Home Salute e Benessere

7 alternative naturali all’omeprazolo per alleviare il bruciore di stomaco

CONDIVIDI

Il bruciore di stomaco è un fenomeno molto diffuso in tutto il mondo e affligge molte persone. Di solito il bruciore di stomaco viene trattato in modo sistematico con il farmaco omeprazolo. Ecco le alternative naturali più efficaci per evitare di incorrere negli effetti indesiderati derivanti dall’uso prolungato di questo farmaco.

Il bruciore di stomaco in genere deriva da problemi di alimentazione e da uno stile di vita non salutare. Alcune abitudini, come il consumo di alcol e il fumo si riflettono direttamente sulla nostra salute, da qui la necessità di apportare modifiche allo stile di vita (attività fisica e sonno regolare, alimentazione sana ecc). Qualora si desidera evitare l’assunzione prolungata del farmaco comunemente prescritto in caso di problemi di stomaco, l’omeprazolo, ecco alcune alternative naturali al trattamento da poter testare.

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Rimedi Naturali & Benessere  CLICCA QUI

Reflusso, cause e alternative naturali al farmaco Omeprazolo

Secondo un sondaggio condotto dal ANSM (Agenzia nazionale del Drug Safety) i farmaci inibitori della pompa protonica (PPI), come l’omeprazolo sono stati prescritti almeno una volta nel corso del 2015 a oltre 15,8 milioni di francesi e i dati sono simili in Italia. Efficace contro le ulcere dello stomaco e reflusso esofageo, tuttavia usato per lunghi periodi può  dare effetti collaterali come ogni altro farmaco. Ma perchè si manifestano questi tipi di disturbi in maniera ricorrente?

Cause e sintomi del reflusso gastroesofageo

Un rapporto scientifico pubblicato sul Journal of Missouri State Medical Association, chiarisce le cause e i diversi fattori di rischio sottostanti la comparsa della malattia da reflusso gastroesofageo. Questi includono età, sovrappeso, ansia e depressione, fumo e mancanza di attività fisica, accompagnati da una dieta non sana, pasti sbilanciati e orari dei pasti irregolari. Questi fattori portano ad avvertire sintomi molto fastidiosi che spesso si manifestano attraverso bruciori di stomaco, dolori al petto e nausea cronica. Alina Baciu, medico in Chirurgia generale, descrive il reflusso gastroesofageo così:

“Immaginiamo l’esofago, stomaco e lo sfintere esofageo inferiore come un sistema di drenaggio (…) se uno qualsiasi di questi tre elementi non funziona perfettamente, il succo gastrico non può essere eliminato e si avverte il ​​reflusso acido”

Di fronte a tali conseguenze spiacevoli che possono verificarsi con regolarità, è importante conoscere le alternative naturali che possono aiutare il corpo a dare sollievo ai disturbi da reflusso.

Alternative naturali all’ omeprazolo

Bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio è un ingrediente efficace contro la malattia da reflusso gastroesofageo. Con le sue proprietà antiacide, aiuta ad alleviare ustioni e bruciore di stomaco. La US National Library of Medicine raccomanda l’uso di bicarbonato di sodio sciolto in un bicchiere d’acqua da 1 a 2 ore dopo i pasti. Inoltre, non deve essere usato per più di due settimane, a meno che il proprio medico non dia indicazioni differenti.

Frutta, verdura e noci

Secondo BFMTV, una dieta ricca di frutta, verdura, noci e cereali integrali, è un rimedio efficace contro il reflusso gastrico. Secondo le osservazioni dei ricercatori, questo approccio potrebbe migliorare i sintomi considerevolmente, evitando gli effetti collaterali dei farmaci.

Aloe Vera

In uno studio pubblicato sul Journal of Cinese Traditional Medicine, i ricercatori hanno valutato l’efficacia dell’ Aloe Vera per combattere il reflusso acido. Questi scienziati hanno studiato quasi 8 sintomi di questo disturbo digestivo prima di concludere che l’Aloe Vera non solo è efficace nell’alleviare i sintomi, non ha neanche effetti collaterali. L’aloe vera sostituisce i farmaci per curare queste 8 patologie.

Succo di limone

Grazie al suo contenuto di vitamina C, il succo di limone sarebbe secondo gli scienziati un rimedio molto efficace per il trattamento di problemi legati allo stomaco. L’ acido ascorbico, giocherebbe in aggiunta un ruolo molto importante nella guarigione e la protezione della mucosa gastrica.Bere acqua e limone può aiutare a risolvere queste 11 malattie.

La radice di liquirizia

Pianta appartenente alla famiglia delle Fabaceae, la radice di liquirizia è un anti-infiammatorio naturale utile per il trattamento di molti disturbi. Secondo uno studio pubblicato dalla rivista AAPS PharmSciTech, il suo utilizzo per la cura dell’ulcera gastrica è molto diffuso. Questa pianta perenne aumenterebbe la concentrazione di prostaglandine favorendo l’azione anti-infiammatoria del sistema digerente, nonché l’aspettativa di vita delle cellule che rivestono la superficie dello stomaco, e quindi ridurrebbe l’acidità gastrica. La liquirizia è anche la nuova arma contro Alzheimer e Parkinson.

La corteccia di melograno

Secondo Santèplus, unrimedio della nonna efficace per combattere i problemi di stomaco sarebbe la polvere della buccia di melograno da aggiungere alla tua tisana. (Un cucchiaino al giorno). Per ottenere la buccia di melograno in polvere, basta asciugare semplicemente lasciare essiccare al sole la buccia per diversi giorni, quando la sua consistenza risulterà indurita, bisogna tritarla per ottenere una polvere. Ecco quali sono le tante proprietà del melograno.

Avvertenze:

In caso di problemi cardiaci, renali o respiratori, non bisogna usare il bicarbonato di sodio. Lo stesso vale per i bambini e le donne in gravidanza o che allattano. Verificare che non si abbiano allergie prima di consumare frutta secca o qualsiasi altro cibo. La liquirizia non è raccomandata per le persone con ipertensione e il limone deve essere consumato con moderazione.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Soffri di reflusso gastroesofageo? Ecco i migliori rimedi naturali

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI