Home Gossip

Lo sfogo di Francesca Fioretti: “se fossi stata la moglie di Astori…”

CONDIVIDI

Francesca Fioretti, ad un anno dalla morte di Davide Astori, si lascia andare ad un duro sfogo: “se fossi stata sua moglie…”.

francesca fioretti e davide astori

Ad un anno dalla morte di Davide Astori, la compagna Francesca Fioretti rompe il silenzio e in una lunga intervista rilasciata ai microfoni di Vanity Fair si lascia andare anche ad un duro sfogo svelando che se fosse stata la moglie di Astori non avrebbe affrontato delle situazioni spiacevoli.

Se vuoi restare aggiornata su gossip, reality, programmi tv e sui personaggi vari  CLICCA QUI!

Francesca Fioretti: “se fossi stata la moglie di Davide Astori mi avrebbero rispettata di più”

francesca fioretti e davide astori

Per Francesca Fioretti, compagna di Davide Astori e mamma della loro piccola Vittoria, è stato un anno difficile. Improvvisamente, infatti, la sua vita è totalmente cambiata. Francesca, infatti, si è ritrovata sola, senza l’uomo che amava e con una bambina da crescere. A rendere tutto più complicato è stata la burocrazia. La Fioretti, infatti, a Vanity Fair ha raccontato di aver dovuto fare i conti con il fatto di non essere la moglie di Astori. “Sono sicura che se fossi stata la moglie di Davide, in un Paese in cui le coppie di fatto sono trattate come abusive, le cose sarebbero andate diversamente e non mi avrebbero mancato di rispettoracconta Francesca che poi aggiunge – “Mi sono accadute cose kafkiane. A poche ore dalla morte di Davide sono state bloccate le carte di credito in comune, con le quali sostenevamo le spese familiari, e ho scoperto che per i prossimi 15 anni avrei dovuto avere a che fare con un giudice tutelare. Io sono stata veramente fortunata. Ho incontrato una donna saggia e illuminata che si è resa conto del percorso di tutela, del cordone di protezione che avevamo recintato intorno a Vittoria. Ma se penso che altre donne rischiano di trovarsi a stretto contatto con una burocrazia complessa o con persone che potrebbero applicare le regole di una tabella impersonale senza andare in profondità mi vengono i brividi”.

Potrebbe interessarti anche—>Astori, la decisione di Francesca Fioretti dopo la morte del calciatore

Francesca Fioretti: “Davide Astori? Penso che innamorarsi di nuovo sia impossibile”

davide astori famiglia
Foto da instagram.com/francesca_fioretti

Da quel tragico 4 marzo è passato un anno, ma Francesca Fioretti, a Vanity Fair, confessa di dover fare i conti con il dolore ogni giorno. “Gli amici mi domandano: “Ma il 4 marzo hai dormito?” e io penso che per me è 4 marzo ogni giorno. Quattro marzo quando mangio, 4 marzo quando vado a dormire, 4 marzo quando compro un biglietto di treno, organizzo un viaggio e penso che accanto a me Davide non ci sarà più. Mi è caduta addosso una tragedia, una disgrazia così grande da cambiare per sempre la mia prospettiva sulle cose. È stato un anno straziante, difficile e impegnativo. Non credevo di essere così forte. Ho dovuto tirare fuori un’energia e un coraggio che non sapevo neanche di avere. Prima che Davide se ne andasse ero soltanto Frà, una ragazza della mia età. Più spensierata che matura. Poi il destino mi ha rapinato. Con un furto mi ha rubato all’improvviso tutto quel che avevo e sono diventata Francesca. Una donna che affronta sfide che non pensava di riuscire a superare”, racconta la Fioretti che, per il bene della sua piccola Vittoria ha trovato la forza di rialzarsi e reagire.

All’inizio tutto era difficile per Francesca Fioretti. Per mesi non ha acceso la tv, non ha dormito nella loro stanza, si faceva accompagnare anche per andare in bagno e lavarsi i denti. Temeva di non riuscire più a crescere la sua bambina. Poi si è rivolta ad una psicologa infantile che l’ha aiutata a ritrovare se stessa. “Lei mi ha aiutato a capire che il 4 marzo era finita un’intera esistenza e che avrei dovuto cominciarne una completamente nuova: “Se ti fa stare bene”, mi ha detto, “manda via tutti”. Le ho dato retta. Ho rassicurato parenti e amici, li ho fatti andare a casa, mi sono isolata e tornando a fare le cose di sempre, lentamente, ho ricostruito la mia stabilità”.

Infine, sul futuro, Francesca Fioretti dice: “Ho poco più di trent’anni e anche se a volte penso che innamorarsi di nuovo sia impossibile, mi auguro ancora di scoprire posti nuovi, ridere e uscire a cena con gli amici”.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI