Home Curiosita Il Guinness dei primati: dalle origini dell’uomo alle curiosità del Mondo

Il Guinness dei primati: dalle origini dell’uomo alle curiosità del Mondo

CONDIVIDI
guinness dei reord
Guinness dei primati, dall’uomo alla natura (Istock Photos)

Il Guinness dei primati: dalle origini dell’uomo, alle curiosità del Mondo. Tutte le più strane curiosità che esistono in natura

Il Guinness dei primati è un libro che dal 1955, raccoglie tutti i primati del mondo, da quelli naturali a quelli umani, sino ad arrivare a quelli più originali. La sua prima edizione risale addirittura al 27 agosto del 1955 quando, da un’idea di Hugh Beaver. Il nome Guinness Word Records, risale proprio alle birrerie Guinness di Dublino per il quale Sir Hugh ne era amministratore delegato.

Potrebbe interessarti anche: Le curiosità sul mondo dei mancini: i vantaggi e le cose che non sai

Dalla sua prima edizione del ’55, il libro fu subito un gran successo, tanto che il testo è il libro soggetto a copyright più venduto al mondo (ed il terzo in assoluto dopo Bibbia e Corano), avendo venduto più di 100 milioni di copie in 100 paesi diversi. Il libro ha anche una fortunata variante televisiva: in ben 35 paesi sono stati creati programmi ispirati ad esso.

Dal 1955, quando fu pubblicata la prima edizione del libro, alcuni record non sono ancora cambiati; fra questi rimangono ancora: l’eclissi solare più lunga, il campione mondiale dei pesi massimi di pugilato in carica più a lungo, la diga di cemento più grande, il disco più venduto, il più grande edificio per uffici e lo stadio più grande.

Ma vediamo nello specifico alcune tra le curiosità del mondo e dei record appartenuti all’uomo.

Potrebbe interessarti anche: Asta record per la foto di Hitler che abbraccia una bimba ebrea

Guinness dei primati: il mondo umano e le origini

Forse non tutti sanno che il più antico primate di cui si abbia conoscenze comparve nel Paleocene, circa 80 milioni di anni fa. I primi fossili appartenenti al genere Homo sono quelli di otto adulti e tre bambini rinvenuti nell’estate del 1975 in Tanzania, dalla dottoressa Mary Leakey.  Mentre le prime testimonianze della presenza dell’uomo nelle Americhe risalgono a 50.000 anni avanti Cristo anche se, dopo il ritrovamento di alcune pietre rinvenute nel deserto di Mojave, in California, nell’ottobre 1970, il dottor Leakey sostiene che sia più probabile parlare di 100.000 anni avanti Cristo. Il più antico resto umano rinvenuto è un teschio, che si presume risalga a 22.000 anni avanti Cristo, ritrovato nei pressi di Los Angeles, California, nel dicembre del 1970.

Potebbe interessarti anche: Dodici personaggi Disney raccontanto gli orrori del XXI secolo in dodici disegni

Mentre, per quanto riguarda i Giganti, gli unici dati attendibili sulla loro reale altezza, sono quelli raccolti negli ultimi 150 anni, in base ad imparziali esami medici, sebbene anche recentemente vi siano state dichiarazioni mediche del tutto inventate.  I giganti che si esibivano nei circhi e in altri spettacoli, erano tenuti per contratto a non permettere che si misurasse loro la dimensione reale e in genere i loro impresari aumentavano di gran lunga la loro effettiva statura. Il gigante acromegalico Eddie Carmel, nato a Tel Aviv, nel 1938, ex gigante più alto del mondo del circo dei fratelli Ringling e Barnum & Bailey, raggiunse la presunta altezza di 275 centimetri, per un peso di 242 Kg, ma dalle fotografie emerse si può presumere che la sua reale altezza sia stata 230 cm circa. Quando morì a New York il 14 agosto del 1972, la sua altezza si era ridotta di ben 20 centimetri, (210 cm) per una grave forma di cifoscoliosi.

I più alti gemelli monozigoti di cui si conosca l’esistenza furono i fratelli Knipe, nati nel 1761 nell’Irlanda del Nord, la cui altezza era di 218,4 centimetri.

La donna più alta della storia è stata, invece, Zeng Jinlian, nata il 26 giugno 1964 in Cina centrale. Al momento della morte, avvenuta il 13 febbraio 1982, la sua statura era di 246 centimetri. La sua rapida crescita ebbe inizio a soli 4 mesi dalla nascita. Prima del quarto anno di età misurava 156 centimetri e a tredici anni la sua altezza sfiorava i 217 centimetri. Cosa particolare è che i suoi genitori erano alti 163 il padre, e 156 la madre. Mentre il fratello misurava solo 158 centimetri all’età di diciotto anni.

La più alta coppia di coniugi della storia si ebbe nel 1871 quando Anna Hanen Swan (altezza 246 centimetri), sposò a Londra, Martin van Buren Bates, alto 220 centimetri.

Di altra “stazza” , decisamente più bassa, troviamo i nani. Il più basso essere umano di cui esiste prova sicura fu la nana olandese Paoline Musters (la principessa Paolina). Alla nascita, avvenuta nel 1876, misurava 30 centimetri. All’età di nove anni era alta 55 centimetri e pesava solo 1,5 chilogrammi. Alla sua morte, avvenuta all’età di 19 anni, nel 1895, la sua statura era di 61 centimetri. Il suo corpo si era leggermente allungato dopo il decesso.

Potrebbe interessarti anche: Lato B più grande del mondo: il delirante obiettivo di una 24enne

La statura più variabile. Adam Rainer, nato in Austria nel 1899, misurava 118 centimetri all’età di 21 anni quando, improvvisamente, iniziò a crescere con grande rapidità, raggiungendo, nel 1931, la statura di 218 centimetri. Ne conseguì una tale debolezza organica che fu costretto a letto per il resto della sua vita. Quando morì, nel 1950, all’età di 51 anni, misurava ben 234 centimetri. È considerato, nella storia della medicina, l’unico essere umano che fu, nel corso della propria esistenza, sia nano che gigante.

La popolazione più alta del mondo è quella dei Tutsi (altrimenti detti Watutsi o Watussi), pastori nilotici del Ruanda e Burundi (Africa centrale). La statura media dell’uomo adulto è di 180 centimetri.

Mentre la popolazione europea più alta è quella dei Montenegrini, Jugoslavia, con una statura media, per gli uomini, di 178 centimetri. Mentre, sul lato opposto troviamo le popolazioni più piccole del mondo sono i pigmei Mbuti, in Africa, con un’altezza media di 137 centimetri per gli uomini e 135 per le donne, anche se alcuni gruppi non superano la media di 132 cm per gli uomini e 124 cm per le donne.

Il Guinness dei record nel mondo animale

guinness dei primati, mondo animale
Guinness dei record, la giraffa più alta del mondo (Istock Photos)

Come nel mondo umano, anche il regno animale ha le sue stranezze e i suoi record da esibire. Si pensi che il più grande e più pesante animale del mondo è la balenottera azzurra. Il più grande esemplare di questo cetaceo misurato finora resta una femmina della specie, che nel 1920, era lunga ben 33,58 metri. Una curiosità riguarda il fischio della balena, che può raggiungere i 188 decibel ed è rilevabile a 850 chilometri di distanza. Questa particolarità, rende la balena l’animale  con il più forte suono prodotto da un essere vivente.

Potrebbe interessarti anche: Le 6 parti del corpo umano che non usi più: curiosità

Mentre il Guinness dei primati al più alto animale vivente è rappresentato dalla giraffa George (così sopranominata) che a 9 anni, presentava una statura di ben 6 metri.

Il più lungo animale conosciuto è, invece, il nemertino, detto anche “verme stringa”, diffuso nelle acque costiere poco profonde del Mare del Nord. Nel 1864 si trovò a riva, un esemplare lungo più di 54 metri.

I più longevi sono le tartarughe. L’età massima raggiunta da una tartaruga è stata di almeno 152 anni e riguarda un esemplare maschio delle isole Seychelles.

Mentre l’animale più veloce del mondo è il falco pellegrino. In base a misurazioni effettuate in Germania per mezzo di strumenti di precisione elettronici, è dimostrato che questo volatile può raggiungere i 350 Km/h in una picchiata con un angolo di caduta di 45 gradi. È stato anche calcolato che in picchiata verticale da un’altezza di 1500 metri esso potrebbe raggiungere anche i 370-380 Km/h, ma in genere il falcone può catturare la sua preda volando alla metà di questa velocità.

Il calamaro gigante invece trova il suo record nell’occhio. Infatti questo esemplare ha, in tutto il regno animale, l’occhio più grande di qualsiasi altro animale vivente.  Il diametro oculare può superare i 38 centimetri.

Il Guinness dei record del Mondo

La Terra presenta già di per se un’infinità di record naturali. Ma non tutti conoscono quali sono, nello specifico i guinness dei primati assegnati per categoria. Per esempio, l’Oceano più vasto della superficie terrestre è l’Oceano Pacifico, rappresenta il 46% degli oceani di tutto il mondo e ha una superficie di circa 166.250.000 km2 ed è anche il più profondo degli oceani. Fu scoperto nel 1951 alla fossa delle Marianne, dalla nave britannica Challenger, che misurò, per mezzo di scandagli ed ecosonde, una profondità di 5,950 braccia, circa 10,900 metri.

Potrebbe interessarti anche: Curiosità dal mondo: gli scatti straordinari della Terra fotografata dal satellite

Mentre il golfo più ampio del mondo è il golfo del Messico, con una superficie di 1,5 milioni di km2 e uno sviluppo costiero di 4990 chilometri.

La più alta montagna sottomarina fu, invece scoperta nel 1953 presso la fossa di Tonga, fra Samoa e Nuova Zelanda. Si innalza 8690 metri dal fondale marino e la sua vetta si trova a 365 metri sotto il livello del mare.

Il più lungo fiume del mondo è il Rio delle Amazzoni che sfocia nell’Atlantico meridionale, mentre il più corto al quale sia stato imposto un nome è il D River, in Oregon, che collega il Davil’s Lake all’oceano Pacifico e che, in periodi di bassa marea, è lungo 134 metri.

Vuoi essere sempre aggiornata su tutte le curiosità riguardanti l’essere umano, o vuoi scoprire altro sul mondo che ti circonda? CLICCA QUI!

Il Guinness dei primati per la più alta cascata del mondo si trova invece in Venezuela, ed è il Salto Angel, con un singolo salto di 807 metri e un salto totale di 979 metri. La cascata fu scoperta da Ernesto Sanchez la Cruz nel 1910 e, successivamente riscoperta dal pilota americano James Angel, da cui prende il nome.

Mentre la regione che presenta la più elevata concentrazione di vulcani è l’Indonesia, dove 77 dei 167 vulcani sono entrati in attività. Il termine Vulcano deriva dal nome dell’isola di Vulcano, dio del fuoco nella mitologia romana, nelle isole Eolie.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI