Home Salute e Benessere Palpitazioni cardiache, 16 casi in cui devono preoccuparvi

Palpitazioni cardiache, 16 casi in cui devono preoccuparvi

CONDIVIDI

Per lo più innocue, le palpitazioni cardiache possono segnalare un problema di più grave entità se accompagnati da specifici sintomi o quando si verificano in situazioni specifiche.

Cos’è una palpitazione cardiaca? Questa strana sensazione nel petto consiste in un piccolo fallimento della frequenza cardiaca, ovvero di quegli impulsi elettrici che mantengono il tuo cuore in movimento; quando uno di questi impulsi non è sincronizzato, senti palpitazioni nel petto.

“Il più delle volte, non è niente di grave, ma possono occasionalmente segnalare un grave pericolo. Ci sono molti tipi di disturbi del ritmo cardiaco” dice Denice Hodgson-Zingman, cardiologo e professore associato di medicina interna presso la Facoltà di Medicina dell’Università dell’Iowa.

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Salute & Benessere  CLICCA QUI

Le palpitazioni cardiache: sintomi da tenere d’occhio

Se questi impulsi elettrici sfuggono di mano, potresti avvertire una sensazione di spessore al collo e un cuore che batte forte, dice il dottor Hodgson-Zingman. “Altre patologie del ritmo cardiaco si traducono in semplici battiti intermittenti aggiuntivi o in una serie di battiti. Poiché questi battiti extra sono troppo veloci per consentire al cuore di pompare il sangue in modo efficiente, sembra che al cuore ne manchino alcuni. “

Secondo Joe Lau, cardiologo di Northwell Health ed esperto dell’American Heart Association: “le palpitazioni sono un sintomo, quindi non c’è modo di definire il sintomo in generale perché, per definizione, i sintomi variano da un paziente all’altro”, afferma Emily Zeitler, un elettrofisiologo, uno specialista del ritmo cardiaco, presso il centro medico di Dartmouth-Hitchcock aggiungendo anche che le palpitazioni devono essere valutate da un medico. Presta attenzione a questi 9 segnali che il corpo ti invia un mese prima di avere un’infarto.

1- Le palpitazioni sono frequenti

“A seconda della causa esatta del disagio, alcuni pazienti avranno sintomi poco frequenti, mentre altri sperimenteranno diversi episodi in corso ogni giorno, ogni episodio potrebbe durare diversi minuti”, afferma il Dr. Lau.

Ci sono buone probabilità che tu non debba correre dal dottore se le palpitazioni sono rare. Le cause meno gravi di palpitazioni sono, stress, ansia, caffeina, alcol, malattia o gravidanza.

2- Avverti dolore al petto

Corri direttamente al pronto soccorso (o chiama un’ambulanza) se hai dolori al petto con palpitazioni, avverte la dott.ssa Zeitler. È un classico segno che il tuo cuore sta subendo una minaccia.

3- Hai problemi a trattenere il respiro

Quando hai palpitazioni, “in aggiunta alla sensazione di svenire, dovresti andare subito al pronto soccorso”, dice la dott.ssa Zeitler. Non bisognerebbe neanche prenotare un appuntamento con un medico se si vive questa esperienza. È molto probabile che si tratti di un infarto.

4-  Perdi conoscenza

La maggior parte delle persone sa che lo svenimento indica qualcosa di anormale. Ma se, in aggiunta, la tua perdita di coscienza è preceduta o seguita da palpitazioni sarebbe meglio rivolgersi immediatamente ad un medico, avverte la dottoressa Zeitler. Questo potrebbe indicare un problema cardiaco. Secondo il Dr. Lau, vertigini e gonfiore delle gambe associate a palpitazioni possono anche segnalare gravi problemi cardiaci.

5- Hai i sintomi di un ictus

“Qualsiasi sintomo come cedimento del viso, confusione, difficoltà nell’individuare le parole o cambiamenti visivi, dovrebbe preoccupare”, dice il dott. Hodgson-Zingman. Dai un’occhiata a questo elenco dei sintomi di ictus da conoscere assolutamente.

6- Avverti strane sensazioni al petto

Se i tuoi sintomi non sono spaventosi, ma ti senti male o devi stare a letto perché senti strane sensazioni nel petto, puoi solo migliorare le tue condizioni ricevendo un trattamento secondo la dottoressa Zeitler.

Anche se la causa può essere benigna, deve essere trattata affinché si possa stare meglio. “La fibrillazione atriale, una causa molto comune di palpitazioni, proviene dalla camera superiore del cuore, l’atrio e causa una compressione irregolare del ventricolo inferiore del cuore; il battito del cuore diventa caotico”, spiega il cardiologo.

Non è necessario trattare la fibrillazione atriale, ma i medici spesso lo fanno perché le persone che ne soffrono si sentono molto male e possono essere alleviati con farmaci o interventi specifici.

7- Hai palpitazioni per molto tempo

Le palpitazioni ripetitive sono pericolose perché possono indebolire il muscolo cardiaco. “Anomalie del ritmo cardiaco, se non trattate e persistenti per settimane o addirittura mesi, possono indebolire il muscolo cardiaco”, questo è ciò che afferma il dott. Hodgson-Zingman. Questo è chiamato cardiomiopatia. Fortunatamente, questa forma di cardiomiopatia è spesso completamente reversibile una volta corretto il disturbo del ritmo cardiaco. ”

Inoltre, anche problemi meno pericolosi come la fibrillazione atriale (Fibra) possono avere conseguenze a lungo termine. “Questa variazione del ritmo non è pericolosa per la vita, ma è associata a un rischio molto più elevato di ictus e può causare cardiomiopatia se non viene riconosciuta e trattata”, dice. Consumare regolarmente questi alimenti per aiutare a prevenire problemi cardiaci.

8- Il tuo cuore inizia a battere molto velocemente

Il più delle volte, non ti accorgi nemmeno del battito cardiaco, ma se inizi a sentire che il tuo battito cardiaco accelera, potrebbe significare che la pressione sanguigna sta diminuendo. “Quando la pressione sanguigna è bassa, il cuore compensa battendo più velocemente e più forte, il che può dare l’impressione di un battito cardiaco o di una corsa”, afferma il dott. Hodgson-Zingman.

Se è temporaneo, può essere il risultato di uno scoppio o di forti emozioni. Tuttavia, se persiste è sempre  meglio consultare un medico.