Home Attualità “La morte per annegamento è relativamente indolore?” e si suicidano con i...

“La morte per annegamento è relativamente indolore?” e si suicidano con i loro 6 figli

CONDIVIDI

Vi ricordate questa pagina triste di cronaca? La storia assurda della morte di due mamma e dei loro sei figli adottivi

 

Due donne con i loro figli adottivi sono precipitati da una scogliera a bordo di un Suv. Una storia che mette i brividi, perchè non è stato  un drammatico incidente ma un omicidio-suicidio. Prima era solo un’ipotesi,  ora invece è quanto deliberato al termina dell’inchiesta sulla tragedia avvenuta nel 2018.

E’ la triste storia di due donne che avevano entrambe  38 anni. Le due signore,  hanno drogato i figli di età compresa tra i 12 e i 19 anni prima di lanciarsi con l’auto da una scogliera vicino Mendocino, in California. Una storia che ha sconvolto gli Stati Uniti.

 

I corpi senza vita di Jennifer Hart, Sarah Hart, Abigail Hart, Jeremiah Hart e Markis Hart sono stati trovati già da un burrone. I cadaveri di Sienna Hart, Hannah Hart e Devonte Hart non sono mai stati trovati, ma la polizia è sicura che siano morti nell’incidente
Markis Hart aveva l’equivalente di 19 dosi di Benadryl in circolo così come gli altri bambini, secondo le prove presentate al momento dell’inchiesta. Anche Sarah Hart aveva assunto 42 dosi di Benadryl, mentre Jennifer era totalmente ubriaca al momento dello epilogo fatale.
Altre prove presentate durante l’inchiesta si sono concentrate sulle informazioni trovate su tre dispositivi: il sistema GPS della famiglia, il computer in stile “scatola nera” del SUV e il cellulare di Sarah Hart.

Dopo aver lasciato la casa di famiglia il giorno della morte, sul cellulare di Sarah sono state fatte le seguenti ricerche: «500mg di Benadryl possono uccidere una donna di 120 libbre?» «La morte per annegamento è relativamente indolore?»; «Ci vuole tanto per morire di ipotermia nell’acqua mentre si annega in una macchina?».

Un GPS marca Garmin è stato  recuperato dopo l’incidente. L’aggeggio, ha mostrato il percorso che gli Harts hanno fatto quel giorno: comprendeva una fermata di 18 minuti a un supermercato per acquistare Benadryl di marca generica. Gli inquirenti hanno appreso che Jennifer e Sarah Hart spesso davano ai bambini Benadryl per farli dormire durante i lunghi viaggi in macchina, è così presumibile che i ragazzi dormissero quando il Suv si è lanciato dalla scogliera.

Secondo chi ha indagato su questa intricata faccenda, a spingere le due madri all’omicidio-suicidio potrebbe essere stata una visita dei servizi sociali avvenuta proprio lo stesso giorno in cui si sono gettate dalla scogliera: le due donne erano state segnalate più volte per abusi sui minori.