Home Ricette Spaghetti con fave, pancetta e pecorino: la ricetta primaverile

Spaghetti con fave, pancetta e pecorino: la ricetta primaverile

CONDIVIDI
spaghetti con fave e pecorino, la ricetta
Spaghetti fave, pancetta e pecorino, la ricetta primaverile (Istock Photos)

Spaghetti con fave, pancetta e pecorino: una ricetta primaverile da assaporare in compagnia. Proprietà benefiche e nutrizionali della fava e i passaggi chiave per la ricetta

Oggi proponiamo una ricetta dal gusto prettamente primaverile: Spaghetti con fave, pancetta e pecorino. Ho pensato a questa ricetta in vista del primo maggio, giorno in cui, specie nel Lazio, è usanza consumare fave e pecorino. Ma qui, proponiamo un primo piatto classico della gastronomia non solo laziale, ma anche Sarda e, diciamolo, italiana. L’idea è mescolare insieme il sapore fresco della fava con la densità del pecorino, il tutto contornato dagli spaghetti che rendono questo piatto unico nella sua semplicità. Prima di iniziare con la preparazione della ricetta, diamo uno sguardo alle proprietà benefiche e nutrizionali della fava e del perché, è importante mangiare questo legume.

Potrebbe interessarti anche: Pane di farro e grano saraceno: la ricetta e il procedimento

Le fave: origine e proprietà benefiche del legume primaverile

ricetta spaghetti con fave e pecorino
Proprietà benefiche e origine delle fave (istock Photos)

Forse non tutti conoscono le proprietà nutrizionali e il valore  benefico che questo legame ha intrinseche.  Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza e scopriamo perché è così importante il suo consumo. Anzitutto pochi sanno che le fave sono ricche di proteine e fibre vegetali, ma sono anche povere di gassi. Rappresentano una fonte naturale di molti degli elementi nutritivi necessari per la nostra alimentazione, come vitamine e minerali. In particolare, contengono una buona quantità di ferro, una sostanza considerata essenziale per il trasporto dell’ossigeno nel sangue. Il ferro, insieme al rame, costituisce una risorsa fondamentale per la formazione dei globuli rossi. Questo legume è indispensabile a chi vuole perdere peso. Infatti aiuta molto nella riduzione del peso corporeo ma è anche un buon alleato per quelle persone che vogliono mantenere il proprio peso forma ottimale. Le fave, per di più, contengono vitamina B1.  La vitamina B1 è importante per il corretto funzionamento del sistema nervoso e per il metabolismo dell’energia. Mangiare fave regolarmente, aiuta anche ad abbassare il colesterolo, infatti risulterebbero efficaci, in modo particolare, per abbassare il colesterolo LDL. In più, apportano benefici anche al sistema cardiovascolare. Un maggior consumo di fave potrebbe aiutare a prevenire malattie come il morbo di Parkinson, poiché la dopamina, presente nella fave, aiuterebbe a stimolare alcune sostanze presenti a livello cerebrale. Tra i nutrienti benefici presenti nelle fave non dobbiamo dimenticare la vitamina A, che aiuta a mantenere la pelle in salute e a renderla luminosa. La vitamina A non solo protegge e mantiene sana la pelle, ma è utile per favorire lo sviluppo delle ossa e garantire il benessere degli occhi e della vista.

Potrebbe interessarti anche: Legumi: preziosi alleati per chi è a dieta

Tutte queste caratteristiche fanno delle fave un cibo ipocalorico e con ottimi benefici sulla salute. Il basso apporto calorico, circa 70 calorie per 100 grammi di fave, ne fa un cibo adatto alle diete ipocaloriche; ovviamente si parla di fave fresche, poiché quelle essiccate hanno valori nutrizionali completamente diversi e sono molto più caloriche.

Il contenuto proteico ne ha fatto per lunghi periodi uno dei classici cibi dei poveri, grazie al prezzo economico, alla facilità di coltivazione e diffusione, e alle ottime proprietà salutari e nutrizionali. Come tipico dei legumi, le fave mostrano una certa versatilità nella conservazione, per cui posso essere reperibili sia fresche, sia essiccate, sia congelate. A differenza di fagioli, ceci e lenticchie, per esempio, le fave presentano il vantaggio di poter essere mangiare anche crude. Un vantaggio sia dal punto di vista del sapore, sia da quello delle proprietà nutritive, poiché vitamine e minerali non vengono distrutti dalla cottura.
Se si opta per le fave fresche, che in genere si iniziano a trovare a primavera inoltrata, è sufficiente aprire il baccello, estrarre il seme ed eliminare la pellicola che lo racchiude. Le fave così consumate possono essere accompagnate da formaggi, come faremo con la nostra ricetta con il pecorino, ma anche da salumi, come pancetta o prosciutto. Può inoltre fungere da antipasto ma anche da specialità tipica del periodo. Con pecorino e pancetta si possono realizzare condimenti per paste, sfoglie, finger food ma anche presentate come purea.
Cotte, invece, le fave possono arricchire zuppe e minestroni. Consigli culinari a parte, oggi, proponiamo la nostra ricetta: spaghetti con fave e pecorino.

Poterbbe interessarti anche: Ricetta: gusci di melanzana ripieni di risotto, un primo piatto da gustare

Spaghetti con fave e pecorino: gli  ingredienti necessari

ricetta spaghetti fave pecorino e pancetta
Spaghetti fave, pancetta e pecorino, gli ingredienti 8Istock Photos)

Ingredienti per 4 persone

  • Spaghetti 320 grammi
  • Fave fresche 500 grammi
  • Pancetta 150 grammi
  • Cipollotto 1
  • Olio extravergine d’oliva b.
  • Sale q.b.
  • Pecorino (dolce) 150 grammi

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda le nuove ricette, come organizzare una cena o un pranzo CLICCA QUI!

Procedimento: Spaghetti fave, pancetta e pecorino – la ricetta

La ricetta è pensata per 4 persone e ha dei tempi di preparazione molto brevi. Bastano, infatti solo 20 minuti per poter assaporare una delizia gastronomica che si rispetti. Gli ingredienti sono, come abbiamo visto, semplici, facili da reperire e, cosa importantissima, freschi di stagione. Dunque, una volta che avete sul vostro tavolo da lavoro, tutti gli ingredienti, potete iniziare con il procedimento. Quindi, come prima  cosa, occupiamoci delle fave.

  • Sbaccelliamo le fave fresche.
  • Quindi, nel frattempo adagiamo sul fuoco una pentola con l’acqua, saliamo e portiamo ad ebollizione.
  • Appena l’acqua bolle buttiamoci dentro le fave, lasciandole cuocere per 5 minuti a fiamma vivace
  • Intanto, prepariamo una ciotola capiente, dove verrà riempita con acqua fredda e del ghiaccio e una volta che le nostre fave saranno cotte, scoliamole nella ciotola piena di acqua e ghiaccio e sgraniamole.
  • Fatto questo, occupiamoci della pancetta e tagliamola a cubetti di mezzo centimetro. Facciamo lo stesso con il cipollotto, tagliandolo a fettine sottilissime o a cubetti, anch’esso.

Potrebbe interessarti anche: Il menu completo per Pasquetta: dal primo al dolce

  • In una padella antiaderente, aggiungiamo un filo d’olio extravergine d’oliva e accendiamo il fuoco a fiamma dolce per qualche secondo. Quindi aggiungiamo la pancetta tagliata a cubetti, lasciandola rosolare per qualche minuto e, appena il grasso sarà diventato trasparente, aggiungiamo il cipollotto tagliato precedentemente. Lasciamo cuocere per altri 5 minuti, aggiungendo un mestolo di acqua cotta delle fave.
  • Intanto, poniamo sul fuoco, una pentola con dell’acqua, saliamo e portiamo ad ebollizione. Una volta che l’acqua bolle, caliamo gli spaghetti e lasciamo cuocere il tempo necessario (consiglio di scolarli al dente, quindi un paio di minuti prima del tempo stimato sulla confezione perché andranno ripassati con il condimento).
  • Nel frattempo, nella padella con il cipollotto e la pancetta, aggiungiamo le fave e spadelliamo per 5 minuti a fiamma viva.
  • Ora grattugiamo il pecorino dolce
  • Scoliamo la pasta 2 min prima della cottura completa, che finiremo in padella insieme al condimento (assicuratevi che ci sia almeno un dito d’acqua in padella).
  • Aggiungete il pecorino grattugiato direttamente in padella per mantecare la pasta insieme a tutti gli ingredienti.

I vostri Spaghetti fave, pancetta e pecorino sono, quindi, pronti per essere portati in tavola. Accompagnate il primo piatto con un buon bicchiere di vino rosso, corposo e denso, in modo da esaltare il sapore del pecorino e degustare al meglio ogni forchettata di spaghetti.

Potrebbe interessarti anche: Che vino scegliere: rosso, bianco o rosato? Consigli D.O.C.

E come sempre, non mi resta che augurarvi, buon appetito a tutti voi!

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI