Home Salute e Benessere Cromoterapia: alleviare disturbi psicosomatici con il colore

Cromoterapia: alleviare disturbi psicosomatici con il colore

CONDIVIDI

Cromoterapia e disturbi psicosomatici: cosa può fare il colore contro il dolore 

Cromoterapia
Cromoterapia (Istock)

Uno dei rami più noti della medicina alternativa è la cromoterapia. Si tratta di un trattamento basato sulla teoria dei colori applicato dagli specialisti della medicina olistica e finalizzato alla cura di disturbi prevalentemente psicosomatici.

FORSE TI PUÒ INTERESSARE—– FIORI DI BACH: Olive per la stanchezza fisica e mentale

Pur non avendo un riscontro scientifico, la cromoterapia è stata largamente sperimentata negli anni e riscuote tutt’ora grande successo, raccogliendo consensi su pazienti di ampio spettro che hanno beneficiato di questi particolari trattamenti. Scopriamo insieme in cosa consiste la cromoterapia.

 

Ritrovare l’armonia: quando il benessere si trasforma in viaggio verso “la luce”

Il colore è luce. La luce è energia. Irradiare diversi toni di luce su determinate parti del nostro corpo può servire a trasmettere vibrazioni utili a riequilibrare le energie interne all’organismo e ripristinare l’armonia dei vari sistemi vitali, agendo soprattutto sul sistema nervoso. La luce è, infatti, un’onda elettromagnetica e la materia, come è ben noto, è composta di atomi che generano campi magnetici. Le onde elettromagnetiche delle irradiazioni luminose favorirebbero nelle nostre cellule un equilibrio elettro-chimico. Il principio della cromoterapia nasce da questa possibile “fruizione” della luce e del colore per scopi terapeutici, mirando a riequilibrare i nostri sistemi attraverso questo particolare “assorbimento” cromatico.

PUOI LEGGERE ANCHE——-Il rimedio che ti libera dal mal di testa in 5 minuti senza farmaci

Sottoporsi, quindi, a bagni di luce filtrata, irradiazioni luminose, docce di colore, massaggi con pigmenti colorati, ma anche assumere determinati alimenti possono rivelarsi consigli utili per alleviare disturbi psicosomatici quali, ad esempio, ansia, nevrosi, depressione, stress, stanchezza fisica e mentale, ma anche dolori muscolari e deficit immunitari.

La teoria dei colori

L’azione della cromoterapia può essere rilassante o energizzante a seconda della scala di colori impiegata. Vediamo quali sono i significati principali associati a vari colori e come questi possono agire per riequilibrare l’armonia interiore.

  • Il Rosso è un colore primario che applicato in cromoterapia reca un effetto energizzante e stimolante sul sistema nervoso. Consigliato per intensa attività fisica e intellettuale, il Rosso viene principalmente utilizzato contro depressione, debolezza, impotenza. Il Rosso aumenterebbe la pressione sanguigna e i battiti cardiaci, producendo un effetto benefico sulla circolazione e sarebbe anche adatto a trattare asma, eruzioni cutanee e patologie esantematiche.
  • Il Verde è il colore della natura per antonomasia. In cromoterapia produce un effetto calmante e rilassante. Viene impiegato prevalentemente contro insonnia, nevrosi, stress, ansia, emicrania, problemi di stomaco o intestino. Contribuisce a ritrovare serenità e armonia.
  • Il Blu, colore primario, crea un effetto benefico perché infonde calma, tranquillità e sensazione di freschezza. Gli effetti prodotti sono contrari a quelli rivenienti dal colore Rosso. Il Blu diminuisce, infatti, la pressione sanguigna e, oltre a “curare” insonnia, ansia, iperattività, costituirebbe un ottimo rimedio contro emicrania, infiammazioni e dolori di vario genere.
  • Il Giallo, colore primario, stimola i lavori intellettuali, favorisce non solo la concentrazione, ma aiuta anche a rafforzare il sistema immunitario agendo sulla eliminazione delle tossine, in particolare a livello gastrico. Viene considerato un ottimo rimedio per gli sportivi, perché agisce sul sistema neuro-muscolare, in particolar modo sulla prontezza dei riflessi. Il Giallo aiuta a infondere felicità, gioia e positività.
  • L’Arancione regolarizzerebbe le funzioni di milza e tiroide; può aiutare a ottimizzare il metabolismo.
  • Il Viola aumenta la concentrazione e il rilassamento.

Come ribadito non c’è fondamento scientifico a queste teorie e soprattutto alle sperimentazioni sulle cellule organiche del nostro corpo, eppure se ci esponiamo al sole, se ci troviamo di fronte ad un bel quadro raffigurante un prato fiorito, o semplicemente osserviamo un bel paesaggio, che sia il mare all’orizzonte o il deserto, i colori dell’alba o del tramonto, non possiamo che percepire un effetto di calmo benessere unito a un misterioso stupore. Probabilmente ne sappiamo ben poco di questa sensazione infusa di serenità mentre la natura, sempre più soffocata dal nostro modo di vivere, conosce sapientemente i suoi colori e sa come mischiarli per dare forma a ogni volume e sfumatura.