Home Ricette Ricetta: Triglie con mandarini e melagrana: un secondo piatto da chef

Ricetta: Triglie con mandarini e melagrana: un secondo piatto da chef

CONDIVIDI
ricetta triglie con mandarini e melagrana, il procedimento su come sfilettare e pulire le triglie
Ricetta: triglie con mandarini e melagrana (istock Photos)

Triglie con mandarini e melagrana: una ricetta per un secondo piatto da veri chef. Tutti i passaggi e gli ingredienti che servono per stupire a tavola!

La ricetta che proponiamo oggi è un secondo piatto molto chic, semplice e veloce da fare e da veri professionisti: triglie con mandarini e melagrana! Tutti gli ingredienti e i passaggi chiave saranno ben descritti in seguito in modo che chiunque possa cimentarsi in un piatto “stellato” e far così, una bellissima sorpresa a tavola. Un secondo piatto che stupisce per i suoi sapori contrastanti ma che assemblati insieme, sono una meraviglia per il palato. La delicatezza della triglia e il sapore dolce dei mandarini ben si sposano con l’asprezza della melagrana che dona quella nota acida al piatto. I colori, come il bianco della triglia, l’arancione del mandarino si fondono con la pienezza dell’amaranto della melagrana. Un piatto che avvolge tutt’insieme i 5 sensi. Da provare assolutamente per una cena in famiglia o per festeggiare un avvenimento unico, un anniversario o, semplicemente perché amate cucinare e sperimentare combinazioni di sapori nuovi.

Potrebbe interessarti anche: Barchette croccanti con mousse di tonno: ricetta antipasti

Allora, di seguito, la lista degli ingredienti e tutti i passaggi per preparare le Triglie con mandarini e melagrana!

Triglie con mandarini e melagrana: gli ingredienti

ricetta secondo piatto, triglie con mandarini
Ricetta triglie con mandarini e melagrana, gli ingredienti (Istock Photos)

Ingredienti che servono per preparare la ricetta delle triglie con mandarini e melagrana è pensata per 2 persone. Se volete far deliziare più palati, non vi resta che aumentare le dosi. Il procedimento sarà comunque identico.

Poterbbe interessarti anche: Girelle di tacchino con carciofi e formaggio: ricetta VIDEO

  • 2 Triglie da 400 grammi l’una
  • 4 mandarini maturi
  • 3 finocchi
  • 1 melagrana
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • Menta fresca (qualche foglia)
  • Sale q.b.
  • 1 spicchio di aglio
  • Un pizzico di pepe bianco macinato

Come pulire e sfilettare le triglie: procedimento veloce

Come prima cosa, per iniziare ad assemblare tutti gli ingredienti insieme, dovete sapere bene come pulire e sfilettare le triglie. Non è un procedimento difficile ma dovete stare attente alle spine, la triglia, infatti, ne è piena. Vediamo di seguito come pulire le triglie in modo semplice e veloce:

La triglia è un pesce bianco perché presenta carni bianche, tenere e povere di grassi e richiede particolari conoscenze e tecniche per essere pulito e sfilettato.
Come prima cosa dovete sapere che le triglie che troviamo in commercio sono di diverse varietà. Quelle più conosciute sono le “triglie di scoglio” e le “triglie di fango”. Le triglie di scoglio sono considerate più pregiate: hanno carni più saporite e presentano una colorazione più rossa (rosso intenso con leggere striature gialle sui fianchi). Le triglie di fango sono quelle che si pescano sui fondali, hanno carni meno pregiate perché la loro alimentazione è basata soprattutto su ciò che trovano smuovendo la sabbia nei fondali torbidi. Si riconoscono soprattutto osservando l’apparato boccale perché presentano la parte anteriore della testa più smussata. A prescindere dal tipo di triglia, sia di scoglio che di fango che volete cucinare, le regole per sfilettare pulire questo pesce non cambiano!

Poterbbe interessarti anche: Salmone in crosta di pane con pistacchi e limone: la ricetta gustosa

Pulire le triglie è molto semplice, come prima cosa:

  1. Usate delle forbici per eliminare le pinne branchiali, ventrali e dorsali.
  2. Impugnate il pesce rivolgendo il suo ventre verso l’alto e, sempre con le forbici, iniziando in prossimità dalla pinna anale, tagliate lungo la pancia ed eliminate le interiora.
    Ricordate che il taglio deve andare dalla prossimità della pinna anale fino alla testa del pesce (fino alle branchie).
  3. Infine, dovrete squamare la triglia, per farlo usate un coltello (ma non dalla parte della lama) e strofinate la parte “non tagliente” sul corpo del pesce. Anche in questo caso il senso del movimento deve andare dalla coda verso la testa.
  4. Per squamare la triglia dovrete essere delicate perché le carni, se fai movimenti bruschi o eccessiva pressione, tendono a rompersi e a sfaldarsi.

Potrebbe interessarti anche: Risotto con albicocche secche, ricotta e alghe nori: la ricetta

Ora vediamo come sfilettare le triglie. Per prima cosa ricorda che la triglia ha molte spine, per questo, oltre a un buon coltello a lama sottile e flessibile ti servirà una pinza per rimuovere le lische. Quindi:

  1. Parti dalla testa, fai un’incisione profonda lungo tutta la schiena tenendo la lama ben salda e a diretto contatto con la spina dorsale del pesce.
  2. Man mano che incidi, solleva il filetto fino a staccarlo. Ricorda di far accompagnare il taglio dalla spina dorsale del pesce così da non lasciare carni attaccate.
  3. Gira la triglia e, questa volta parti dalla coda ripetendo l’operazione così da separare il secondo filetto. Quindi con il primo taglio (dal capo alla coda) stacchi la parte dorsale della carne e con il secondo taglio (dalla coda al capo) stacchi il filetto inferiore del pesce.
  4. Ripeti il procedimento per l’altro lato del pesce.
  5. Con le dita, tasta il filetto per individuare le lische (ce  ne sono tante soprattutto nella zona anteriore) ed estraile con la pinza.

Per finire, sciacqua il tuo filetto e tamponalo con una carta assorbente in modo da togliere l’acqua in eccesso prima della cottura.

Procedimento: Triglie con mandarini e melagrana

Ora che sai come pulire le triglie puoi iniziare il procedimento per preparare la tua ricetta. Quindi come prima cosa:

  • Una volta che hai sfilettato le due triglie per bene, prendi una padella e scaldala a fiamma viva con due cucchiai di olio d’oliva extravergine e uno spicchio d’aglio. Quindi, poggia i filetti di triglia all’interno e falli rosolare per qualche minuto facendo attenzione ad abbassare la fiamma a minimo. Gira i filetti dopo 1 minuto. Quindi in totale devono cuocere per due massimo tre minuti. La carne della triglia è molto delicata e sottile, di facile cottura. Aggiungi un pizzico di sale e una spolverata di pepe bianco.
  • In una ciotola capiente fai marinare i finocchi che avrai precedentemente pulito sotto l’acqua corrente e tagliato alla joulienne con un filo d’olio extravergine d’oliva, sale e il succo di mandarino. I mandarini precedentemente sbucciati e privati dalla buccia (anche la pellicina trasparente) andranno quindi spremuti all’interno della ciotola insieme agli altri ingredienti.
  • Una volta che le triglie sono cotte, disporre sul piatto di portata le triglie e aggiungi la miscela di mandarini e finocchi sopra ogni triglia.
  • Aggiungi per concludere il piatto, la menta fresca e i chicchi di melagrana.

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda le nuove ricette, come organizzare una cena o un pranzo CLICCA QUI!

Le tue triglie con mandarini e melagrana sono ora pronte per essere servite in tavola. Puoi accompagnare le triglie con un’insalatina verde condita con succo di pompelmo o limone e crostini di pane grigliati. Ti consiglio di gustare il tuo piatto con un buon vino bianco dal sapore delicato e giovane. Che vino scegliere: rosso, bianco o rosato? Consigli D.O.C.

E come sempre, non mi resta che augurarvi buon appetito.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

 

 

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!
 
✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore ✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore