Home Meteo

Meteo mercoledì 27 marzo: ancora pioggia nelle regioni del sud

CONDIVIDI

Nella giornata di mercoledì previsto meteo instabile sulle zone del sud Italia con piogge di notevole intensità. Situazione migliore al nord e al centro

La Penisola continua ad essere spezzata in due sul fronte climatico.  Se a seguito dell’arrivo dell’aria fredda e instabile proveniente da oriente tra lunedì e questo martedì si sono verificati forti fenomeni ventosi con conseguente abbassamento delle temperature e nuove nevicate a basse quote sulle Alpi e gli Appennini, domani il clima avverso colpirà in prevalenza le regioni meridionali dove non mancheranno temporali di forte intensità.

Per sapere che tempo farà e altre curiosità cliccate qui

Per quanto concerne i prossimi giorni, le più recenti previsioni danno brutto tempo fino a giovedì., in particolare nel meridione. Dal fine settimana invece si farà rivedere l’anticiclone che porterà di nuovo il sereno e delle temperature primaverili.

Le previsioni del 27 marzo nel dettaglio

Getty Images

Il cielo al nord

Chi si trova nelle regioni del nord dello Stivale potrà godere di una bella giornata.Il sole bacerà in prevalenza le zone occidentali, mentre l’est sarà disturbato da qualche nuvola di passaggio. Da mattina a sera il clima sarà stabile anche se sulle Alpi di confine centro-orientali potrebbero verificarsi delle deboli nevicate fino a basse quote.

Il cielo al centro

 

Coloro che abitano al centro del Paese avranno a che fare con un meteo perlopiù stabile. Il sole renderà piacevole la giornata delle zone tirreniche, non fosse per qualche nuvola irregolare di passaggio. Cieli coperti da nubi sull’Appennino e tra l’Abruzzo e le Marche. Previste anche precipitazioni sulla Maiella sebbene a carattere isolato. La neve potrebbe imbiancare le strade oltre gli 800-1000 metri di quota.

Il cielo al sud

Al sud e sulle isole le condizioni saranno nettamente peggiori con brutto tempo diffuso. Pioggia e temporali bagneranno soprattutto la Sicilia, la Calabria, la Basilicata e Puglia. Fiocchi bianchi potranno fare la loro comparsa sull’Appennino oltre i 1000 metri di quota. In particolare sono attesi accumuli importanti sulla Sila, l’Aspromonte e l’Etna oltre i 1500 metri di quota.

Per quanto riguarda le temperature, queste saranno in ulteriore diminuzione.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI