Home Attualità Morte Emiliano Sala: il pilota non poteva volare di notte

Morte Emiliano Sala: il pilota non poteva volare di notte

CONDIVIDI

Aggiornamenti sulla triste morte di Emiliano Sala: il pilota dell’aereo su cui viaggiava il giovane calciatore era daltonico, e non poteva volare di notte.

Monaco players paying tribute to Emiliano Sala (Fonte: Getty Images)

Ci sono aggiornamenti dell’ultima ora per quanto riguarda la morte di Emiliano Sala, il giovane calciatore argentino morto a causa di un incidente aereo lo scorso 21 Gennaio: il pilota del Piper Malibù, l’aereo privato su cui viaggiava Emiliano, era daltonico e non aveva il permesso per poter volare di notte. David Ibbotson aveva 59 anni, e a causa del suo difetto alla vista non aveva mai ottenuto la licenza per poter pilotare qualsiasi tipo di velivolo al buio.

Leggi anche –> Ultim’ora choc su Sala, il calciatore argentino disperso in volo

Il pilota di Emiliano Sala era daltonico

Emiliano Sala, 8 Gennaio 2019 (Fonte: Getty Images)

David Ibbotson, il pilota di Emiliano Sala, era daltonico e perciò impedito a poter volare di notte. A comunicare questo particolare, emerso dell’inchiesta aperta all’Air Accidents Investigation Branch per ricostruire l’incidente avvenuto sul Canale della Manica, è stata la BBC: “Il daltonismo impedisce a un pilota di ottenere immediatamente una licenza per il volo in notturna, perché la possibilità di distinguere tra luci verdi e rosse è ritenuta fondamentale per volare al buio. Tutto ciò che è previsto dalla licenza del Regno Unito e volare senza rispettare queste restrizioni previste dalla licenza è illegale e questo potrebbe influire sulla copertura assicurativa per il volo”. Ibbotson, come scoperto qualche settimana fa, non aveva ancora completato l’addestramento di pilota e non era in possesso del permesso necessario per poter trasportare passeggeri a pagamento all’interno dell’Unione Europea. L’ente per l’aviazione civile britannico non ha voluto commentare la rivelazione; l’Air Accidents Investigation Branch, che sta indagando sull’incidente, ha assicurato che le licenze in possesso di David Ibbotson “continuano ad essere al centro dell’investigazione”.

Se vuoi restare aggiornato sulle ultime notizie di cronaca dal mondo CLICCA QUI!

Queste tristi informazioni hanno scatenato la rabbia dei familiari e degli amici di Emiliano Sala, e adesso sono molte e difficili le domande a cui aspettano di avere risposta: chi ha permesso a David Ibbotson, privo di licenza di volo, di decollare? Chi ha scelto un pilota daltonico, era al corrente di questo difetto? E’ stato Ibbotson a mentire, eludendo le regole di volo vigenti in Regno Unito?

Leggi anche –> Emiliano Sala: ritrovato il corpo nel relitto dell’aereo

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI