Cosa cucino oggi? Menu completo a base di pesce

PROPRIETA’ E BENEFICI

Il pesce azzurro ha tantissime proprietà benefiche sull’organismo, prima tra tutte un elevato potere saziante che lo rende alimento ideale per chi segue un’alimentazione ipocalorica.

Grazie all’elevato contenuto di Omega3, il pesce azzurro aiuta il sistema cardiovascolare a mantenersi in salute e riduce i livelli di colesterolo cattivo (LDL) e di trigliceridi nel sangue.

Ottimo alimento per chi soffre di diabete, perchè fornisce proteine e grassi “buoni”, è anche una fonte di calcio e potenzia la capacità di assorbimento della vitamina D che previene problemi di osteoporosi preservando la salute delle ossa.

CONTROINDICAZIONI

A oggi non sono note controindicazioni e particolari effetti negativi associati al consumo di pesce azzurro.
Si raccomanda sempre di preferire pesce fresco, che si riconosce da alcuni dettagli: occhio vivido e brillante, squame di colore verde/blu, branchie rosso vivo e ventre intatto e gonfio.

COME ASSUMERLO E CURIOSITA’

Il pesce azzurro è stato a lungo considerato un alimento povero, tipico della dieta dei pescatori. Non va mai mangiato crudo, ma sempre previa cottura o affumicamento, come accade per le aringhe.
La cottura del pesce azzurro deve essere preferibilmente breve: l’ideale è prepararlo al vapore o al cartoccio, per preservarne le qualità nutritive.

Ottimo anche al forno o alla griglia, bisognerebbe evitare la frittura perché poco salutare. Inoltre, alcuni tipi di pesce azzurro vengono venduti anche in scatola: pensiamo al tonno, alle alici, alle sardine o allo sgombro. In questo caso, preferiteli al naturale o in olio di oliva: saranno ottimi anche come ingrediente per ricette facili e veloci come quelle che trovate nell’articolo Cosa cucinare con il tonno in scatola.

VIDEO RICETTA – RAGU’ DI PESCE AZZURRO E ZUCCHINE

Potrebbe interessarti anche:

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI