Home Salute e Benessere

Ecco i migliori momenti della giornata per bere acqua

CONDIVIDI

Cattiva abitudine o dimenticanza inconscia, la disidratazione può essere pericolosa per il nostro metabolismo. Bere è importantissimo, ecco i momenti migliori della giornata per bere acqua.

Bere acqua: l’importanza dell’idratazione e i momenti migliori per bere

Diete detox ed uno stile di vita sano al giorno d’oggi, sono abitudini sane sempre più adottate da persone che vogliono migliorare la loro vita quotidiana e la loro salute. Queste abitudini includono visite mediche regolari, un’attività sportiva,  il consumo di cibi nutrienti utili alla nostra salute e bere determinate quantità di acqua.

Sappiamo tutti che l’idratazione è una parte essenziale del benessere del nostro corpo. Eppure molti di noi ignorano questo bisogno fondamentale e finiamo spesso col pensare ad idratarci solo quando la sete è evidente o estrema.

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Curiosità & Benessere  CLICCA QUI

Ecco i migliori momenti della giornata per bere acqua:

La mattina al risveglio

Bevendo acqua a stomaco vuoto, otterrai un buon livello di idratazione che preparerà il tuo corpo a fare colazione. Bere dell’acqua al risveglio, soprattutto se tiepida e a stomaco vuoto fa bene per numerosi motivi. Anche la colazione è un pasto essenziale per uno stile di vita sano, quindi assicurati di includerla nella tua vita quotidiana.

La pausa delle 11:00

Non è perché ti sei idratato al mattino che non hai più bisogno di acqua. Infatti, le buone abitudini vengono acquisite attraverso lo sforzo, e se si desidera raggiungere gli 1,5 litri di acqua raccomandati al giorno, è necessario prendersi il tempo di bere. Inoltre, ti darà un senso di sazietà che ti permetterà di sentirti pieno fino al pranzo.

Pranzo alle 13h

Alcune persone pensano che bere l’acqua durante il pranzo sia dannoso ai fini della digestione, eppure è esattamente l’opposto! Un bicchiere d’acqua durante il pranzo migliora il transito intestinale, specialmente quando si parla di acqua frizzante come spiega le Figaro.

Pomeriggio alle 16h

Il tempo che intercorre tra il pranzo e la cena può sembrare lungo. In questo caso, non esitare a idratarti e bere qualcosa. Inoltre, è importante ascoltare il proprio corpo per riconoscere la sete quando si manifesta.

Cena alle 20:00

Puoi bere un bicchiere di acqua frizzante prima di cena con una fettina di limone. Grazie a questa abitudine, il tuo corpo sarà sempre idratato e in grado di sentire tutti i benefici dell’acqua.

I pericoli della disidratazione

Secondo uno studio pubblicato da Nutrition Reviews, i rischi e i disturbi associati alla disidratazione sono molteplici e devono essere presi molto sul serio. Come spiegano gli scienziati, la disidratazione ha molti effetti fisiologici tra cui:

Prestazioni fisiche

Durante lo sforzo, il corpo è in grado di perdere dal 6 al 10% del suo peso nella sudorazione, e se questa perdita non è compensata dall’acqua, il corpo subisce un’intensa disidratazione.

Prestazioni cognitive

Secondo gli scienziati, la disidratazione da lieve a moderata influisce sulla memoria a breve termine, sulle abilità aritmetiche e sulle capacità psicomotorie.

Demenza

La disidratazione è uno dei fattori di rischio per la demenza negli anziani. Secondo un altro studio, questo porterebbe a una sensazione di confusione negli individui colpiti.

Funzione gastrointestinale

Responsabile dell’assimilazione dei liquidi che ingeriamo quotidianamente, l’intestino svolge un ruolo nel mantenimento dell’equilibrio idrico nel corpo. Pertanto, la mancanza di idratazione ostacola la funzione di questo organo, portando a disturbi gastrici.

Funzione renale

Gli organi di filtraggio del corpo umano, i reni, richiedono una quantità sufficiente di acqua per eliminare le tossine e i rifiuti presenti nel sangue. Infatti, è grazie ad una sufficiente idratazione che questi vengono eliminati dal flusso sanguigno attraverso l’urina.

Funzione del cuore

Questo è inestricabilmente legato al volume e alla pressione del flusso sanguigno. Secondo gli scienziati, il volume del sangue è in gran parte regolato dal livello di acqua presente nel nostro corpo. Pertanto, un’idratazione insufficiente disturba questo equilibrio e può influire sulla frequenza cardiaca.

Emicrania

Mentre i ricercatori riconoscono la necessità di ulteriori studi scientifici, ritengono che la disidratazione possa portare a sbalzi d’umore e irritabilità che si riflettono nel nostro corpo da mal di testa ed emicranie.

La pelle

La pelle contiene quasi il 30% di acqua che contribuisce alla sua flessibilità ed elasticità. In situazioni come l’esercizio fisico in cui il corpo rimuove questo fluido attraverso la sudorazione, la pelle può essere essiccata e può portare a problemi a lungo termine.

Ti potrebbe interessare anche—->>>Ecco perché devi mettere un bicchiere d’acqua sotto il letto tutte le sere!

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI