Home Curiosita Insoddisfazione al lavoro, 5 cose da fare per superarla

Insoddisfazione al lavoro, 5 cose da fare per superarla

CONDIVIDI

Se il tuo lavoro non ti rende felice ci sono almeno 5 soluzioni utili che possono aiutarti a sentirti soddisfatta della tua professione

sonno al lavoro

L’insoddisfazione a lavoro è pericolosa e malsana, ma purtroppo ancora troppo comune: rallenta l’economia, ostacola la crescita del PIL ed è tra le cause principali di stress e depressione.

Quando non si sta bene nel proprio luogo di lavoro sembra naturale iniziare a guardarsi intorno, pianificare cosa fare dopo, ma spesso è difficile lasciare la propria attuale posizione lavorativa per paura di ritrovarsi alle prese con la disoccupazione.

Se il lavoro non ti soddisfa, è importante iniziare a porre rimedio alla situazione: ne va della tua salute, della tua felicità e anche del tuo portafoglio!
Scopri quali sono le 5 cose da fare se ti trovi alle prese con l’insoddisfazione al lavoro.

Se il tuo lavoro non ti soddisfa prova questi rimedi

 (Thinkstock)

1. Scopri la causa esatta della tua insoddisfazione

Cerca di andare alla radice e trovare la causa ultima che non ti fa sentire bene sul posto di lavoro: è una persona specifica? Si tratta della natura stessa del lavoro che fai? L’azienda che ti ha assunto non è in linea con i tuoi valori?

Capire qual è l’elemento del tuo lavoro che ti fa sentire insoddisfatta è la chiave che può riaprirti le porte della felicità: trova il problema e affrontalo praticamente e senza paura, ad esempio parlando con il tuo capo di quel collega con cui proprio non riesci ad avere a che fare.

2. Cerca di ricordare perché hai deciso di lavorare lì

Se hai scelto una certa azienda per le opportunità di carriera o se la tua professione prevede un percorso di crescita (come ad esempio la professione medica), cerca di ricordare perchè hai deciso di partire proprio da lì.

Fare il medico è il tuo sogno, o magari vuoi diventare un grande manager? Allora stringi i denti e soprattutto ricorda da dove sei partito: ritrovare le radici del tuo lavoro risveglierà la voglia e la felicità di farlo.

Potrebbe interessarti anche >>> Coppia: come gestire un amore nato sul posto di lavoro

3. A volte l’unica opzione possibile è cambiare

Se sei in una situazione di insoddisfazione lavorativa profonda, allora potrebbe essere giunto il momento di prendere attivamente in considerazione l’idea di trovare un altro lavoro: mettiti alla ricerca di una nuova occupazione, sfruttando le possibilità della rete e assicurati che il nuovo lavoro sia qualcosa che ami davvero.

4. Prova a cambiare posizione restando dove sei

A volte basta fare qualche piccolo cambiamento per stare subito meglio: prova a vedere se nell’azienda in cui lavori attualmente c’è la possibilità di cambiare posizione, anche solo temporaneamente.
Potrebbe bastare un momentaneo cambio di prospettiva a farti sentire meglio e a riscoprire la gioia nel lavoro che fai.

5. Migliora le tue competenze e cambia le piccole cose

Per superare l’insoddisfazione al lavoro può essere stimolante imparare qualcosa di nuovo: aggiungi nuove competenze al tuo curriculum, magari seguendo dei corsi su piattaforme on-line.

Non trascurare anche il potere dei piccoli cambiamenti: prova a fare delle piccole variazioni alla tua routine lavorativa quotidiana, magari facendo un’altra strada per arrivare in ufficio o cambiando l’orario della pausa caffè.
Un pizzico di novità servirà a non farti sentire la noia.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI